-2°

Quartieri-Frazioni

I partecipanti al dibattito in piazza della Pace

I partecipanti al dibattito in piazza della Pace
0

 Chiara Pozzati

Molto spesso l’essenza di un luogo trasuda dagli edifici. Come nel caso di San Ruffino, dove la chiesa racchiude lo spirito di un paese intero. Un paese in cui il passato penetra tra gli scuri delle case sparse su via Montanara intrecciandosi col presente. Vi abitano duecentosettanta persone, fra le quali pare diffusa la convinzione secondo cui «San Ruffino non è cambiata quasi per nulla» . «Almeno non negli ultimi 23 anni», confida don Pierino Thei, il parroco della frazione. Il prete, 83 anni, parla col piglio ruvido e sincero di chi ha fatto del servizio, quello autentico, il baluardo di tutta una vita. «Qui abbiamo un campetto da calcio - prosegue il religioso mentre la lunga veste corvina scivola su un corpo che pare ancora più esile - e un parco giochi attrezzato per i bimbi, che ci siamo costruiti da soli. Niente bar o alimentari, niente farmacie o parrucchieri, solo tante brave persone». Le stesse brave persone che s'incontrano sulla via. C'è chi si arrabatta tra garage e giardini, chi spignatta accanto ai fornelli e chi chiacchiera circondato dalle fresche primizie vendute dall’azienda agricola Bergamina. Come Rina Robuschi e Aniceto Bocciarelli, che hanno condiviso 60 anni di matrimonio, e ancora capaci di guardarsi imbarazzati e sognanti, complici e impazienti. «Siamo sempre stati molto bene qui - affermano i due dinamici anziani - sebbene manchi tutto, si tratta di una zona tranquilla dove ci si conosce tutti». Anche Nicola Caggiati, 37 anni, garantisce: «Forse hanno costruito qualche palazzo in più rispetto agli anni scorsi, ma certo la fisionomia di San Ruffino non è cambiata. L'unica cosa che è mutata è il traffico che si abbatte su via Montanara ora più che mai». A parlare questa volta è Anna Fusoni, titolare dell’Azienda agricola Bergamina, «uno dei pochi luoghi di ritrovo insieme alla parrocchia». Insieme a lei lavora il figlio Massimo Bertolini, che dice: «Purtroppo la mancanza di centri di aggregazione è sempre stato un forte incentivo ad abbandonare il paese, specialmente per i giovani, sempre più invogliati dal centro città. In alcuni tratti di strada poi - prosegue il giovane - gli incidenti sono assai frequenti. Come in strada Fontanorio, decisamente troppo striminzita per sopportare il via vai di auto che quotidianamente si riversa sulla carreggiata». Anche Alberto Fontana, casaro doc, rimarca: «La strada pullula di mezzi pesanti notte e dì e questo contribuisce a renderla ancor più pericolosa. Nonostante ciò - si affretta ad aggiungere  - siamo in un’oasi agricola dove riusciamo ad assaporare quiete e serenità. Non è poco». La stessa serenità constatata dal 70enne Brando Cattani. È proprio lui a svelare uno degli antichi segreti di San Ruffino. «Quella che oggi si chiama via Filippo Borbone - racconta Cattani con occhi sornioni - veniva chiamata la “via dei Sospiri”, quella che ospitava tutti coloro che nel dopoguerra hanno ricostruito le proprie case, mattone dopo mattone, senza mai lasciarsi vincere dalla fatica. E in fin dei conti il popolo di San Ruffino non è cambiato tanto». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

12commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti