-2°

10°

Quartieri-Frazioni

Via Volturno, pista ciclabile su entrambi i lati. Restano i posti auto

Ricevi gratis le news
7

Comunicato stampa

La nuova pista ciclabile di via Volturno verrà realizzata in entrambi lati, mantenendo così gli stalli di sosta presenti nella strada, e andando così a soddisfare le richieste avanzate nei mesi scorsi dai cittadini, dai negozianti e dai consiglieri del quartiere Molinetto. La variante al progetto iniziale, approvata nel corso dell’ultima riunione di Giunta, è il risultato di un lavoro di mediazione e ascolto portato avanti dall’Amministrazione comunale, con Quartiere e cittadini. Con il preciso intento di soddisfare le esigenze di tutti: dei residenti e negozianti nel mantenere i parcheggi esistenti e del Comune nel garantire la sicurezza dei ciclisti.

In corrispondenza del parcheggio dell’ospedale e della Facoltà di Biotecnologie, il progetto prevede anche la realizzazione di due rotatorie.

Il costo complessivo dei lavori, di pista ciclabile e rotatorie, affidati alla Cospe di Collecchio, è di 950mila euro e la fine del cantiere è prevista in estate.

La nuova pista ciclabile, che collegherà piazzale Barbieri a via Fleming per una lunghezza complessiva di circa 980 metri, verrà realizzata su entrambi i sensi di marcia - non più quindi solo a Nord o solo a Sud, come ipotizzato invece in un primo momento - in seguito all’allargamento del marciapiede a 2,20 metri. In questo modo si creeranno due collegamenti ciclopedonali a destra e a sinistra promiscui, senza però andare a ridurre il numero degli stalli di sosta esistenti lungo la strada. Va inoltre ricordato che l’Amministrazione ha valutato i suggerimenti progettuali presentati dall’associazione Bicinsieme Fiab Parma, riconosciuta dal ministero dell’Ambiente come rappresentante dei cittadini ciclisti.

Le rotatorie - Oltre alla pista ciclabile, il progetto prevede la realizzazione di due rotatorie in corrispondenza degli accessi ai parcheggi della Facoltà di Biotecnologie e dell’ospedale. La prima rotatoria sarà circolare e servirà per entrare e uscire dal parcheggio dell’ospedale, mentre la seconda, ellittica, servirà l’area di accesso alla Facoltà. Sul lato nord della strada verranno posizionati nuovi pali di illuminazione, che non andranno però ad interferire con la pista ciclabile.

"La nuova pista ciclabile - assicura l’assessore ai Lavori pubblici, Giorgio Aiello - nasce dall’ascolto delle esigenze dei residenti e dei commercianti della zona, i quali chiedevano di ridurre al minimo la soppressione degli stalli di sosta. Con questo progetto possiamo dire di aver raggiunto l’obiettivo, in quanto grazie all’allargamento dei marciapiedi su entrambi i lati della strada non andiamo a togliere nemmeno un parcheggio per le auto. Anche se è innegabile che per far questo abbiamo dovuto sacrificare la larghezza della pista stessa che è inferiore alle altre presenti in città”. “Inoltre, - conclude Aiello - abbiamo dimostrato che, ragionando insieme, anche i problemi più complessi possono trovare una felice soluzione grazie alla piena condivisione di tutti, comitati, quartiere, commercianti e forze politiche di maggioranza e di minoranza".

“La pista ciclabile di via Volturno nasce dal Biciplan, un progetto elaborato dall’assessorato alla Mobilità e approvato dal Consiglio comunale nel 2009, e rientra nell’ampliamento della rete ciclabile presente in città voluto da questa Amministrazione”, ricorda l’assessore alla Mobilità Davide Mora. “La realizzazione di nuove piste ciclabili - afferma Mora - serve per garantire spostamenti in sicurezza ai ciclisti e contribuire a diminuire l’uso dell’automobile all’interno della città".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Alex

    28 Marzo @ 12.15

    Mah...inizio a credere che chi fa le piste ciclabili non gira in bici. Non capisco perche fare delle piste ciclabili ridotte dove passerano di sicuro anche dei pedoni creando scompiglio per entrambi.... Con tutte le case che ci sono e vialetti di entrate a case e garage si mette anche a rischio ciclisti che passano tranqilli ma spesso non sono visti da automobilisti che stanno facendo manovra uscendo di casa. Se si aumenta la larghezza del marciapiede, si lasciano i post auto...la carreggiata si ristringera o sbaglio? Non mi sembra una gran pensata per uno delle strade principali che portano all'ospedale e di conseguenza al pronto soccorso. E gia una strada che ha problemi di viabilita durante le ore di punta con la largezza che ha ora figurati se si ristringe. Le rotatorie qui sono troppo vicine alla rotatoria di Via Fleming ( pericolosa ) ....rotatoria che spesso e volentieri per via dei ristringiamenti in Via Pellico diventa un'odissea per chi abita in zona...Una sera alle 18 ci ho messo piu di 20 minuti per arrivare da Paizzale caduti fino a via Volturno in auto. Si rischia di creare un altro intoppo dove gia la percorrabilita e lenta, fra l'altro in una zona non centrale ma periferica e che si trova vicino all'ospedale-Pronto Soccorso. Zona in cui la percorrabilita dovrebbe essere veloce. Posti auto - quando hanno fatto il complesso ospedale nuovo- non hanno pensato ai posti auto ne per i lavoratori ne per i visitatori all'ospedale, figurati per gli studenti che ci sono e si sono scordati proprio dei residenti.....non sarebbe ora di aumentare i posti auto disponibili nell'ospedale...facendolo a piani o qualcosa e non a pagamento quello in vicino la PS? Non ci sono abbastanza posti auto in zona....e chi ci vive fatica a parcheggiare.

