Quartieri-Frazioni

Tra panini e caffè dura un amore nato in balera

Tra panini e caffè dura un amore nato in balera
Ricevi gratis le news
0

di Chiara Pozzati

Lui si arrabatta tra caffè e sorrisi, lei affetta con mano leggera panini e focacce. Scherzano, si rimbrottano dolcemente, e da ben 50 anni dividono il bancone del bar torrefazione «da Giacomo» di borgo Angelo Mazza. Compagni di vita, colleghi ma, soprattutto, una piccola istituzione per il popolo del centro abituato a varcare la soglia del locale, scrollarsi la giornata di dosso e sentirsi a casa. Giacomo Sartori ha 75 anni, un sorriso che spunta generoso e un’esuberanza delicata, mai invadente, capace di conquistare anche il più scettico dei clienti. Iolanda Savazzi – detta Iole – di anni ne ha 71; cuoca provetta, ballerina «doc», ma soprattutto l’unica in grado di «tenere a bada tre uomini, considerando i due meravigliosi figli, curare il locale ed essere felice», come ha spiegato lei stessa. La loro storia, che a tratti pare davvero una favola, comincia nel 1960 data in cui Giacomo e Iole sono convolati a giuste nozze e, pochi mesi dopo, hanno sollevato la serranda della torrefazione, improvvisandosi baristi. Giacomo, ex meccanico e dipendente di una nota ditta di Milano, ha conosciuto Iole, esperta magliaia, nel 1955. «Il nostro è stato un amore nato in pista – ammicca Giacomo con un sorriso sornione – la prima volta che l’ho vista eravamo in balera». Tra un volteggio di valzer, una piroetta di boogie e qualche sinuoso passo di tango i due hanno preso ad affezionarsi. «Anche se all’inizio non lo volevo – ci tiene a specificare la donna malcelando un pizzico d’orgoglio – era troppo sicuro di sé». «Ad esempio quando non gli concedevo un innocente bacio sulla guancia, lui si avvicinava a mia madre ed era talmente simpatico che il bacio lo otteneva da lei». Iole solleva gli occhi al cielo e abbozza un finto broncio. «Era bellissima, determinata e insieme ci siamo sempre divertiti molto»: Giacomo non ha dubbi nel descrivere il loro rapporto. Il segreto della loro felicità? «La pazienza» affermano entrambi scoccandosi uno sguardo penetrante. Ed è forse in quella complicità, in quel dialogo che non esige parole che i due hanno costruito una splendida famiglia oltre che un’attività che non teme confronti. Secondo Iole, infatti, «si tratta di stabilire una linea di confine: ognuno deve svolgere le proprie mansioni rispettando l’altro». E così dalla piccola torrefazione che era originariamente, i due hanno dato vita a un vero e proprio bar, «uno di quelli che mai abbandonano i propri clienti». E in effetti Iole e Giacomo hanno cominciato a concedersi le ferie non prima di aver raggiunto i 50 anni «prima dovevamo costruirci il nido – spiega disinvolto il barista – mentre ora qualche viaggio lo facciamo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti