20°

36°

Quartieri-Frazioni

Il titolare delle Malve: "Diffamato dai condomini"

Il titolare delle Malve: "Diffamato dai condomini"
Ricevi gratis le news
11

Caterina Zanirato

Scontro incandescente quello che è avvenuto tra i gestori de «Le Malve», all'inizio di via Fa­rini, e gli abitanti del palazzo do­ve si trova il locale, che hanno scattato varie foto per documen­tare eventuali carenze igieniche e lacune all’impianto antincen­dio del locale. Dopo la «denun­cia » via internet dei residenti, che hanno diffuso le immagini on line, il titolare del locale è pas­sato alle vie legali, presentando querele per le presunte diffama­zioni subite.

«In risposta alle affermazioni fatte dai condomini, non posso che dire che si tratta di azioni diffamatorie e mendaci - com­menta a caldo Guido Orsi, tito­lare del bar “Le Malve” -. Per di­mostrare il presunto disordine del mio locale, i condomini han­no fotografato parti comuni dell’edificio, la cui competenza sotto il profilo dell'ordine e della pulizia spetta anche a loro. Non si tratta, insomma, di compiti esclusivi del bar. Inoltre, una foto riporta un impianto di spinatura della birra che non ha assoluta­mente niente di pericoloso: non può provocare incendi e tanto­meno esplosioni, che si trova all’interno di un locale privato del bar, riservato ai dipendenti. Hanno scattato la foto senza chiedere il permesso di entrare. (...)  Sporgerò denuncia contro que­sto comportamento»...
 

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silvia

    10 Ottobre @ 14.56

    Conosco molto bene il condominio in questione perchè ci ha abitato una persona a me vicina e di zone comuni sotto la responsabilità di tutti c'è solo il corridoio di ingresso. Le cantine sono di totale proprietà del bar Le Malve e ho visto con i miei occhi che sono disordinate e sporche. I condomini hanno solo la servitù per poter accedere ai contatori dell'acqua che si trovano in tali cantine. Tra l'altro i gestori del bar hanno cambiato spesso la serratura nel corso degli anni con il risultato che non si poteva neppure andare a chiuder l'acqua in caso di problemi. La spazzatura in strada (sul retro del locale, accanto all'ingresso del condominio) raggiungeva l'altezza di due metri, veniva appoggiata al muro di facciata e la strada era sempre sporca e puzzava di alcol, vomito e urina. Dalla finestra del bagno del locale, tenuta sempre aperta nonostante l'ordinanza condominiale, si sentivano urli, canzoni, rutti, scorregge e conati di vomito. E dopo l'orario di chiusura a disturbare il sonno ci pensavano le bariste che cantavano e schiamazzavano mentre facevano le pulizie e trascinavano i tavoli (bastava qualche feltrino!). Per quanto riguarda le assemblee condominali, vorrei tranquillizzare Cesco: quelli delle Malve non si degnano di partecipare. Non entro nella polemica, ma rettifico le infomazioni non corrette fornite dal gestore.

    Rispondi

  • Francesco

    10 Ottobre @ 14.47

    Mah...c'è chi parla qui di chiudere addirittura i bar in centro storico...c'è già talmente poco per i giovani che se chiudiamo anche i bar qui restano solo gli anziani e i barboni...e i fighetti imborghesiti che valgono metà di niente.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    09 Ottobre @ 07.27

    Per Andrea - La Gazzetta è neutrale e correttissima. La notizia è proprio la querela del barista perchè "diffamato" (appunto fra virgolette, come lei stesso ammette). Poi saranno i giudici a decidere chi ha ragione e chi ha torto: quindi il titolo non va cambiato di una virgola. Quanto a darle ulteriore prova della nostra neutralità, cerchi nel nostro archivio i tanti interventi dei residenti che abbiamo pubblicato, così come pubblichiamo le sue dichiarazioni lasciandone a lei le responsabilità, e si renderà conto che la sua insinuazione è del tutto priva di fondamento. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • Andrea

    09 Ottobre @ 06.50

    Il signor Guido Orsi fa soldi a palate col suo bar e se ne frega altamente dei vicini. Ovviamente non può trattarsi di "diffamazione" se qualche condomino segnala alle autorità le condizioni igieniche del bar. La vergogna è che il comune di Parma, come il signor Guido Orsi, fa soldi con la concessione di spazi pubblici per questo genere di uso e non fa nulla per garantire il rispetto delle fasce orarie in cui la gente ha diritto di riposare. Aggiungo che la Gazzetta di Parma dovrebbe essere più "neutrale" nel riportare questo genere di notizie, perché il titolo "Diffamato dai condomini" (anche se virgolettato) fa sembrare "nel torto" i condomini e non, come è, il signor Guido Orsi.

    Rispondi

  • Fra

    08 Ottobre @ 18.40

    Esiste un posto chiamato Ex Salamini, dove alla sera non c'è nessuno!.. farli aprire li i locali no è?!... ah gia' dimenticavo quella zona è adibita all "autostop"...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti