18°

28°

Quartieri-Frazioni

Via Volturno, pista ciclabile su entrambi i lati. Restano i posti auto

7

Comunicato stampa

La nuova pista ciclabile di via Volturno verrà realizzata in entrambi lati, mantenendo così gli stalli di sosta presenti nella strada, e andando così a soddisfare le richieste avanzate nei mesi scorsi dai cittadini, dai negozianti e dai consiglieri del quartiere Molinetto. La variante al progetto iniziale, approvata nel corso dell’ultima riunione di Giunta, è il risultato di un lavoro di mediazione e ascolto portato avanti dall’Amministrazione comunale, con Quartiere e cittadini. Con il preciso intento di soddisfare le esigenze di tutti: dei residenti e negozianti nel mantenere i parcheggi esistenti e del Comune nel garantire la sicurezza dei ciclisti.

In corrispondenza del parcheggio dell’ospedale e della Facoltà di Biotecnologie, il progetto prevede anche la realizzazione di due rotatorie.

Il costo complessivo dei lavori, di pista ciclabile e rotatorie, affidati alla Cospe di Collecchio, è di 950mila euro e la fine del cantiere è prevista in estate.

La nuova pista ciclabile, che collegherà piazzale Barbieri a via Fleming per una lunghezza complessiva di circa 980 metri, verrà realizzata su entrambi i sensi di marcia - non più quindi solo a Nord o solo a Sud, come ipotizzato invece in un primo momento - in seguito all’allargamento del marciapiede a 2,20 metri. In questo modo si creeranno due collegamenti ciclopedonali a destra e a sinistra promiscui, senza però andare a ridurre il numero degli stalli di sosta esistenti lungo la strada. Va inoltre ricordato che l’Amministrazione ha valutato i suggerimenti progettuali presentati dall’associazione Bicinsieme Fiab Parma, riconosciuta dal ministero dell’Ambiente come rappresentante dei cittadini ciclisti.

Le rotatorie - Oltre alla pista ciclabile, il progetto prevede la realizzazione di due rotatorie in corrispondenza degli accessi ai parcheggi della Facoltà di Biotecnologie e dell’ospedale. La prima rotatoria sarà circolare e servirà per entrare e uscire dal parcheggio dell’ospedale, mentre la seconda, ellittica, servirà l’area di accesso alla Facoltà. Sul lato nord della strada verranno posizionati nuovi pali di illuminazione, che non andranno però ad interferire con la pista ciclabile.

"La nuova pista ciclabile - assicura l’assessore ai Lavori pubblici, Giorgio Aiello - nasce dall’ascolto delle esigenze dei residenti e dei commercianti della zona, i quali chiedevano di ridurre al minimo la soppressione degli stalli di sosta. Con questo progetto possiamo dire di aver raggiunto l’obiettivo, in quanto grazie all’allargamento dei marciapiedi su entrambi i lati della strada non andiamo a togliere nemmeno un parcheggio per le auto. Anche se è innegabile che per far questo abbiamo dovuto sacrificare la larghezza della pista stessa che è inferiore alle altre presenti in città”. “Inoltre, - conclude Aiello - abbiamo dimostrato che, ragionando insieme, anche i problemi più complessi possono trovare una felice soluzione grazie alla piena condivisione di tutti, comitati, quartiere, commercianti e forze politiche di maggioranza e di minoranza".

“La pista ciclabile di via Volturno nasce dal Biciplan, un progetto elaborato dall’assessorato alla Mobilità e approvato dal Consiglio comunale nel 2009, e rientra nell’ampliamento della rete ciclabile presente in città voluto da questa Amministrazione”, ricorda l’assessore alla Mobilità Davide Mora. “La realizzazione di nuove piste ciclabili - afferma Mora - serve per garantire spostamenti in sicurezza ai ciclisti e contribuire a diminuire l’uso dell’automobile all’interno della città".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Alex

    28 Marzo @ 12.15

    Mah...inizio a credere che chi fa le piste ciclabili non gira in bici. Non capisco perche fare delle piste ciclabili ridotte dove passerano di sicuro anche dei pedoni creando scompiglio per entrambi.... Con tutte le case che ci sono e vialetti di entrate a case e garage si mette anche a rischio ciclisti che passano tranqilli ma spesso non sono visti da automobilisti che stanno facendo manovra uscendo di casa. Se si aumenta la larghezza del marciapiede, si lasciano i post auto...la carreggiata si ristringera o sbaglio? Non mi sembra una gran pensata per uno delle strade principali che portano all'ospedale e di conseguenza al pronto soccorso. E gia una strada che ha problemi di viabilita durante le ore di punta con la largezza che ha ora figurati se si ristringe. Le rotatorie qui sono troppo vicine alla rotatoria di Via Fleming ( pericolosa ) ....rotatoria che spesso e volentieri per via dei ristringiamenti in Via Pellico diventa un'odissea per chi abita in zona...Una sera alle 18 ci ho messo piu di 20 minuti per arrivare da Paizzale caduti fino a via Volturno in auto. Si rischia di creare un altro intoppo dove gia la percorrabilita e lenta, fra l'altro in una zona non centrale ma periferica e che si trova vicino all'ospedale-Pronto Soccorso. Zona in cui la percorrabilita dovrebbe essere veloce. Posti auto - quando hanno fatto il complesso ospedale nuovo- non hanno pensato ai posti auto ne per i lavoratori ne per i visitatori all'ospedale, figurati per gli studenti che ci sono e si sono scordati proprio dei residenti.....non sarebbe ora di aumentare i posti auto disponibili nell'ospedale...facendolo a piani o qualcosa e non a pagamento quello in vicino la PS? Non ci sono abbastanza posti auto in zona....e chi ci vive fatica a parcheggiare.

    Rispondi

  • lorenzo

    27 Marzo @ 18.03

    Quella di realizzare due piste ciclabili di larghezza ridotta a uso promiscuo pedoni-ciclisti è un progetto fuori da ogni logica di sicurezza stradale, infatti costringerà noi ciclisti a pedalare a passo di lumaca, ma servirà soltanto ad accontare i residenti ed i negozianti che così facendo manterranno intatti i posti per il parcheggio delle auto, in questo modo si sprecheranno 950.00 euro, che non sono noccioline, mentre non risolveranno il problema di chi come me percorre ogni giorno in bicicletta quel tratto di strada stante l'eguità dello spazio adibito a pista ciclabile. Mi domando se non era meglio, in termini di sicurezza e viabilità, realizzare una pista ciclabile come quella che c'è in Viale Piacenza. Mah!!!

    Rispondi

  • sabcarrera

    27 Marzo @ 17.48

    C'è un controsenso nel commento di Davide Mora. Se ci fosse men traffico le piste ciclabili non sarebbero necessarie. Le piste declassano la bicicletta rendendo difficile il suo percorso. Servono solo a chi le fa e a far arrivare più automobili in città.

    Rispondi

  • federico

    27 Marzo @ 15.25

    Secco che si formerà un'unica coda di auto da Barriera Bixio a via Fleming. ma se è quello che vogliono quelli del molinetto....

    Rispondi

  • Lollo

    27 Marzo @ 15.21

    Però non dovete fare le ciclabili sui marciapiedi!!!! dovete fare una pista a raso alla dx delle corsie di marcia. Comunque esistono responsabili della Federazione ciclistica che potrebbero darvi dei consigli...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Morto svedese Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Lutto nel cinema

E' morto l'attore Michael Nyqvist, Mikael Blomkvist in Millenium

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

Serena Williams sulla copertina di Vanity (Ed. Usa)

Il caso

Serena Williams incinta e senza veli su Vanity Fair

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

sassari

"Bidonata" alle nozze porta gli invitati al ristorante. Risarcimento in arrivo?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

PGN

Qual è il regalo perfetto per la maturità?

Lealtrenotizie

Brandisce le forbici contro un negoziante in piazza Ghiaia. Identificato e denunciato

polizia

Paura in Ghiaia: minaccia un negoziante con le forbici. Denunciato

In viale Vittoria

Ragazzo a terra, è gravissimo

5commenti

incendio

Furgoncino in fiamme in tangenziale (via Traversetolo): vigili del fuoco in azione

gazzareporter

Acqua nella Parma (finalmente)

Pontremoli-berceto

Incidente: cisterna si stacca dal tir, disagi sull'Autocisa

Lutto

L'ultima lezione di Angela

IL CASO

Gara per il trasporto pubblico, inchiesta per turbativa d'asta

1commento

curiosità

Spazzino 2.0: per la pilotta arriva il drone Video

1commento

Intervista

Papageorgiou: «Lascio il lavoro per la musica»

FIDENZA

Tiro a segno, l'ex presidente condannato a versare 183.893 euro di risarcimento

Futuro vicesindaco

Bosi: «Saremo più vicini ai cittadini»

2commenti

MERCATO

La «decima» di Lucarelli

Documentario

L'Antelami torna in Duomo

polizia municipale

Fa la pipì in piazzale Matteotti: 450 euro di multa

Multato anche un uomo disteso sulla panchina

16commenti

il caso

Vetri rotti, vandali/ladri in azione: la mappa dell'emergenza

4commenti

polizia

Arancia meccanica in un kebabbaro (con rapina) di piazzale della stazione: presi due giovani

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Pd, quanti errori dietro l'ennesima batosta

di Stefano Pileri

11commenti

ITALIA/MONDO

omicidio

Italiano ucciso a Londra: la coinquilina (arrestata ieri) accusata di omicidio

chiesa

Il cardinale Pell incriminato per pedofilia. "Rifiuto le accuse, torno in Australia a difendermi"

1commento

SOCIETA'

auto

Il "bullo" della Porsche sfida la Tesla: finale a sorpresa

1commento

salute

Drogometro, in 8 minuti scova gli ''sballati'' alla guida

SPORT

SEMIFINALE

Gli azzurrini in dieci: la Spagna dilaga

vela

Coppa America, trionfo New Zealand. Primo sfidante Luna Rossa. Azzurra? Forse torna

MOTORI

LA PROVA

Nissan, 10 anni di Qashqai. Ecco come va il nuovo Foto Dati tecnici

ANTEPRIMA

Arona, ecco il Suv compatto secondo Seat