11°

17°

Quartieri-Frazioni

Dossier Oltretorrente La lunga strada fra tensione ed integrazione

Dossier Oltretorrente La lunga strada fra tensione ed integrazione
Ricevi gratis le news
50

Dossier Oltretorrente - La lunga strada fra tensione ed integrazione: VAI ALLO SPECIALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mauro

    14 Ottobre @ 11.49

    e bravo massimo bel discorso; piu o meno "non sono io che sono razzista, sei tu che sei negro." se le minoranze calunniano le minoranze con reiterati atti di delinquenza, si puo' dire lo stesso per la maggioranza. O no? e le percentuali, massimo, sarebbe meglio lasciarle perdere, ma se le vuoi usare il risultato deve fare cento. il cento % dei carcerati. sono il 37% allora gli italiani sono il 73% http://www.ristretti.it/commenti/2011/ottobre/pdf/statistiche_30_settembre.pdf E' proprio bella! lascia perdere va che in questo campo non c'e' alcuna differenza tra italiani e stranieri.

    Rispondi

  • massimo

    14 Ottobre @ 04.43

    A calunniare le minoranze etniche sono le stesse minoranze con reiterati atti di delinquenza. Poi sono in sintonia con l'idea di pietro. Questo governo si è venduto come ..sceriffo...tolleranza zero...si è preso i meriti di arresti importanti...ed ha tagliato i fondi alle forze dell'ordine...sono veramente vergognosi. La differenza trai ragazzini che rubano la bicicletta che rubavano una bici per andare a fare la vasca e quelli che la rubano adesso...è que la bicicletta..non finisce in un fosso ma in moldavia...e la carriera delittiva di queste persone continua...37% dei carcerati. QUESTA E' BELLA RISULTA CHE I DELINQUENTI...SONO I PARMIGIANI ADESSO...beh...in comune...si..AVETE RAGIONE...CHIEDO SCUSA! mi fa piacere leggere pareri diversi dal mio con un po di argomenti...non come il solito mauro...rifletterò su quello che mi avete scritto e cercerò di trarre delle conclusioni o di cercare risposte al problema. se vi siete sentiti offesi in qualche modo per quello che ho scritto vi chiedo scusa.

    Rispondi

  • Giorgia

    13 Ottobre @ 17.49

    leggo roba allucinante tra i commenti: non si possono calunniare e bersagliare solo determinati gruppi etnici per supportare le proprie tesi, lo trovo vergognoso e ridicolo. Chiedo a Massimo come fa ad essere sicuro che chi rubava la bici fosse marocchino dato che i ladri solitamente fuggono via velocemente e sempre a lui chiedo come sia sicuro che i tipi che parlavano in arabo si stessero rivolgendo alla sua ragazza: magari ti stavano dicendo "ma che tiguardi" solo che te ovviamente nn potevi capirli visto che sicuramente l'arabo non lo conosci; sempre a lui chiedo se le cifre sugli arresti, da lui riportate, siano frutto di un censimento o della sua fervida immaginazione. Fatti di microcriminalità capitano continuamente a Parma e in qualsiasi altra città ma a compierli può essere chiunque; io avrei esempi simili a quelli di Massimo da portare: a un mio amico tunisino hanno rubato il casco, a un amico albanese la bici e a me hanno rubato dei soldi nel luogo in cui lavoravo però dove lavoro io non esistono impiegati marocchini, siamo tutti italiani, guarda un pò Massimo ; ) trovo molto più grave calunniare senza pudore delle persone per alimentare un sentimento d'intolleranza verso un determinato gruppo etnico, che vedere due ragazzini che rubano una bici in p.le Santa Croce!!

