12°

Quartieri-Frazioni

La bottega di Gianni: una storia lunga mezzo secolo

La bottega di Gianni: una storia lunga mezzo secolo
Ricevi gratis le news
0

Chiara Pozzati

C’era un tempo in cui il vino costava 125 lire e il grana 900. In cui Gianni Alberti giocava nel retrobottega mentre il papà si arrabattava dietro il banco. In cui la fede juventina ha vacillato fino a una sua completa e irreversibile «conversione» ai gialloblù. Oggi Gianni festeggia mezzo secolo di storia. Tra buon cuore, latte, micchette e quella passione per il calcio che ha fatto della sua bottega il rifugio dei calciatori. Cinquant’anni di quel negozio di alimentari in borgo Collegio Maria Luigia, fiore all’occhiello del Parma Centro. Certo, i prezzi sono in euro e al posto del papà ci sono lui e Maria, l’instancabile moglie, dietro il banco.
Ma  la bottega è intrisa dello stesso identico profumo di buono che solleticava il palato negli anni ‘60. E la parete con le glorie dei crociati attira l’attenzione dei clienti in coda fin dal mattino. Alberti non è solo uno dei bottegai di fiducia del popolo del centro ma anche il mito dei calciatori che hanno fatto grande il Parma. A cominciare da Fabio Cannavaro. Sessant’anni compiuti a giugno, baffi tagliati con precisione, due occhiali a cerchio che ricadono su occhi profondi. «Sono un parmigiano doc – Gianni fa una lunga pausa  – e sono orgoglioso di dirlo». L’uomo sparisce per un istante nel retro del negozio e ritorna poco dopo con un faldone sotto braccio. «Ho conservato tutti i documenti  relativi all’inizio dell’attività – spiega fiero – fin da quando mio padre ha fatto il suo ingresso qui dentro». «Ho sempre avuto tre passioni – racconta –: famiglia, bottega e pallone». E ridacchia: «Studiare mi annoiava decisamente». Entrato nel mondo del lavoro come rappresentante è «finito» dietro al banco «per amore o per forza – ripete – mio padre è scomparso molto giovane, stroncato a causa di una grave malattia. A quel punto ho dovuto scegliere». «E’ stato tutt’altro che semplice – la voce s’incrina – soffrivo da morire per la sua scomparsa e mi sono trovato con quest’eredità parecchio impegnativa. Poi c’era il mutuo della casa da saldare e la piccola Sabrina da accudire». Ma Gianni non si è mai perso d’animo: «Sono stato fortunato – e lo sguardo corre alla moglie indaffarata a sminuzzare carne – la famiglia non mi ha abbandonato e dopo mezzo secolo vengo ancora in negozio emozionato. Smanio per allestire la vetrina e parlare coi clienti. Ogni mattina mi sveglio col sorriso sulle labbra».
E accarezza gli scaffali con lo sguardo. Tra biscotti, sughi e surgelati c’è un’intera parete tappezzata di poster e immagini di calciatori. Tutte rigorosamente autografate. Poi ci sono le magliette che penzolano dal soffitto e il viso di Fabio Cannavaro che sorride all’obiettivo insieme ai figli e la moglie. «La verità è che Fabio è sempre stato un secondo figlio per me e mi ha regalato momenti magici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gf vip, eliminata Cecilia, la piccola Belen. Grave lutto per Ignazio Moser

televisione

Gf vip, eliminata Cecilia. Lutto per Ignazio. L'ultimo bacio tra i due Video

1commento

Tutta mia la città! Tieni sempre aggiornata la tua parmigianità

GAZZAFUN

Tutta mia la città! Tieni sempre aggiornata la tua parmigianità

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

FESTE

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli autovelox dal 20 al 24 novembre

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

Lealtrenotizie

La figlia del pm Ciaccio Montalto, ucciso da Cosa nostra: «Riina non è l'unico colpevole, mio padre è stato lasciato solo»

INTERVISTA

La figlia del pm Ciaccio Montalto, ucciso da Cosa nostra: «Riina non è l'unico colpevole, mio padre è stato lasciato solo»

1commento

Pericolo

Piste ciclabili coperte di foglie: insidia per le bici

Lutto

L'imprenditore Savini stroncato da un malore

Rugby

In meta nel nome di Banchini

Sissa

Usciti per un rosario: i ladri rubano auto, gioielli e anche i tortelli

Lutto

Venturini, l'imprenditore dal cuore grande

Salsomaggiore

Auto medica fuori strada, infermiera all'ospedale

Felino

La maggioranza scricchiola dopo l'uscita di due consigliere

polizia

I ladri entrano dal balcone, raffica di furti in città: otto in tre ore. Ecco l'elenco

10commenti

La storia

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

34commenti

mafia

Riina arriverà a Corleone in nottata: subito dopo la tumulazione. E c'è chi gli rende omaggio

2commenti

Anteprima

Riina, intervista alla figlia di Ciaccio Montalto: "34 anni di di dolore" Video

Tg Parma

Colpo in una carpenteria, bottino 40 mila euro

2commenti

Tg Parma

Centri vaccini in provincia, la Regione: "Riapriranno" Video

Appennino

Piccola scossa di terremoto a Terenzo: 2.0

Tg Parma

La regista Archibugi presenta all'Astra "Gli sdraiati" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pd, la partita non è nelle regioni rosse

di Luca Tentoni

LETTERE AL DIRETTORE

Il primo posto è di Mattia

1commento

ITALIA/MONDO

Molestie

Travolto anche Lasseter, il direttore creativo della Pixar

usa

Trump, come tradizione, grazia due tacchini per Thanksgiving Foto

SPORT

CHAMPIONS

Il Napoli travolge lo Shakhtar e spera ancora

L'ACCUSA

"Tavecchio mi molestò'". Lui: "Ho dato mandato ai legali"

SOCIETA'

archeologia

Piramide di Cheope, trovata una camera segreta, potrebbe custodire il trono

video

Spettacolare inseguimento in moto della polizia Video

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery