11°

26°

Quartieri-Frazioni

Sangue sul marciapiede e birra nel bicchiere

Sangue sul marciapiede e birra nel bicchiere
3

 La festa comincia alle 20, quando vengono posizionate le transenne all’inizio di strada D’Azeglio, all’altezza del ponte di Mezzo. Gli avventori di bar e ristoranti sono ancora pochi: cercano, più che altro, un pasto in zona pedonale, senza i rumori del traffico, all’aria aperta. Alle dieci, invece, iniziano ad affluire i giovani: per lo più studenti, ma non è raro vedere gruppi di amici che sfiorano gli «anta» col drink in mano. Molti arrivano da soli, «tanto qualcuno con cui fare serata incontro»; già, la movida, da queste parti, da qualche anno, è un must del mercoledì sera parmigiano. 

Alle undici la strada è intasata, ci si muove a fatica, tra bicchieri colmi tra mani insicure, bancarelle e stand. Gli spillatori di «bionde» lavorano senza sosta, con le attività di approvvigionamento che si svolgono soprattutto fuori dai locali; dentro, al massimo, ci si va per fare lo scontrino. Sotto i portici dell’Ospedale vecchio ci sono gli «autonomi» della movida, cioè quelli che si portano da bere da casa, con sacchetti di plastica pieni di alcolici, per il rito del boutillon, ossia del cocktail fai da te.
 Nella seconda metà della via c’è anche musica dal vivo, rigorosamente in acustico e fino alle 23: dopo è obbligatorio mettere a riposo le chitarre e spegnere i microfoni.  In cambio si alza il tasso alcolico e il tono del vociare; qualche residente a petto nudo si affaccia sconsolato, senza dire una parola, forse più rassegnato dal caldo soffocante che dal rumore proveniente da sotto casa. Quando un ragazzo esce dalla sua abitazione e viene accoltellato da due giovani che lo aspettano sotto il portone (si veda pagina 9), vince l’istinto di accelerare il passo che quello di star li a curiosare. 
Sono dieci i vigilantes: muscoli e auricolari al servizio dell’ordine, ma non possono vedere tutto. Uno schiamazzo sotto i loro occhi vale un cartellino giallo. I passeggini guidati dalle giovani coppie rientrano a casa e padrone di via D’Azeglio rimane chi vuole fare le ore piccole. All’una, però, si chiude. Tutti.  I controlli sui locali dei vigilantes sono precisi e puntuali, sgarrare non è possibile: si chiudono i rubinetti dell’alcol, si tolgono dalla strada panche e tavoli, si inizia la pulizia. Qualcuno prova a fare il furbo; un «kebabbaro» tira già la serranda, ma passa le birre dal retro della bottega e viene colto sul fatto da un vigilantes: fine dello stratagemma. 
La movida, però, prosegue, per terminare i discorsi intrapresi, per finire il bicchiere. Alle due e mezza c’è ancora qualche sparuto gruppetto di nottambuli, mentre le strade sono liberate dalla montagna di plastica che giace per terra.A. D. B.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    26 Luglio @ 08.30

    questa è la movida? chi la chiamata movida o è un extraterrestre o non saprei come definirlo , il problema è che manca un ideale i giovani pensano solo a bere non danno spazio a cose costruttive alle regole che ci hanno portato al benessere ,

    Rispondi

  • franz

    20 Luglio @ 11.59

    e c'è ancora qualcuno che osa definire tutto questo cultura...

    Rispondi

  • Marco Ennis Mariani

    20 Luglio @ 11.11

    "...mormoriamo l'assenso della notte di nulla e del giorno di fuoco"

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

3commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Game of thrones 7

Game of Thrones

"La grande guerra è arrivata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

6commenti

Lealtrenotizie

Anziana investita da un'auto in via Pellico: è grave

PARMA

Anziana investita da un'auto in via Pellico: è grave

Un altro incidente è avvenuto in via Abbeveratoia, di fronte all'ospedale

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

2commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

4commenti

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

4commenti

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

3commenti

Intervista al dG

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

Iniziativa

Per il mese di giugno acqua gratis nelle casette Iren

Iniziativa

Acer Parma, bollette listate a lutto per le vittime di Manchester

Lega Pro

Parma, e adesso la Lucchese

1commento

Sport Paralimpici

Giulia, pesce combattente

Busseto

Addio a Scrivani: ha insegnato a guidare a  generazioni

MEDESANO

Pellegrini 2.0: una app sulla via Francigena

Criminalità

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

2commenti

ITALIA/MONDO

made in italy

Addio a Laura Biagiotti, "signora della moda" - Gallery

ISLANDA

Turista italiano 20enne muore in un incidente in bici

SOCIETA'

MILANO

La danza dell'amore dei serpenti. In un parco pubblico

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

SPORT

Moto

Rossi, notte serena all'ospedale

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

2commenti

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima