12°

24°

Quartieri-Frazioni

Il titolare delle Malve: "Diffamato dai condomini"

Il titolare delle Malve: "Diffamato dai condomini"
Ricevi gratis le news
11

Caterina Zanirato

Scontro incandescente quello che è avvenuto tra i gestori de «Le Malve», all'inizio di via Fa­rini, e gli abitanti del palazzo do­ve si trova il locale, che hanno scattato varie foto per documen­tare eventuali carenze igieniche e lacune all’impianto antincen­dio del locale. Dopo la «denun­cia » via internet dei residenti, che hanno diffuso le immagini on line, il titolare del locale è pas­sato alle vie legali, presentando querele per le presunte diffama­zioni subite.

«In risposta alle affermazioni fatte dai condomini, non posso che dire che si tratta di azioni diffamatorie e mendaci - com­menta a caldo Guido Orsi, tito­lare del bar “Le Malve” -. Per di­mostrare il presunto disordine del mio locale, i condomini han­no fotografato parti comuni dell’edificio, la cui competenza sotto il profilo dell'ordine e della pulizia spetta anche a loro. Non si tratta, insomma, di compiti esclusivi del bar. Inoltre, una foto riporta un impianto di spinatura della birra che non ha assoluta­mente niente di pericoloso: non può provocare incendi e tanto­meno esplosioni, che si trova all’interno di un locale privato del bar, riservato ai dipendenti. Hanno scattato la foto senza chiedere il permesso di entrare. (...)  Sporgerò denuncia contro que­sto comportamento»...
 

L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • silvia

    10 Ottobre @ 14.56

    Conosco molto bene il condominio in questione perchè ci ha abitato una persona a me vicina e di zone comuni sotto la responsabilità di tutti c'è solo il corridoio di ingresso. Le cantine sono di totale proprietà del bar Le Malve e ho visto con i miei occhi che sono disordinate e sporche. I condomini hanno solo la servitù per poter accedere ai contatori dell'acqua che si trovano in tali cantine. Tra l'altro i gestori del bar hanno cambiato spesso la serratura nel corso degli anni con il risultato che non si poteva neppure andare a chiuder l'acqua in caso di problemi. La spazzatura in strada (sul retro del locale, accanto all'ingresso del condominio) raggiungeva l'altezza di due metri, veniva appoggiata al muro di facciata e la strada era sempre sporca e puzzava di alcol, vomito e urina. Dalla finestra del bagno del locale, tenuta sempre aperta nonostante l'ordinanza condominiale, si sentivano urli, canzoni, rutti, scorregge e conati di vomito. E dopo l'orario di chiusura a disturbare il sonno ci pensavano le bariste che cantavano e schiamazzavano mentre facevano le pulizie e trascinavano i tavoli (bastava qualche feltrino!). Per quanto riguarda le assemblee condominali, vorrei tranquillizzare Cesco: quelli delle Malve non si degnano di partecipare. Non entro nella polemica, ma rettifico le infomazioni non corrette fornite dal gestore.

    Rispondi

  • Francesco

    10 Ottobre @ 14.47

    Mah...c'è chi parla qui di chiudere addirittura i bar in centro storico...c'è già talmente poco per i giovani che se chiudiamo anche i bar qui restano solo gli anziani e i barboni...e i fighetti imborghesiti che valgono metà di niente.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    09 Ottobre @ 07.27

    Per Andrea - La Gazzetta è neutrale e correttissima. La notizia è proprio la querela del barista perchè "diffamato" (appunto fra virgolette, come lei stesso ammette). Poi saranno i giudici a decidere chi ha ragione e chi ha torto: quindi il titolo non va cambiato di una virgola. Quanto a darle ulteriore prova della nostra neutralità, cerchi nel nostro archivio i tanti interventi dei residenti che abbiamo pubblicato, così come pubblichiamo le sue dichiarazioni lasciandone a lei le responsabilità, e si renderà conto che la sua insinuazione è del tutto priva di fondamento. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • Andrea

    09 Ottobre @ 06.50

    Il signor Guido Orsi fa soldi a palate col suo bar e se ne frega altamente dei vicini. Ovviamente non può trattarsi di "diffamazione" se qualche condomino segnala alle autorità le condizioni igieniche del bar. La vergogna è che il comune di Parma, come il signor Guido Orsi, fa soldi con la concessione di spazi pubblici per questo genere di uso e non fa nulla per garantire il rispetto delle fasce orarie in cui la gente ha diritto di riposare. Aggiungo che la Gazzetta di Parma dovrebbe essere più "neutrale" nel riportare questo genere di notizie, perché il titolo "Diffamato dai condomini" (anche se virgolettato) fa sembrare "nel torto" i condomini e non, come è, il signor Guido Orsi.

    Rispondi

  • Fra

    08 Ottobre @ 18.40

    Esiste un posto chiamato Ex Salamini, dove alla sera non c'è nessuno!.. farli aprire li i locali no è?!... ah gia' dimenticavo quella zona è adibita all "autostop"...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricoverato Sobral, vincitore Eurovision 2017

Eurovision 2017

Salvador Sobral ricoverato in gravi condizioni

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

L'evento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Orietta Berti batte il Fisco: l’Irap le sarà rimborsata dal 1998

MONTECCHIO

Orietta Berti vince sul Fisco: le sarà restituita l'Irap pagata negli ultimi 19 anni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Ristorante Bagno Gelosia

CHICHIBIO

«Bagno Gelosia», il pesce secondo tradizione

Lealtrenotizie

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

3commenti

in serata

Rapina con coltello nella farmacia di via Trieste: due ladri in fuga

anteprima gazzetta

Caso Villa Alba: nuovi sospetti

I prossimi avversari

Non solo ottimismo in laguna: "Parma, nuova rivalità"

Anticipi/posticipi

Parma-Avellino domenica 29 ottobre Il calendario fino alla 13a

arezzo

Furto di una collana d'oro, auto affittata a Parma. 27enne nei guai

Crocetta

Insegue due ladri e viene preso a pugni

8commenti

OLTRETORRENTE

Scoperto a rubare biciclette, si nasconde sotto a un'auto ma la polizia lo blocca: arrestato

Un residente ha visto un 24enne marocchino, di notte, dal videocitofono e ha chiamato il 113

10commenti

nel pomeriggio

Incidente auto-minicar in p.le Volta: un 38enne al pronto soccorso

Sant'Ilario d'Enza

Si appostano in strada con ascia e coltello per un regolamento di conti: denunciati due russi

Ai carabinieri, i due uomini hanno detto "Siamo di passaggio". In realtà, da oltre un'ora si aggiravano per il paese

1commento

FIDENZA

Addio commosso a Filippo Nencini

Danza

Rebecca Bianchi nominata ètoile dell'Opera di Roma

gazzareporter

"Scena giornaliera del Maria Luigia"

AGROINDUSTRIA

Rainieri e Fabbri: “Il Ceta danneggia l’agricoltura dell’Emilia-Romagna”

PARMA

Incidente in via Rondizzoni

Sul posto il personale del 118 e i vigili del fuoco

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

ITALIA/MONDO

Francia

E' morta Liliane Bettencourt, lady L’Oreal: la donna più ricca del mondo aveva 94 anni

legge elettorale

Presentato il Rosatellum bis. Come funziona Video

SPORT

Aragon

Vale "idoneo", sarà in pista. L'arrivo in stampelle Video

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

fotografia

Gazzareporter "Vacanze": vince un romantico paesaggio

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

MOTORI

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte