19°

30°

Quartieri-Frazioni

Viti e bulloni: mezzo secolo in prima linea

Viti e bulloni: mezzo secolo in prima linea
1

San Leonardo

Margherita Portelli
Il viso dolce ammorbidito dai settanta, una vita lavorativa cominciata quarantasei anni fa e non ancora finita, e la ferma convinzione che l’impegno, il sacrificio, le rinunce abbiano un retrogusto inestimabile di soddisfazione. La Vibu srl, una delle realtà più conosciute a Parma nel campo del commercio all’ingrosso di viteria, bulloneria, utensileria e macchine utensili, si rispecchia nello sguardo sorridente di Alceste Avvanzini, tra i fondatori, nel 1965, di un’azienda partita come la coraggiosa e piccola sfida di una manciata di ventenni, e diventata, negli anni, una realtà leader del settore. Erano partiti in quattro, con lui i fratelli Gianni e Gigi Utini e il socio di sempre, Mario Canetti: oggi, dopo tanti anni, è rimasto lui, accompagnato dai figli e dal nipote. Tre generazioni ad incastro, innamorate di un mestiere e ad esso devote. 
«Quando mio padre mise su la Vibu era poco più di un ragazzo, aveva 23 anni – racconta la figlia Sara, 45 anni, oggi direttore amministrativo dell’azienda di famiglia –. Erano quattro giovani pieni di entusiasmo che per alcuni anni avevano lavorato nel settore come dipendenti, e che decisero di dare il via ad un’avventura che li avrebbe portati lontano. Si trattava di una realtà molto piccola, che però con il tempo ha fatto fortuna e si è allargata sempre di più». La Vibu, nata in viale Fratti, quindici anni fa circa si trasferì nella sede attuale di via Europa, quartiere San Leonardo. Oggi conta una trentina di dipendenti, e il signor Alceste, ancora, non riesce a separarsi da quello che, per quasi mezzo secolo, è stato il suo mondo. Insieme a lui, oltre alla figlia Sara, anche il figlio Fabio, di 34 anni, e, da poco più di un mese, il nipote Alessandro, fresco di diploma: «Nostro padre è ancora presente in azienda e in piena attività – raccontano -. Da parte sua crediamo ci sia un profondo amore per il lavoro, legato anche al fatto che ha tirato su quest’azienda dal nulla, l’ha plasmata con il sacrificio, con una serie infinite di sabati e domeniche a lavorare, senza mai un lamento, e riuscendo, comunque, sempre a svolgere egregiamente anche i suoi doveri di padre». Serietà, tanto lavoro e un rapporto affiatato con tutti i dipendenti: «Una delle soddisfazioni più grandi che ha avuto, nell’arco di tutta la sua carriera, credo sia stata quella di essere accompagnato, in tutti questi anni, dalle persone che hanno lavorato con lui – continua Sara –. Un esempio su tutti è quello di Annamaria, la prima impiegata che assunse quando aprì l’azienda, e che diede il via alla sua vita lavorativa qui alla Vibu: è andata in pensione un paio di mesi fa, dopo più di 40 anni in azienda, senza mai sentire la necessità di cambiare». 
Anche per questo, dopo tutto quello che ha dato per la crescita dell’azienda, la Vibu, i figli e tutta la famiglia, hanno voluto dire grazie ad Alceste Avvanzini: esempio concreto di amore per la fatica e instancabile lavoratore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    04 Ottobre @ 12.45

    O mi fà piacere che ogni tanto si parla di lavoratori che onorano la città,che amano le tradizioni di continuità dell'azienda,c'è altre aziende simili e la Gazzetta ogni tanto dovrebbe ricordarle e fare conoscere che esistono persone con degli ideali seri.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello UK

televisione

Rissa al Grande Fratello UK: interviene la security Video

Silvia Olari

musica

Torna Silvia Olari con il nuovo singolo: "Fuori di Testa"

fori imperiali

degrado

Sesso ai Fori imperiali davanti ai turisti: è polemica

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cani da adottare

ANIMALI

Cani da adottare

Lealtrenotizie

Incidente

PARMA

Scontro auto-bici in via Europa: grave una donna

1commento

Assemblea Upi

Figna: "Bene l'economia di Parma, fiducia delle imprese ai massimi"  Diretta TvParma

L'ospite di quest'anno è il ministro Graziano Delrio

meteo

Caldo: (la prossima settimana) ancora temporali al Nord

tg parma

Sicurezza e scuole fra le priorità di Pizzarotti: video-intervista

Nascerà un partito dei sindaci? Pizzarotti è concentrato su Parma ma da Napoli arrivano gli elogi di de Magistris

3commenti

Lo sconfitto

Scarpa: "Il Pd ha adottato Pizzarotti, trattandolo come enfant prodige"

Il Pd regionale: "Impariamo dalle sconfitte in Emilia-Romagna"

12commenti

Elezioni 2017

Federico Pizzarotti rieletto sindaco con il 57,87% dei voti La festa (foto)

Ecco come sarà il nuovo Consiglio

46commenti

Poggio S.Ilario

E' ancora grave la figlia dell'ivoriano che ha appiccato il fuoco alla camera Video

Medesano

Picchia e violenta la ex moglie: 30enne in carcere

2commenti

polizia

Blitz dei ladri nella notte al Palacampus

parma

Furto da "Amor di Patata", all'ombra del duomo: è sparita la cassa

1commento

Il caso

Casaltone, un paese diviso in due

2commenti

Asessuali

Vivere senza sesso: il documentario della parmigiana Soresini

3commenti

Serie B

Le avversarie del Parma ai raggi X

scuola

Maturità: oggi la terza e ultima prova scritta

Lutto

Laurano dice addio a «Ester» la centenaria

Poggio di Sant'Ilario

Dà fuoco alla stanza e ustiona moglie e figlia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il Parma è l'esempio per la rinascita della città

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Cinque anni fa vinse Grillo. Questa volta ha vinto lui

di Stefano Pileri

ITALIA/MONDO

archeologia

Scoperta una piccola Pompei sotto la metro di Roma Gallery Video

festeggiamenti

La Polfer compie 110 anni: fu voluta da Giolitti

SOCIETA'

colombia

La nave barcolla poi affonda: 6 morti

LA PEPPA

Budino di due colori

SPORT

Moto

Viñales rongrazia Dovizioso: "Grazie per avermi evitato"

Promozione

Apolloni: «Felice per questa B»

MOTORI

MINI SUV

Citroën: la C3 Aircross in tre mosse

anteprima

Volkswagen, la sesta Polo è diventata grande