    Rispondi

  • lorenzo

    27 Marzo @ 18.03

    Quella di realizzare due piste ciclabili di larghezza ridotta a uso promiscuo pedoni-ciclisti è un progetto fuori da ogni logica di sicurezza stradale, infatti costringerà noi ciclisti a pedalare a passo di lumaca, ma servirà soltanto ad accontare i residenti ed i negozianti che così facendo manterranno intatti i posti per il parcheggio delle auto, in questo modo si sprecheranno 950.00 euro, che non sono noccioline, mentre non risolveranno il problema di chi come me percorre ogni giorno in bicicletta quel tratto di strada stante l'eguità dello spazio adibito a pista ciclabile. Mi domando se non era meglio, in termini di sicurezza e viabilità, realizzare una pista ciclabile come quella che c'è in Viale Piacenza. Mah!!!

    Rispondi

  • sabcarrera

    27 Marzo @ 17.48

    C'è un controsenso nel commento di Davide Mora. Se ci fosse men traffico le piste ciclabili non sarebbero necessarie. Le piste declassano la bicicletta rendendo difficile il suo percorso. Servono solo a chi le fa e a far arrivare più automobili in città.

    Rispondi

  • federico

    27 Marzo @ 15.25

    Secco che si formerà un'unica coda di auto da Barriera Bixio a via Fleming. ma se è quello che vogliono quelli del molinetto....

    Rispondi

  • Lollo

    27 Marzo @ 15.21

    Però non dovete fare le ciclabili sui marciapiedi!!!! dovete fare una pista a raso alla dx delle corsie di marcia. Comunque esistono responsabili della Federazione ciclistica che potrebbero darvi dei consigli...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Luca Guadagnino

Luca Guadagnino

cinema

Oscar: quattro nomination per il film di Luca Guadagnino

Ascolti tv: Romanzo Famigliare vince ancora, L'isola dei famosi debutta con il 25% di share

TELEVISIONE

Ascolti tv: Romanzo Famigliare vince ancora, L'isola dei famosi debutta con il 25% di share

La principessa Eugenie si sposerà in autunno

gran bretagna

La principessa Eugenie si sposerà in autunno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

NOSTRE INIZIATIVE

Domani lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

1commento

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

3commenti

Allarme

Ore 7: attimi di paura in via Emilia Est

3commenti

chiozzola

Sorprendono il ladro in cortile. Il sindaco: "Cittadini, ingrassate le navette"

2commenti

INCHIESTA

Nomine al Maggiore, chiesto il rinvio a giudizio per l'ex rettore Borghi

1commento

PARMA

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

1commento

modena

'Ndrangheta: fermato il presunto nuovo reggente della cosca emiliana

Carmine Sarcone, provvedimento della Dda e dei Carabinieri

polemica

Eramo: "Sulla sicurezza la giunta non si auto-assolva: mancano scelte coraggiose"

"Perché non avete chiesto ai vigili di fermare i consumatori di droga?"

1commento

economia

Rapporto Ismea, Parma nettamente in vetta per l'agroalimentare

DILETTANTI

Clamoroso a Felino: si dimette Pioli

Lutto

Millo Caffagnini, una vita intensa con Bardi nel cuore

TECNOLOGIA

Telefoni e tablet in classe: a Parma non sono una novità

salso

Addio alla maestra Angela Bonassera, in cattedra per 35 anni

COLLECCHIO

In vent'anni, in Comune, 20 dipendenti in meno

1commento

ALLARME

Bocconi avvelenati al parco Martini: area transennata

SORBOLO

Parma-Brescello: bus sostitutivi fino a fine estate

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

IL VINO

Gin Mi e Gin Ti, semplicemente «miti» per distillati d'autore

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

Politica

Grillo separa il suo blog dal M5S: "Parliamo di futuro"

MILANO

Il pm chiede la confisca della casa di Fabrizio Corona

SPORT

Tg Parma

Di Cesare: "Con il Novara sarà dura, vengono da una vittoria" Video

tv parma

Le pagelle in dialetto di Cremonese-Parma Video

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

1commento

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video