-2°

Quartieri-Frazioni

Carlo Fragni, il gommista stakanovista di via San Leonardo

Carlo Fragni, il gommista stakanovista di via San Leonardo
0

Margherita Portelli

L’espressione seria è cucita sul volto: inflessibile, non si piega a un sorriso neanche su esplicita richiesta. Ma la cordialità non sempre si misura in espressioni. Lui, infatti, è uno di quei «pramzàn» vecchio stampo cui bastano pochi minuti per sciogliere il ghiaccio e far trasparire una simpatia innata che, probabilmente, è tra i segreti della sua longeva attività.  Carlo Fragni, gommista in via San Leonardo da 45 anni (e lavoratore instancabile da oltre 55), supera in fretta la barriera della ritrosia se gli si chiede di raccontare la sua vita professionale: le mani in mano, lui, pare non averle mai avute. «Prima di diventare un   gommista feci mille tipi di lavori: ho consegnato il latte, ho fatto le lapidi al cimitero, sono stato il fattorino di un’azienda di medicinali -  dice Fragni circondato da pile di copertoni nella sua officina -. Per un periodo ho lavorato in una fabbrica dove si costruivano le gomme e, infine, a 16 anni, trovai la mia strada diventando gommista. A  24  anni mi sono messo in proprio e, da allora, sono qui». Il suo piccolo «regno» colorato, al civico 54/A di via San Leonardo, pare non aver subito grandi evoluzioni nei decenni e l’atmosfera ricorda quella  delle officine di un tempo: «Ad essere cambiato è il modo di lavorare - racconta il sessantanovenne -. Una volta si faceva tutto a mano: chiavi, leve e olio di gomito. C’era da farsi i muscoli. Oggi ci sono diverse macchine che agevolano e velocizzano il lavoro». Si capisce in fretta perché questo «professionista del pneumatico» faccia fatica ad andare in pensione: lui, che da ragazzo durante il giorno lavorava in officina, la notte spesso faceva assistenza in autostrada e all’alba (dalle 5 alle 8) andava ad aggiustare le gomme dei trattori, non riesce a concepire di starsene a casa inoperoso. Con i suoi giovani collaboratori porta avanti un mestiere che  ancora lo appassiona: «Certo, molte cose sono cambiate.  Ma l’amore per il lavoro vince su tutto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto via Doberdò

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria