19°

Quartieri-Frazioni

Piazzale Inzani: i divieti non fermano il degrado

Piazzale Inzani: i divieti non fermano il degrado
32

 Livio Lazzari

A quasi un anno dall’ordinanza comunale che vieta il consumo di alcolici dalle 17 alle 7 di mattina, in piazzale Inzani c'è un cartello, unico nel suo genere, in cui il divieto è espresso in arabo. Abbiamo trascorso un pomeriggio nel quartiere, raccogliendo le impressioni dei residenti e dei commercianti e tastando con mano una realtà ancora troppo distante dalla tanto auspicata integrazione culturale.

«Abito qui da quasi due anni e ci tengo a sottolineare che non sono un razzista» - racconta uno studente. «Quello che posso dire però, è che gli immigrati che stazionano sulle panchine della piazza durante la giornata sono molesti e rumorosi. Spesso ho assistito ad episodi spiacevoli. Una volta un mio condomino è uscito di casa brandendo una vanga contro gli immigrati, esasperato dai loro schiamazzi. Un’altra mi è capitato di vedere un rissa tra stranieri in cui sono apparsi anche dei coltelli. Ho intenzione di cambiare casa e non sono l’unico, perché è diventato impossibile studiare e dormire in santa pace. Qui è una vera emergenza sociale in cui alcolismo e tossicodipendenza sono due facce della stessa medaglia». Nonostante gli sforzi dell’amministrazione comunale, i bivacchi qui durano spesso tutta la giornata. Extracomunitari si riforniscono di bottiglie di birra e di vino nei mini market del quartiere, espletano le loro funzioni corporali sui cigli della strada o sulle ruote delle macchine dei residenti e abbandonano i rifiuti tra le panchine e gli alberi del piazzale

(...)   L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Silvio B.

    28 Marzo @ 00.08

    Chiedo venia per l'errore di ieri nel commento dove invitavo uil Sig. Sindaco a controllare tramite le telecamere installate in Ple Inzani o Erroneamente messo il nome di Ubaldi come sindaco ( Forse perchè ero rimasto colpito dalla notizia del suo ricover, Gli auguro uina pronta guarigione) ma Volevo rivolgermi ovviamente al Sig. sindavo VIGNALI.

    Rispondi

  • Angelo

    27 Marzo @ 22.04

    @sig.rina Silvia, mi spiace ma non sono d'accordo con la sua descrizione della situazione in piazzale Inzani proprio ieri una delle persone immigrate che stazionano da alcuni anni sotto casa sua e che si può vedere spesso in un bar di strada D'Azeglio mentre stava urinando sull'auto di mia moglie è stato da me invitato a tornare al bar da dove era appena uscito ad espletare i suoi bisogni .La sua risposta è stata: pensa ai c...i tuoi tu e quella p.....a di tua madre. Stavo per reagire e solo la presenza occasionale di un assessore del Comune di Parma ha impedito che la cosa degenerasse. Sono persone sempre più arroganti e aggressive sarebbe ora che le Autorità preposte se ne rendessero conto perchè quando la situazione e l'autocontrollo sfuggirà di mano a qualcuno sarà in parte anche loro responsabilità

    Rispondi

  • www.gazzettadiparma.it

    27 Marzo @ 20.21

    @ Matteo - Non è un mistero che certe parole usate fuori dal loro contesto siano un'offesa. Facciamo un esempio di carattere generale e semplice: la parola "asino" esiste, è un animale... ma se scrivo che il sig. XY è un asino, ovviamente la stessa parola non è più innocente, diventa un'offesa. Dubito che lei sappia davvero se gli immigrati di cui parla siano tecnicamente beduini, cioè tutti provenienti da certe tribù del deserto del Sahara... quindi il termine "beduino" usato in questo contesto, nel modo in cui lei lo usa nel suo messaggio delle 10,16, appare usato in modo offensivo. Lei dice che spesso viene censurato? La risposta alla sua protesta la dà lei stesso nel suo messaggio, quando scrive " qualche offesa mi scappa spesso". Le offese gratuite e le frasi diffamatorie prendono la via del cestino. Si può discutere con tutti, ma esistono regole da rispettare. (A.V.)

    Rispondi

  • gialloeblu

    27 Marzo @ 19.54

    "il bicchiere è colmo....attenzione"......questa me la PUBBLICATE?????

    Rispondi

  • Silvia

    27 Marzo @ 14.20

    Voglio riportare la mia esperienza a quanto pare piuttosto anomala!! Vivo in P.le Inzani e non mi pare che la situazione sia così degradante. Vivo da sola e sono una ragazza e non ho paura di uscire di casa o di rientrare da sola la sera tardi, anche perchè dopo le 23 non ho mai visto nessuno occupare il piazzale. E' vero tutti i giorni ci sono gruppi di immigrati che bevono, mangiano e chiacchierano a voce alta tra di loro, ma non sono mai stata importunata (al massimo ho sentito esclamare un "ehi ciao bella!!", esclamazioni che si possono sentire ovunque e da chiunque) o visto importunare nessuno, non ho mai assistito a scene di litigi (visti in altre zone della città) o di accoltellamenti. Di notte non ho mai sentito schiamazzi o roba del genere, piuttosto urla, risate e "schitarrate" di studenti che proseguono le loro serate fino a mattina (non che questo sia intollerabile da parte mia, sono stata studente anch'io)!! Credo invece che si sia abbassato molto il livello generale di tolleranza quando si tratta di immigrati!! Qual è il disturbo che recano?? I loro vocioni durante la giornata? Beh credo che in centro ci si debba un po' rassegare visto che queste zone sono abbastanza vive per il flusso di persone che confluisce!! Ho vissuto in altre zone centrali non considerate degradate eppure il vociferare perpetuo giornaliero e urla di gente esaltata dall'alcool e non solo erano piuttosto ricorrenti! Danno fastidio perchè bevono alcool e potrebbero esser pericolosi? Ripeto esistono posti della città dove l'alcool è frequente e con gradazioni più elevate di qualche birretta o vino tavernello! Non voglio essere l'avvocato difensore di nessuno, però credo che siamo arrivati ad un punto dove la sola presenza dell'immigrato irrita gli animi della gente! Io penso che sarebbe meglio conoscere piuttosto che chiudersi in un guscio e continuare a insinuare che "stanno rovinando la nostra cultura e il nostro paese", cosa che aimhè facciamo noi stessi italiani con le nostre scelte, ma preferisco non entrare nel merito!!! In conclusione voglio dire che non è bello etichettare un quartiere o dare colpe a persone che anche se bevono e stazionano il piazzale non recano alcun danno, poichè i loro comportamenti sono riscontrabili in mille altre persone di qualsiasi nazionalità in diverse parti della città!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il terrore e la città bloccata: il video di un parmigiano a Londra

LONDRA

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni

Lealtrenotizie

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

VIA VOLTURNO

Ospedale, rispunta un parcheggiatore abusivo. Fermato un nigeriano

Identificate e sanzionate altre sette persone

4commenti

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

3commenti

CROCETTA

Via Emilia Ovest, cinese 25enne investita. Non è in pericolo

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Fiere di Parma

MecSpe, il cuore del salone è l'Industria 4.0

Droga

San Leonardo ostaggio dei pusher: ecco come funziona "il rito"

16commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

2commenti

tg parma

Giornate del Fai: 3 tappe per celebrare la storia parmense Video

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

3commenti

Carcere

Pagliari interroga il Governo: "Serve un direttore a tempo pieno"

Il senatore replica alle accuse del sindaco

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

1commento

I FUNERALI

L'addio a Fadda. «Giovanni adesso è insieme a Dio»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

1commento

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

1commento

terrorismo

Londra, l'attentatore si chiamava Khalid Massood

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

GAZZAREPORTER

Che bell'arcobaleno a Langhirano

SPORT

Formula 1

Vettel: "Mai guidata una F1 più veloce"

lega pro

Parma, Lucarelli: "Crediamo nella B". Domani ritiro anticipato Video

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»