15°

Quartieri-Frazioni

I problemi di San Prospero e la verità sulla bretellina

0

 Gentilissimo direttore,

devo necessariamente rispondere alla signora Simona Lamberti di San Prospero, perché oltre ad avere già espresso ripetutamente una serie di pesanti, quanto gratuiti giudizi nei confronti del sottoscritto, lascia anche intravedere, con le sue lettere, diverse inesattezze sull’ipotesi della strada di circonvallazione, che non ritengo giusto lasciare senza risposta immediata, ma soprattutto per non minare alla radice quella semplice, poco costosa e soprattutto immediatamente fattibile idea scaturita al sottoscritto, dopo l’attento ascolto delle vere necessità degli abitanti della frazione di San Prospero che la attende, da qualche decennio, per ovviare al caotico e pesante traffico presente nella zona.
Ed è proprio partendo da questa premessa che le chiedo lo spazio necessario per illustrare nel modo corretto e completo quanto di questa iniziativa progettuale è stato fino ad ora portato avanti da parte di questo assessorato Lavori pubblici ovviamente con la piena e convinta condivisione del sindaco.
Dalle numerose riunioni infatti che il sottoscritto ha svolto in questi due anni, presso i consigli di Quartieri Lubiana e San Lazzaro, in quanto entrambi interessati, nonché dagli incontri pubblici effettuati con la popolazione e infine dalle indicazioni di singoli cittadini, è maturata nel sottoscritto la convinzione, se mai ce ne fosse stato bisogno, che il problema dei problemi di San Prospero sia, prima di tutti gli altri pur importanti, quello di togliere al più presto il traffico pesante dal centro del paese e consentire così, ai pedoni ed ai ciclisti in primis, la libera circolazione in sicurezza all’interno della frazione.
Proprio per rispetto a questo io credo che la signora Lamberti avrebbe dovuto, prima di cominciare a scrivere sulla Gazzetta circa costi o tracciato di un progetto che ancora non esiste e che rimane purtroppo ancora, per gli abitanti di San Prospero, solo una semplice idea del sottoscritto, avrebbe potuto e dovuto rivolgersi alla mia segreteria, come invece hanno fatto numerosi altri abitanti, al fine di informarsi e comprendere meglio in che cosa consistesse l’idea e magari fugarne così, gli eventuali dubbi o, se del caso, fornire utili suggerimenti.
E veniamo alla presentazione sommaria dell’idea progettuale che avevo già avuto modo di illustrare sulla Gazzetta nel mese scorso, spronato a ciò anche dall’amico Boschi, con cui correttamente, avevo già avuto modo di scambiare sia le mie opinioni che che di valutare altresì, le sue appassionate sollecitazioni.
Il tracciato della bretellina di San Prospero ipotizzata dal sottoscritto, è una bretellina che nulla ha a che vedere con la via Emilia Bis, che rimarrà la nostra vera e funzionale tangenziale, ma che però rimarrà purtroppo irrealizzabile, almeno per il prossimo ventennio, sia per la carenza dei finanziamenti necessari (25/30 milioni di euro), sia per le immancabili lungaggini delle varie autorizzazioni obbligatorie (FF.S.- ANAS - Regione - Società Autostrade - Provincia e Comune).
La nostra ipotesi sarà invece una nuova strada interna alla ferrovia, che verrebbe realizzata partendo dall’ ultima rotatoria, conclusa nel mese scorso, all’incrocio della via Viazza, ad est di San Prospero che punterebbe verso nord, cioè fino alla ferrovia MI-Bo, poi proseguirebbe in adiacenza alla medesima, passando sotto l’esistente cavalcavia, per poi infine ripiegare nuovamente sulla via Emilia, in una nuova rotatoria da realizzarsi prima del paese e quindi prima di via Capra, lasciando così libero tutto San Prospero dal massacrante traffico purtroppo oggi ancora grandemente esistente.
Il tracciato ipotizzato, nonostante la sua indiscussa validità, come si può vedere dalla planimetria allegata, ha infatti già ottenuto un primo parere positivo sia del Compartimento Anas di Bologna, sia degli uffici Viabilità del Comune, anche se è pur vero che, in vicinanza del sovrapasso ferroviario esistente su via Capra, la nuova strada si verrebbe a trovare ad una distanza dalla scuola materna oggi esistente, ad una distanza di circa 45 metri.
In merito a questo evidente problema, vorrei tranquillizzare la sua gentile lettrice e tutti quanti potessero avere giustificate perplessità in merito alla vicinanza della ipotizzata strada alla suddetta struttura scolastica, in quanto una distanza dell’ordine di circa 45 metri, può comunque ragionevolmente consentire di realizzare tutte le opere di mitigazione acustica ed ambientale necessarie ed essere così in grado di ridurre considerevolmente ogni problematica ambientale.
Proprio per questo il sottoscritto, nei giorni scorsi, nelle forme più corrette e democratiche possibili, ha incontrato i rappresentanti di detta scuola materna, per comprendere quali potrebbero essere le eventuali soluzioni da adottare nel caso si procedesse alla realizzazione della suddetta bretellina o per valutare l’eventuale trasferimento della medesima scuola in caso di impossibilità a risolvere detto problema ambientale.
Aggiungo poi, a maggior chiarimento dei suoi lettori che, sulla questione scolastica della frazione, nel mese scorso, il sindaco ha inaugurato, proprio nel centro di San Prospero, una nuova e funzionale scuola per l’infanzia, dotata di ogni accessorio, tecnologicamente avanzata, baricentrica e dotata di ampi spazi verdi attrezzati a disposizione della scuola stessa.
Ecco caro direttore, credo quindi che sarebbe stato più corretto e utile, anche per la signora Lamberti, affrontare il problema in modo diverso e cioè prima informandosi e poi dopo, con la massima libertà, criticare l’eventuale proposta che potrebbe derivare dall’esame delle varie possibilità, che ripeto, è ancora oggi in fase di ampio approfondimento.
Giorgio Aiello
Assessore ai Lavori pubblici
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar: così il Versace finisce per terra e lei si butta in piscina

come in un film

Halle Berry si libera del vestito degli Oscar e si tuffa Video

Montalbano torna, supera i 10 milioni e fa il 40%

televisione

Montalbano, ritorno record: supera i 10 milioni

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Arrestate due cittadine rumene

cittadella

Scippavano anziani: rom arrestate da un poliziotto fuori servizio

INCHIESTA

Alberi, sigilli a una casa famiglia per anziani. Tre indagati

da mantova a parma

Furto a un distributore, un moldavo in manette

autostrada

Incidente tra due camion a Fiorenzuola: code verso Fidenza

Consiglio comunale

Rifiuti e sicurezza: oggi Consiglio comunale Diretta dalle 15

opportunita'

Venti nuovi annunci per chi cerca un lavoro

Welcome day

Studenti Erasmus, benvenuti a Parma Fotogallery

L'ALLARME

Droga, a Parma ogni anno 400 segnalati alla Prefettura

3commenti

La traversata

Quei velisti con Parma nella cambusa

Mercati esteri

Sicim, tris di commesse per 200 milioni di dollari

Amarcord

Prati Bocchi, 67 anni di amicizia

meteo

Tornano pioggia, vento e neve sulle alpi

Langhirano

E' morto Pierino Barbieri

1commento

Scomparso

«Benito, come un padre per tanti di noi»

FOCUS

Monticelli? Mancano spazi per i giovani

LEGA PRO

Parma, Frattali out: in porta arriva Davide Bassi. Il Pordenone travolge il Bassano

L'estremo difensore era svincolato dall'Atalanta, nel suo passato anche Empoli e Torino

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

il CASO

Dj Fabo ha morso il pulsante per il suicidio assistito

2commenti

TREVISO

Il Comune licenzia dipendente assenteista

SOCIETA'

caffè

A Milano lo Starbucks più grande d'Europa

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

SPORT

inghilterra

Ranieri: il tributo (mascherato) dei tifosi del Leicester Gallery

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia