14°

26°

Quartieri-Frazioni

Il "blitz" nell'oratorio finisce nella protesta

Il "blitz" nell'oratorio finisce nella protesta
1

di Chiara Pozzati
Occupano abusivamente l’ex oratorio all’ombra della chiesa, e a Martorano scoppia la rivolta. E’ successo ieri mattina,  quando una famiglia tunisina, insieme a un gruppo di attivisti della «Rete diritti in casa», ha fatto saltare il lucchetto dell’edificio di proprietà della Curia in strada Viazza di Martorano e ha preso a sistemare i propri scatoloni tra le stanze zeppe di polvere.
Una «soluzione improponibile» per i residenti della zona, parroco compreso, che hanno letteralmente subissato di chiamate le forze dell’ordine. Tre pattuglie delle Volanti, due della polizia municipale e una della Digos si sono precipitate sul posto,  ma la situazione è tornata alla normalità  nella tarda serata di ieri, quando la famiglia tunisina, in accordo con gli assistenti sociali del Comune, ha trovato una sistemazione temporanea all’hotel «Leon d’oro» di viale Fratti.
 Ma andiamo con ordine. Mohamed Lajnef, 53 anni di cui gli ultimi 30 trascorsi in Italia, ha perso il lavoro tre anni fa «e da allora - ha raccontato - ho vissuto in un edificio fatiscente in via Emilio Lepido». Fino a ieri mattina quando, dopo il crollo del tetto, si è rivolto agli attivisti della «Rete diritti in casa» per cercare un nuovo alloggio. Diversa è l’opinione dei residenti di Martorano che giurano di aver visto l’uomo bazzicare più volte dalle parti della chiesa. Ad ogni modo,  quando Mohamed, insieme a moglie e 3 figli, di 10, 18 e 20 anni, ha varcato la soglia dell’ex oratorio, si è scatenato un vero e proprio putiferio nella tranquilla stradina alle spalle della via Emilia. Il primo a giungere sul posto, è stato il parroco, don Giuseppe Coruzzi: «Quest’edificio non è a norma - ha tuonato il prete - è pericoloso e vi prego di andarvene». «Sto cercando i fondi per ristrutturarlo e donare ai residenti un nuovo centro d’aggregazione - ha aggiunto - ma non è semplice».
Subito, attorno all’anziano parroco, si è radunato un folto grappolo di residenti, i toni si sono accesi ed è stato solo grazie alla pazienza degli agenti delle Volanti che la situazione non è degenerata. «Il problema - ha spiegato una signora - è che siamo esausti: tra prostituzione, spaccio e nomadi che occupano abusivamente cantine, stalle e depositi, non siamo più liberi neppure nelle nostre case». «Ci sentiamo abbandonati - ha rincarato la dose un’altra residente, la prima ad impugnare il cellulare e chiamare la Questura -: ci dispiace per queste persone, ma non si può violare così le proprietà altrui. In più, se avessero avvisato il parroco e chiesto il permesso, le cose sarebbero andate diversamente».
Ma dopo ore di telefonate, attese e mediazioni, la famiglia tunisina ha abbandonato l’edificio, e sotto al campanile è tornata la pace. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    15 Novembre @ 22.00

    Certe persone invece di sostenere solo a parole questi poveretti dovrebbe, se nella disponibilità, ospitarli a casa loro, come quelli di Rete Diritti della Casa o i comitati di benvenuto, anche la Chiesa che non perde occasione dicendo che vanno accolti! nonostante sia la prima proprietaria di immobili in Italia; ma costoro si danno da fare per cercare alloggi o quantaltro ( es. sanità gratuita a tutto il mondo) con i danari pubblici (ormai finiti da un pezzo) quindi debiti che chi lavora con i già magri stipendi dovrà pure riappianare. Il politico sembra stia dormendo, ma di tassare pesantemente le case vuote, emergerebbe l'affitto in nero ed aumenterebbe la disponibilità abitativa, non vuol sentirne parlare e che il volgo si scanni non gliene importa molto.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cannes, tris di bionde per la Coppola

cinefilo

Cannes, tris di bionde per la Coppola Video

Esauriti ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

MUSICA

Esauriti gli ultimi 20mila biglietti per Vasco a Modena

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester

MUSICA

I Simple Minds salgono sul palco di Manchester Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

A Parigi, per dodici mesi tra paesaggi e ritratti

VIAGGI

Parigi val bene un weekend. Ecco i nostri consigli

di Luca Pelagatti

Lealtrenotizie

Amministrative, sondaggi nazionali sul «caso Parma»

VERSO IL VOTO

Amministrative, sondaggi nazionali sul «caso Parma»

Criminalità

Successo per le «ronde elettroniche»

play-off

Parma qualificato

Viabilità

Cominciati i lavori sulla provinciale Monchio-Corniglio

IN BICI

Nuova ciclabile: pedaleremo in sicurezza tra Gaiano e Ozzano

TRAVERSETOLO

Ragazzini danneggiano un tendone. Il sindaco li «denuncia» sui social

Salsomaggiore

Lo struggente addio a Monia Lusignani

Lutto

San Polo piange Eva Meldi, storica cuoca dell'asilo

PLAY-OFF

Nocciolini e Baraye stendono il Piacenza: 2-0. Un Parma concreto vola ai quarti

Nocciolini: "Nel mio gol, cross da Serie A di Scaglia" (Video)Grossi: "Finalmente il Parma" Videocommento - Baraye: "L'importante è non mollare mai" - Oggi alle 15.30 il sorteggio, mercoledì l'andata. Passano Alessandria, Lucchese, Livorno, Lecce, Pordenone, Cosenza e Reggiana

play-off

Sondaggio: chi vorreste incontrare ai quarti? (Guarda la griglia)

via trento

Alcol a chi era già ubriaco: negozio "punito" fino a fine ottobre

8commenti

LA STORIA

Radio Deejay: love story autista bus - passeggera, impazza il gossip parmigiano

2commenti

gazzareporter

Scherzi a parte? No, via Montebello, strada dei parcheggi assurdi Foto

SPECIALE ELEZIONI 2017

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

2commenti

allarme

Sorbolo, "quei ragazzini che fingono di finire sotto le auto"

5commenti

anteprima gazzetta

Il voto a Parma, un "laboratorio" per tutta l'Italia

Nell'edizione di domani: bocconi avvelenati, scherzi pericolosi di ragazzini a Sorbolo e Traversetolo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Manchester, la famiglia di Abedi avvertì della sua pericolosità. Identificate le 22 vittime

2commenti

visita

Trump dal Papa. Per Melania e Ivanka non solo Dolce Vita Gallery

SOCIETA'

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

cinema

A Cannes il ritorno di Irina (splendida e sexy) a due mesi dal parto

SPORT

CALCIO

Due a zero all'Ajax: il Manchester United vince l'Europa League

formula 1

Gp di Monaco, è già sfida Vettel-Hamilton. E torna Jenson Button

MOTORI

MOTORI

Nuova Volvo XC60, ancora più qualità e sicurezza

CAMBIO

L'automatico manda in pensione il manuale? I 5 miti da sfatare