    Rispondi

  • Pietro

    13 Ottobre @ 17.26

    @massimo Tenendo sempre presente che chi delinque va messo in galera e poi espulso. Non ho una visione idilliaca o da turista della mia città, infatti ho fatto il paragone a tutte le altre città civilizzate e cosmopolite che hanno gli stessi problemi. Ecco che hai detto la parola chiave "Ordine Pubblico" anni fa (ho detto anche questo) di notte c'erano in giro più carabinieri e polizia e infatti mi capitava di essere fermato in posti di blocco per controlli, adesso con le stesse zone da controllare (che poi sono sempre le stesse) Stazione, mercati, zone vicine ai locali notturni, Oltretorrente, e via Emilia est, ci ci sono solo due auto della questura a disposizione. Ho parlato dell'oltretorrente ma la zona peggiore è quella di via Palermo e stazione tra l'altro illuminate pochissimo, la fermata del autobus davanti alla stazione è completamente al buio. Non vivo Parma come turista ho una casa, la residenza, ci voto, ho un lavoro che mi porta a starci lontano per mesi, con domicili in altre città e nazioni, e ho per questo forse termini di paragone e punti di vista diversi. Per i furti ti ho detto che a me o a qualcuno della mia famiglia è capitato che gli rubassero la bicicletta, nuove e scassate che fossero, che gli portassero via il portafoglio dalla borsetta su un autobus affollato, spaccato il finestrino dell'auto ai boschi di Carega per rubare la borsa di mia moglie, ed altro e non tutti i furti sono avvenuti in questi 10-15 anni anzi visto che la maggior parte del tempo sono fuori Parma mi sono capitati prima. Ho detto che queste cose ci sono sempre state. Forse da quello che mi dici giravano meno coltelli. Il problema vero però è che nonostante i proclami questo governo ha lasciato le città sguarnite dalle forze dell'ordine senza mezzi, senza soldi e senza personale. Poi è facile dare le colpe agli stranieri e infondere la paura dello straniero. Ma questo discorso non c'entra con l'Oltretorrente che lo vedo come tentativo di riqualifica . La riqualifica dei quartieri porta essenzialmente ad allontanarne anche le mele marce. Tentativo che potrebbe dare i suoi frutti. Poi Parma non era il paradiso terrestre 10-15-20- anni fa come non lo è adesso, è una città dove ho vissuto e ci sto bene. Senza dubbio stavo meglio 20 anni fa, ma per il fatto che avevo 20 anni di meno. Il problema della sicurezza a Parma è più su via Palermo- via Trento e stazione, vedremo quando e se, saranno finite la riqualifica di quelle zone. Ma senza le forze dell'ordine (Per me le Forze dell’ordine sono Carabinieri polizia e Guardia di Finanza non ronde varie, vigili sceriffi, o militari semplici a passeggio per il centro) e leggi che lascino in galera i delinquenti non si va molto lontano. Dieci anni di questo governo, mi permetterai di dire che come si era posto paladino della sicurezza, ha fallito clamorosamente. Ti potrei dire di quartieri in altre città che pur essendo pieni di spacciatori, puttane e ladri con la polizia che gira giorno e notte uno può andarci tranquillo al ristorantino tipico al teatro o al cinema senza nessun pericolo, altri invece dove non ci entra nemmeno la polizia sono stati lasciati completamente in mano alla malavita e precluse alle persone normali. Ecco allora che se noi vogliamo che alcuni nostri quartieri non diventino così, ci vuole la polizia che ci giri e che impedisca che la delinquenza ne prenda possesso. I teatri, le piste del ghiaccio, la movida, i mercati, le villette al posto delle case popolari servono anche a questo, cioè a non ghettizzare i quartieri.

    Rispondi

  • Geronimo

    13 Ottobre @ 17.14

    Massimo le biciclette sono rubate maggiormente dai ragazzini senza motorino che devono tornare a casa durnate la notte, fateci caso quante biciclette buttate nei fossi o appoggiate per giorni nei paesi di periferia. Io quando sono in centro il latte di notte in piazzale santa croce lo prendo (perchè la storia che fa male il latte fresco di questi distributori e che i controlli sono inesistenti è una gran balla) e nessuno mi ha mai detto niente, se non provochi nessuno ti dice niente, invece ho molti amici che hanno rischiato e rischiano di essere picchiati da questa gente ma perchè la insultano, come magari nelle parti finali di via farini insultano gli italiani ubriachi o che fanno casino. Massimo, 10 anni fa non succedeva, 13 anni fa mi hanno rubato 2 bici a me, una a mia sorella, una a mio fratello, due al mio vicino, tutti furti ad opera di ragazzi del paese per andare in centro i sabato pomeriggio (i furti avvenivano sabato pomeriggio) a far la vasca. Infine per quanto riguarda i commenti evidentemente sei una brava persona e frequenti brave persone ma non puoi negare che qualunque gruppo maschile dai 15 ai 60 anni faccia apprezzamenti più o meno volgari al passaggio di una bella ragazza. Per le risse evidentemente abitavi nella parma bene perchè erano all'ordine del giorno, le bande avevano sempre il coltello in tasca, solo che prima non esisteva internet quindi la cosa non si sapeva. Si dice che aumentano i reati, tutto aumenta, aumentano le morti sul lavoro legate alle presenza di extracomunitari che non sa far nulla, spesso questi sono luoghi comuni, si parla tanto per parlare, non importa se ciò di cui si parla sia vero o no, basta sparare dei numeri a caso. Io posso dirti dei numeri strampalati a caso per negare il problema o per accentuarlo più di quanto non lo sia però i dati reali qualcuno li ha e per me sono quelli i veri e la verità dice che gli infortuni sul lavoro sono diminuiti anche se se ne parla di più, come i reati sono stabili anche se adesso vengono portati, giustamente, in evidenza dalla gazzetta online

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

Il regista James Toback

Dopo Weinstein

Molestie sessuali: 30 donne accusano il regista James Toback

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

Autovelox mobile

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Arrestato cittadino dominicano residente nella città termale per violenza e resistenza a pubblico ufficiale

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

19commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Gran Bretagna

Allerta in un bowling: forse ci sono ostaggi

LA SPEZIA

Sarzana, architetto muore in strada: aveva una profonda ferita alla testa

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

Calcio

Parma, tre punti d'oro

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL SALONE

Non solo Suv: Tokyo rilancia le sportive