-5°

Quartieri-Frazioni

I partecipanti al dibattito in piazza della Pace

I partecipanti al dibattito in piazza della Pace
0

 Chiara Pozzati

Molto spesso l’essenza di un luogo trasuda dagli edifici. Come nel caso di San Ruffino, dove la chiesa racchiude lo spirito di un paese intero. Un paese in cui il passato penetra tra gli scuri delle case sparse su via Montanara intrecciandosi col presente. Vi abitano duecentosettanta persone, fra le quali pare diffusa la convinzione secondo cui «San Ruffino non è cambiata quasi per nulla» . «Almeno non negli ultimi 23 anni», confida don Pierino Thei, il parroco della frazione. Il prete, 83 anni, parla col piglio ruvido e sincero di chi ha fatto del servizio, quello autentico, il baluardo di tutta una vita. «Qui abbiamo un campetto da calcio - prosegue il religioso mentre la lunga veste corvina scivola su un corpo che pare ancora più esile - e un parco giochi attrezzato per i bimbi, che ci siamo costruiti da soli. Niente bar o alimentari, niente farmacie o parrucchieri, solo tante brave persone». Le stesse brave persone che s'incontrano sulla via. C'è chi si arrabatta tra garage e giardini, chi spignatta accanto ai fornelli e chi chiacchiera circondato dalle fresche primizie vendute dall’azienda agricola Bergamina. Come Rina Robuschi e Aniceto Bocciarelli, che hanno condiviso 60 anni di matrimonio, e ancora capaci di guardarsi imbarazzati e sognanti, complici e impazienti. «Siamo sempre stati molto bene qui - affermano i due dinamici anziani - sebbene manchi tutto, si tratta di una zona tranquilla dove ci si conosce tutti». Anche Nicola Caggiati, 37 anni, garantisce: «Forse hanno costruito qualche palazzo in più rispetto agli anni scorsi, ma certo la fisionomia di San Ruffino non è cambiata. L'unica cosa che è mutata è il traffico che si abbatte su via Montanara ora più che mai». A parlare questa volta è Anna Fusoni, titolare dell’Azienda agricola Bergamina, «uno dei pochi luoghi di ritrovo insieme alla parrocchia». Insieme a lei lavora il figlio Massimo Bertolini, che dice: «Purtroppo la mancanza di centri di aggregazione è sempre stato un forte incentivo ad abbandonare il paese, specialmente per i giovani, sempre più invogliati dal centro città. In alcuni tratti di strada poi - prosegue il giovane - gli incidenti sono assai frequenti. Come in strada Fontanorio, decisamente troppo striminzita per sopportare il via vai di auto che quotidianamente si riversa sulla carreggiata». Anche Alberto Fontana, casaro doc, rimarca: «La strada pullula di mezzi pesanti notte e dì e questo contribuisce a renderla ancor più pericolosa. Nonostante ciò - si affretta ad aggiungere  - siamo in un’oasi agricola dove riusciamo ad assaporare quiete e serenità. Non è poco». La stessa serenità constatata dal 70enne Brando Cattani. È proprio lui a svelare uno degli antichi segreti di San Ruffino. «Quella che oggi si chiama via Filippo Borbone - racconta Cattani con occhi sornioni - veniva chiamata la “via dei Sospiri”, quella che ospitava tutti coloro che nel dopoguerra hanno ricostruito le proprie case, mattone dopo mattone, senza mai lasciarsi vincere dalla fatica. E in fin dei conti il popolo di San Ruffino non è cambiato tanto». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Incidente Cascinapiano
Incidente Cascinapiano

Filippo, addio con la maglia numero 8

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

1commento

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

3commenti

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

2commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

primarie pd

Dall'Olio-Scarpa: c'è l'accordo

1commento

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

Parlano gli studenti

«La Maturità 2018? Premia chi non studia»

Il caso

Anziana disabile derubata in viale Fratti

2commenti

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Tg Parma

Alfieri: "Parma deve tornare ad essere la nostra casa"

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

soccorsi

Altri 4 estratti dalle macerie del Rigopiano, ma c'è una quarta vittima

I Parete

"Viva anche Ludovica": Giampiero riabbraccia la famiglia

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto