13°

23°

Quartieri-Frazioni

Dradi: «Inaccettabile l'abbattimento di 4 alberi»

Dradi: «Inaccettabile l'abbattimento di 4 alberi»
Ricevi gratis le news
2

Ilaria Graziosi

«Un’azione politicamente inaccettabile». Così il presidente di Legambiente Parma, Francesco Dradi, definisce l’abbattimento dei quattro cedri del Libano avvenuto lo scorso 22 settembre in via Duca Alessandro. «Non capisco come - ha dichiarato Dradi - senza una concreta motivazione un privato possa procedere e fare abbattere non uno, ma quattro alberi». La risposta arriva dall’assessorato all’Ambiente, in merito all’interpellanza del consigliere Marco Ablondi: «Si tratta - fa sapere la Sassi - di un’operazione che ha ricevuto il via libera dal Comune, applicando il  vecchio regolamento del verde: l’autorizzazione, infatti, è datata 9 novembre 2009 e ha durata di un anno». Anche la responsabile del verde pubblico, Angela Zaffignani, spiega così la vicenda. «Con l’approvazione da parte del Consiglio comunale, il 15 dicembre 2009 è entrato in vigore - andando a sostituire il precedente che risaliva al 2004 - il nuovo regolamento del verde cittadino: per quanto riguarda l’abbattimento degli alberi privati, da quella data, è consentito solo in caso di morte, grave patologia o avanzato deperimento della pianta. Ovviamente anche nell’eventualità che la pianta rappresenti un pericolo per l’incolumità delle persone. In uno di questi casi, nel momento in cui si decida di fare richiesta di abbattimento, è necessario presentare un’istanza all’Amministrazione comunale almeno 30 giorni prima: in seguito alla verifica di un nostro tecnico sulle effettive condizioni della pianta, si procede con l’abbattimento. Ma il privato in questione ha fatto domanda prima del 15 dicembre 2009, e così non ha dovuto presentare le motivazioni sopra richieste». L’Amministrazione comunale ha richiesto comunque che ora, proprio in seguito dell’abbattimento, vengano messi a dimora 14 alberi. L’assessorato all’Ambiente spiega anche che «riguardo all’abbattimento di un bagolaro in via Montanara è stato autorizzato in quanto ostacolo alla realizzazione di opera pubblica o di pubblica utilità. L’alberatura pubblica abbattuta sarà sostituita da 10 piante che saranno inserite nel quartiere Montanara. In merito, invece, al ciliegio seccato di cui si fa riferimento nell’interpellanza, si precisa che l’albero si trova nelle vicinanze del canale Maggiore e non del Naviglio, e che il suo abbattimento è già stato inserito negli interventi sulle alberature programmate nel prossimo autunno-inverno». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    29 Settembre @ 20.05

    E' una cosa di un'inaudita gravità, bisogna indire subito una grande manufestazione pubblica

    Rispondi

  • chiara

    29 Settembre @ 18.39

    Gli alberi di via Torelli partecipano sentitamente al lutto degli alberi di via Duca Alessandro. Ringraziano l'Enia per le amorevoli cure prestate fino agli ultimi istanti. No fiori ma opere pubbliche!

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

OGGi

Gli Stones a Lucca: mandateci le vostre foto

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia

serie B

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia

Vittoria preziosa per i crociati, che salgono a 9 punti. Lucarelli fra i migliori in campo. Per i padroni di casa è la prima sconfitta

4commenti

VENEZIA-PARMA

"Una vittoria meritata sul piano del carattere": il video-commento di Grossi

1commento

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

tg parma

Profughi a San Michele Tiorre, in arrivo i primi otto Video

4commenti

incidenti

Camion perde tubo, auto schiacciata: quattro feriti Foto

Schianto in viale Villetta: in tre all'ospedale

donne in difficoltà

A Corcagnano la prima casa di accoglienza gestita da una comunità migrante

borgotaro

A casa coi genitori, disoccupati e spacciatori: arrestati due fratelli

1commento

droga

San Paolo, arrestato il pusher dei giardinetti

2commenti

disperso

Fungaiolo non fa rientro a casa: ricerche da ieri sera tra Bardi e il Piacentino

INCHIESTA

La Massese resta piena di pericoli

2commenti

weekend

Tra porcini, stinco e giardini incantati: l'agenda del sabato

fidenza

Ruba sul treno: inseguito e bloccato da un altro straniero

1commento

bambini

Giocampus Day: è qui la festa (con Paltrinieri) Foto

DELITTO DI BASILICAGOIANO

Il giudice: «Habassi colpito e seviziato per un'ora»

BORGOTARO

Laminam, tornano i cattivi odori

controlli

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

TERREMOTO

Ancora una forte scossa a Città del Messico: i palazzi oscillano

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, evacuazione di massa

SPORT

calcio

Tommaso Ghirardi torna allo stadio: segue il Brescia con Cellino

MOTOMONDIALE

Aragon, impresa del Dottore: Valentino Rossi fa il terzo tempo, pole di Vinales

SOCIETA'

tg parma

La Pilotta svela i suoi spazi segreti Video

Il disco compie 50 anni

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery