13°

Quartieri-Frazioni

Molinetto. La Folli mobili va in «pensione» dopo 59 anni

Molinetto. La Folli mobili va in «pensione» dopo 59 anni
Ricevi gratis le news
0

Margherita Portelli

In via Cufra si salgono le scale di un vecchio fabbricato e ci si trova in mille case diverse. Si susseguono stanzoni dove le abitazioni prendono forma. Spazi immensi che per oltre sessant’anni hanno accolto particolari di future dimore, oggi quasi del tutto svuotati perché, tra un paio di settimane, dopo decenni di attività, si chiude baracca. La Folli mobili saluta Parma e «va in pensione».  L’amore per l’arredamento, e prima ancora per il cliente, li ha accompagnati da generazione in generazione: la famiglia Folli a Parma dal 1952 è sinonimo di arredamento. Oggi a parlarne è Marco, 62 primavere sulle spalle. Lui fa questo mestiere da 43 anni; ereditò la passione dal papà Luigi che oltre mezzo secolo fa aveva avviato l’attività in via XXII luglio. Dieci anni dopo l’apertura di quello che allora si chiamava «Casa lieta di Luigi Folli», il negozio si trasferì nella piccola laterale di via La Spezia: «Si passò dai 100 metri quadrati del negozio in centro agli oltre 3 mila di questo grande stabile – racconta a pochi giorni dall’addio il signor Marco –. Io iniziai a lavorare nel ’68. Con me lavorò anche mio fratello Paolo, che circa dieci anni fa è andato in pensione». A farlo innamorare di tavoli, cucine e salotti, il padre: «Mi è piaciuto sin dal principio questo mestiere, la soddisfazione di vedere un mobile montato o una stanza finemente arredata – continua -. Conservo tanti ricordi, il compiacimento di aver lavorato bene, la gratificazione che riescono a darti i clienti». Come quelli affezionati che da Casalmaggiore, dopo trent’anni, sono tornati solo per dirgli arrivederci, o come quella signora che incontriamo all’ingresso del negozio e che ci tiene a dire la sua: «Io vengo a comprare mobili qui dal 1977. Ottima qualità».
«È un lavoro per il quale bisogna essere portati, che richiede capacità tecniche e manuali, e per il quale bisogna saper apprezzare il contatto con il pubblico» aggiunge il signor Marco Folli, che oggi è in negozio con la moglie Beatrice: «Con noi per tanto tempo hanno lavorato dipendenti, montatori e venditrici che hanno passato una vita professionale all’interno di questi spazi – continua -. Ho deciso di chiudere e non ho voluto un subentro perché desidero che la “Folli mobili” concluda la propria storia con la nostra famiglia». Senza contare, poi, che oggigiorno il settore è decisamente cambiato: «Risente, certo, della crisi e del fatto che le giovani famiglie non possano contare su alcun tipo di sicurezza economica – commenta l’arredatore -. Purtroppo oggi ci si accontenta dei grandi mercatoni e le case finiscono per assomigliarsi un po’ tutte». Qui, invece, rimane il fascino di una sapienza antica che fa di stanze e camere qualcosa di unico: quando si dice «casa dolce casa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'Chi' annuncia: tra Belen e Iannone è finita

Gossip Sportivo

Lui la vuole sposare, lei no: Belen e Iannone si lasciano

Gisele cede scettro top model piu' pagata a Kendall

moda

Kendall Jenner la modella più pagata. Gisele perde il trono

Forbes, Beyoncè donna più pagata, 105 milioni di dollari

musica

Forbes, Beyoncè la donna più pagata, 105 milioni di dollari

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Vizi e virtù dello smart working. Molto di più del telelavoro

L'ESPERTO

Come funziona lo smart working. Molto di più del telelavoro

di Pietro Boschi

Lealtrenotizie

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

L'intervista

Il carabiniere investito: «Voglio tornare sulla strada»

Furto

Il ladro va in cantina e trova... il grande fratello

IL COMPLEANNO

I settant'anni di Nevio Scala

Libro

Mazzamurro: «Quando eravamo in trincea, negli anni di piombo»

SOLIDARIETA'

La lotta di Isabella contro la Fop: via alla raccolta fondi

Lutto

Addio Roberta, maestra di una volta

TRIBUNALE

Guerra tra vicini, 82enne patteggia 1 anno

Sicurezza

La Cittadella al buio: nessuno ci va più

Intervista esclusiva

Francesca Archibugi in Gazzetta: "Vi racconto 'Gli sdraiati' " Video

La regista romana parla con Filiberto Molossi del suo film, uno dei più attesi della stagione

sciame sismico

Quattro piccole scosse di terremoto, oggi, tra Fornovo, Corniglio e Varano

Arresti

Travolsero in auto due carabinieri: in manette tre giovanissimi Video

Uno dei militari finì all'ospedale in condizioni gravissime

5commenti

anteprima gazzetta

Parco Cittadella al buio da giorni: paura e disagi Video

social

Rimosse le condoglianze per Riina: Facebook si scusa con la famiglia del boss

La salma del boss tumulata a Corleone (Guarda)

Tg Parma

Tentata estorsione a Fidenza: quattro arresti a Benevento Video

Nel mirino un'azienda

sicurezza

Raffica di vetri rotti nella zona di via Verdi: topi d'auto/vandali in azione

2commenti

Tg Parma

Commercio, Ascom: "Più agenti in strada" Video

Appello della categoria per il rispetto della legalità

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Milano sconfitta dalla politica incapace

di Vittorio Testa

LETTERE AL DIRETTORE

Il primo posto è di Mattia

1commento

ITALIA/MONDO

choc a catanzaro

Donna violentata e schiavizzata per 10 anni: arrestato 52enne. Video: la baracca degli orrori

TOKYO

Aereo Usa precipitato: 8 persone ritrovate stanno bene

SPORT

rugby

Andrea De Marchi: 100 presenze con le Zebre

CHAMPIONS

Il Napoli travolge lo Shakhtar e spera ancora

SOCIETA'

moda

Livia Firth, moglie del premio Oscar Colin, a Fidenza

Gazzareporter

Parcheggio "creativo" davanti al Maria Luigia Foto

1commento

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery