-2°

Quartieri-Frazioni

"La Baia del re", biblioteca aperta grazie ai genitori

"La Baia del re", biblioteca aperta grazie ai genitori
1

 Margherita Portelli

MONTANARA
Sfogliando s’impara. Lo sanno bene i genitori e le famiglie del quartiere Montanara che – pur di mantenere in vita la biblioteca «Baia del re», situata in un’ala della scuola primaria Martiri di Cefalonia, nell’istituto comprensivo Salvo D’Acquisto – si sono tirati su le maniche, dando vita a un progetto unico nel suo genere. «BiblioMondo», questo il nome che l’intraprendente congrega di mamme e papà ha scelto, ha consentito non solo di allontanare lo spauracchio della chiusura al pubblico di una biblioteca che ha ormai una storia decennale nel quartiere, ma addirittura di incrementarne orari d’apertura e iniziative. Sono loro a tenerla aperta, loro a catalogare, riordinare, gestire e, soprattutto, a inventarsi nuovi laboratori e proposte per fare della biblioteca un luogo non solo vivo, ma vitale. Una decina di famiglie, mamme e papà, che si danno il cambio tra gli scaffali, e grazie ai quali lo spazio coloratissimo e accogliente della «Baia del re» può aprire le porte ad adulti e ragazzi un paio d’ore tutti i pomeriggi della settimana. Niente di speciale o eroico, a sentir loro. «Semplicemente abbiamo trovato il modo di valorizzare uno spazio ricco di cultura (oltre 6000 i volumi contenuti, ndr), nonché potenziale teatro di relazioni tra i ragazzi, come tra le famiglie del quartiere» le parole di Vanja Passerini, una delle mamme coinvolte. 

La «Baia del re» nasce nel 2000, grazie ad una collaborazione tra scuola e circoscrizione, potendo beneficiare dell’assegnazione di un fondo ministeriale per l’ampliamento e il potenziamento delle biblioteche scolastiche. In questi anni la biblioteca è aperta ai cittadini del quartiere qualche ora a settimana, grazie al sostegno dell’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma, che mette a disposizione personale specializzato. Con il tempo, però, venendo meno i fondi, manca il personale per tenerla aperta. Ed ecco che entrano in gioco i genitori: «L’anno scorso abbiamo iniziato a tentare di animare questo luogo, con iniziative speciali, laboratori, cose semplici, che però catturavano l’interesse di un numero sempre maggiore di famiglie – racconta Monica Pellinghelli, un’altra volontaria –. Sull’onda di quell’esperienza, da quest’anno abbiamo messo in piedi il gruppo “BiblioMondo”, per dare nuove speranze a un luogo che, altrimenti, con i tagli alla scuola, avrebbe rischiato di vedere compromesse le proprie prospettive». E così si sono messi d’impegno, ottenuto un piccolo finanziamento dall’Agenzia per la Famiglia del Comune, raccolto qualcosa in più con il banchetto dei giochi usati che ogni anno mettono in piedi durante la festa di quartiere, grazie anche all’associazione «Montanara Insieme», et voilà.  «Noi siamo tutti volontari – spiegano -: è impegnativo, certo, ma siamo in tanti, e con una turnazione sensata si riesce a gestire il tutto senza troppi sacrifici. Ci piace l’idea di dare un esempio di impegno civico ai nostri figli, e questa iniziativa ci permette di investire del tempo in un progetto utile alla comunità. La verità è che ci riteniamo fortunati: nessuno di noi è un bibliotecario, ma siamo tutti amanti dei libri e dei bambini». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • claudia fulgoni

    03 Novembre @ 21.45

    Ho letto con grande piacere di questa splendida iniziativa dei genitori, alcuni dei quali ho conosciuto quando ero la responsabile della biblioteca stessa e non avevo dubbi che non l'avrebbero lasciata "morire".Hanno ragione a voler andare avanti con le loro forze anche se una città come la nostra dovrebbe investire di più nella cultura piuttosto che in iniziative mordi e fuggi che non ci lasciano nulla.Comunque bravi a tutti e spero che l'iniziativa possa proseguire perchè il quartiere merita sicuramente.di avere un luogo come questo e l'entusiasmo dei genitori ne è la riprova. In bocca al lupo a tutti Claudia Fugoni

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

11commenti

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

15commenti

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

16commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017