12°

25°

Quartieri-Frazioni

Un nuovo bosco per "neutralizzare" la tangenziale

Un nuovo bosco per "neutralizzare" la tangenziale
12
Un nuovo bosco di 150 alberi e arbusti è stato piantato nello svincolo della tangenziale di via Paradigna, grazie alla ditta Sinfo One di Parma e alla collaborazione di Sodales Onlus. Sono inoltre in corso le operazioni, a spese del Comune, di messa a dimora di 52 piante e oltre 700 arbusti nello svincolo autostradale dell’A1, tra via Rastelli, l’Asolana e via San Leonardo. 
Nell’area verde di via Paradigna sono stati piantati aceri, frassini, bagolari e tante altre varietà di piante ed arbusti, trasformando quello spazio a ridosso della tangenziale in un piccolo bosco. 
Entrambi gli interventi (via Paradigna e via Rastelli) rientrano nel programma di biocompensazioni per il miglioramento della qualità ambientale previste dal Comune di Parma, e si vanno ad aggiungere a quelle effettuate negli ultimi anni. 
Nel 2010 sono stati piantati oltre 500 nuovi alberi, che si vanno a sommare agli altri 442 messi a dimora nei due anni precedenti, per un totale di circa 950 nuove alberature in città: 255 nel 2008 e 187 nel 2009, con gli interventi più importanti al Bizzozero, in via Muratori, via Atleti Azzurri d’Italia, via Einstein e via Traversetolo. Parma è la prima città in Regione ad aver introdotto le biocompensazioni nella lotta contro gli inquinanti dell’aria, nell’ambito dell’accordo di programma per la Tutela della qualità dell’aria. Il Comune di Parma, infatti, ha avviato nel 2008 una collaborazione con l’IBIMET di Bologna, Istituto del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), da tempo impegnato in ricerche volte a studiare i benefici delle piante nella mitigazione del microclima urbano, e in particolare sulla capacità di assorbimento di CO2 atmosferica e delle emissioni di composti organici volatili. A tale scopo è stato creato un database di piante idonee per le varie condizioni micro-climatiche urbane.

Via Paradigna, uno dei primi esempi di sponsorizzazione ambientale
L’intervento di biocompensazione su via Paradigna è stato possibile grazie alla ditta Sinfo One di Parma e alla collaborazione di Sodales Onlus. La piantumazione e successiva manutenzione dell’area verde è stata assegnata alla cooperativa sociale Cigno Verde. 
La biocompensazione nello svincolo della tangenziale su via Paradigna è uno dei primi contratti di sponsorizzazione ambientale approvati dall’Amministrazione comunale. 
L’azienda, in cambio di uno spazio pubblicitario su appositi cartelli, si impegna a riqualificare lo spazio verde e a garantirne la manutenzione per tre anni. Questa soluzione consente al Comune di risparmiare denaro per la cura del verde e stimola i cittadini a partecipare alla gestione della cosa pubblica. 
Il contratto di sponsorizzazione offre la possibilità a realtà private (aziende, ma anche associazioni) di provvedere alla manutenzione delle aiuole interne alle rotatorie e delle aree verdi o di allestirle ex novo. In cambio, il Comune si impegna a pubblicizzare il nome dello sponsor attraverso appositi cartelli posizionati nell’area verde.
Le risorse risparmiate potranno essere così utilizzate per dar vita ad altri progetti e migliorare la gestione del verde. 
Sinfo One
Sinfo One  è un'azienda di sviluppo software per la gestione d’impresa, consulenza organizzativa e direzionale, system integration, servizi alle imprese e consulenza tecnologica. Combinando esperienza e competenza in tutte le aree di business con una costante attività di ricerca e formazione Sinfo One lavora a fianco delle aziende italiane per aiutarle a raggiungere risultati d'eccellenza.
Sodales Onlus
La Sodales onlus si occupa dal 2005 di promuovere e divulgare le tematiche ed i risultati delle ricerche relative all'ecologia, al recupero energetico, all'impronta ecologica, alla valorizzazione ed al rispetto della natura e dell’ambiente. Lo studio dell'impronta ecologica presso Sinfo One è stato possibile grazie al finanziamento FSE/Regione Emilia Romagna, ottenuto tramite Cisita Parma e relativo al progetto “Oltre la crisi: strumenti e metodi per mantenere la rotta della competitività”.
La Cooperativa Cigno Verde è una realtà, promossa da Legambiente di Parma, specializzata in attività nel campo ambientale (progettazione di interventi di ripristino ambientale e manutenzione del verde urbano). Dal 1997 Cigno Verde è  una cooperativa sociale  impegnata nell’inserimento lavorativo di persone con problematiche fisiche o sociali di diversa natura : invalidi fisici, detenuti, ex detenuti.
 
I benefici apportati dagli alberi sono di carattere ambientale, sociale, salutistico ed economico: 
FUNZIONI AMBIENTALI
assorbimento di CO2 (stoccaggio del carbonio): una pianta di 23-30 cm di diametro assorbe circa 30 kg di CO2 all’anno, rilasciando una quantità di ossigeno equivalente a quella necessaria per la vita di 10 persone. Le emissioni annue di CO2 di un’auto sono compensate da 20 alberi; miglioramento della qualità dell’aria: riassorbimento degli inquinanti quali ozono(O3), polveri sottili (PM10), biossidi di azoto (NO2), anidride solforosa (SO2); depurazione delle acque; 
riduzione dell’inquinamento acustico: fasce di vegetazione lungo le strade possono ridurre i rumori del 70-80%; mitigazione climatica: attraverso la traspirazione le piante refrigerano l’aria. Un albero è in grado di traspirare 400 litri al giorno.
FUNZIONI ECOLOGICHE
tutela della biodiversità locale; costituzione di reti ecologiche urbane e periurbane.
FUNZIONI ECONOMICHE
risparmio energetico (riduzione spese condizionamento del 10-50%); incremento del valore degli edifici (fino al 15%); diminuzione spese sanitarie per i benefici alla salute psico-fisica. La semplice visione della vegetazione riduce il battito cardiaco e favorisce l’abbassamento della pressione; promozione della mobilità sostenibile (non motorizzata - es. percorsi ciclabili, pedonali, ippovie) grazie allo sviluppo di una rete di “greenways”.
FUNZIONI SOCIALI
elemento estetico-paesaggistico; opportunità di svago, incontro, attività culturali e sportive;  ripristino del contatto quotidiano con la natura;  ruolo educativo: l’osservazione e lo studio della natura possono aiutare a creare un atteggiamento più rispettoso nei confronti dell’ambiente.
 
Le dichiarazioni
“Parma è la prima città in Regione ad aver applicato il sistema delle biocompensazioni per ridurre l’inquinamento atmosferico. Ricordo che circa venti alberi riescono a compensare le emissioni inquinanti prodotte in un anno da un’automobile, e che le 500 alberature messe a dimora nel corso del 2010 vanno a compensare benissimo le poche piante abbattute a causa dei cantieri. Ma il verde non ha solo effetti positivi sull’ambiente. Le piante contribuiscono a migliorare anche l’estetica del paesaggio”, spiega il sindaco Pietro Vignali.
 
“Con questo intervento diamo seguito ad una promessa fatta in occasione della Festa dell’albero, quando vennero piantati 35 alberi nella zona di via Pertini. L’Amministrazione intende proseguire sulla strada delle biocompensazioni, perché attraverso la qualità del verde passa la qualità della vita di tutta la città”, aggiunge l’assessore all’Ambiente Cristina Sassi.
 
“L’attenzione del privato nei confronti delle tematiche ambientali è un segnale di grande sensibilità. Questo boschetto contribuirà a mitigare l’inquinamento atmosferico”, ricorda Angela Zaffignani, Responsabile del Verde pubblico.
 
“Come azienda siamo molto attenti alle tematiche ambientali e al risparmio energetico per produrre sempre meno inquinamento. Questa filosofia stiamo cercando di estenderla anche ai nostri clienti”, conclude Rosolino Pomi, presidente di Sinfo One.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano Melani

    16 Ottobre @ 14.31

    Chiedo perchè non lo so: ma in inverno, quando cadono le foglie, quegli arbusti, continuano ad assorbire i gas nocivi?

    Rispondi

  • Kenny

    16 Gennaio @ 11.01

    E per neutralizzare l'inceneritore, quanti boschetti serviranno ??? Grande Vignali !!!

    Rispondi

  • cris

    15 Gennaio @ 21.23

    Bosco? Cos\\\'è ZELIG? Mi sento vagamente preso in giro!

    Rispondi

  • franco

    15 Gennaio @ 18.46

    ALLORA I "BOSCHI DI CAREGA"..... SONO LA FORESTA AMAZZONICA!!!! D'ORA INNANZI SAREMO LA PRIMA PROVINCIA D'ITALIA (IL SOLITO PRIMATO DI PARMA....ORA ANCHE "CAPITALE DELLA FORESTA") AD AVERE UNA FORESTA PLUVIALE NEL NOSTRO TERRITORIO........"NOI NUMERO 1"

    Rispondi

  • Andrea Bottioni

    15 Gennaio @ 18.44

    Caro sindaco avanti tutta. Siamo già pieni di debiti ma continuiamo pure a sputtanare denaro publico. Anzichè investire in un vero progetto serio e di grande emancipazione sociale (e io sono anni che ne ho uno nel cassetto), pensando a come fare per disincentivare l\'uso dell\'automibile migliorando e semplificando la vita di tutti e, parallelamente, risparmiando centinaia di migliaia di euro che potrebbero essere reinvistiti , tamto per fare un esempio, nella slute pubblica e in aiuti alle famiglie in difficoltà, buttiamo soldi per fare passerelle che non servono e piantare quattro rami secchi che alla fine non serviranno a nessuno perchè costera troppo curarli e nel giro di pochi mesi, e mi riferisco a questi utimi, saranno solo spazzatura organica buona solo per cosa non si sa. Chi ci guadagnerà invece, saranno solo le ditte alle quali verranno o sono stati, apaltati i lavori.\r\nTi Voglio ricordare, caro Sindaco, che tutto quello che fai costruire poi vuole anche manutentato e se non ci sono i soldi per farlo, allora è meglio non costruire perchè in queto caso sarebbero solo soldi buttati. Ricordatelo sempre , i soldi che spendi non sono tuoi ma i nostri.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Parma? La Jolie si consola con Johnny Depp...

GOSSIP

Parma? La Jolie si consola con Johnny Depp...

Hacker ruba foto di Pippa Middleton: arrestato 35enne

Londra

Hacker ruba foto di Pippa Middleton: arrestato 35enne

Cagnotto, matrimonio da favola

Gossip Sportivo

Cagnotto, matrimonio da favola

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La Gazzetta lancia una sottoscrizione con Cariparma

TERREMOTO

La sottoscrizione della Gazzetta con Cariparma

2commenti

Lealtrenotizie

Rincasa dopo la messa: scippata

Criminalità

Rincasa dopo la messa: scippata

Rivalità

Parma meglio delle città vicine? È polemica

6commenti

Parma

Corsie preferenziali sul Lungoparma: si parte con le nuove regole

1commento

Furto

I ladri del sabato sera

Lutto

Aleotti, per due anni mangiò bucce di patata

QUATTRO CASTELLA

Agricoltore investe col trattore e uccide il figlio di 8 anni

La disgrazia in un fondo nel reggiano. Indagano i carabinieri

1commento

EDITORIALE

L'Italia che dice no «perché siamo incapaci»

INTERVISTA

Enrico Vanzina: "Sono un creatore di piccoli sogni"

Fidenza

Parcheggi: i più economici della provincia

Gazzareporter

Pecore al pascolo nel greto... a Parma Video

Fontevivo

Restori, il geometra più longevo d'Italia

Parlano gli ex

Parma, il 3-5-2 è il modulo vincente?

borbone parma

In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico Le foto

C'era anche il re d'Olanda, uno dei padrini

12commenti

festa

San Ruffino: è festa per Giulia, campionessa della porta accanto Foto

stessa posa, stesso luogo

Oggi come ieri: sorrisi e nostalgia Gallery Inviateci le vostre foto

1commento

Politica

M5S, Roberta Lombardi: "Lo spartiacque è l'anno della vittoria a Parma

"Di Maio e Di Battista bravi comunicatori ma non hanno un ruolo politico"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Rivoluzionari con le case degli altri

SONDAGGIO

Parma è meno ordinata di Reggio e Piacenza?

ITALIA/MONDO

TORINO

Droga e prostituzione: banda sgominata grazie a un'App "spia" sul cellulare

Svizzera

Il Canton Ticino "respinge" i frontalieri italiani

SOCIETA'

hi-tech

Google sfida WhatsApp con Allo

Parma

"Mangia come scrivi": la serata "Alice's Restaurant" dedicata a cibo e rock Foto

SPORT

Basket

Show Olimpia, Supercoppa biancorossa

400 metri ostacoli

Folorunso, un nuovo acuto: vittoria e primato personale

MOTORI

ANTEPRIMA

Opel, la Karl
diventa Rocks

IL TEST

Kia cee'd,
che sorpresa
il tre cilindri