15°

29°

Quartieri-Frazioni

Racagni, oggi alunni nelle nuove aule

Racagni, oggi alunni nelle nuove aule
Ricevi gratis le news
1

 Nuova avventura per i 332 bambini della scuola Racagni. Oggi ricominceranno le lezioni, divisi in altre scuole.

Sei classi sono state trasferite alla scuola Corazza, dieci alla Cocconi, per la loro sicurezza. La prima scuola costruita nel dopoguerra, l’«istituzione» del quartiere Pablo, deve essere demolita e ricostruita. È troppo pericolosa per ospitare allievi dai sei anni in su, insegnanti e bidelli. La decisione è stata presa dal commissario straordinario Mario Ciclosi, a un mese dal suo insediamento. Festeggiano i genitori, che si erano rivolti al Comune, alle autorità, ai vigili del fuoco perché preoccupati dalla situazione dell’edificio. Dopo un trasloco lampo di due settimane, i loro figli ricominciano oggi ad andare sui banchi, con gli stessi maestri, ma in altre aule, in un altro quartiere.

(...) L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marta

    26 Gennaio @ 10.20

    Sono una mamma di una bambina frequentante la Scuola Racagni . Da anni vivo le problematiche della scuola avendo avuto anche un precedente figlio ormai alle superiori, che ha frequentato la stessa scuola. I problemi che sono sfociati nella chiusura definitiva della scuola prima delle vacanze di Natale, sono problemi che si protraggono da anni e da anni l'utenza è stata illusa sulla messa in opera di interventi mai effettuati... il risultato è questo:332 bambini con più di 50 insegnanti, rimasti senza scuola , ospitati (e vogliamo sottolineare il come??) dalla scuola Corazza e Cocconi .. Il come è proprio rivolta a quest'ultima. Non entro nel merito del demolizione e della relativa ricostruzione o semplicemente di una ristrutturazione della scuola Racagni... l'importante è che si provveda onestamente e con solerzia e non si lasci cadere il tutto in un silenzio anticamera del dimenticatoio per una scuola della quale la città e il quartiere popolosoHA sicuramente bisogno. Genitori maestre e bambini (332 , e non sono pochi) si stanno accollando disagi non indifferenti e proprio per questo si vorrebbero certezze su quello che sarà il futuro di questa scuola che ASSOLUTAMENTE NON DEVE SPARIRE come invece si sente aleggiare nell'aria da voci che forse di attendibile avranno ben poco ma che nascono non certo dal nulla ma da un diffuso senso di poca fiducia . L'utenza chiede certezze e anche rapidamente. Comunicati scritti e non passa parole e voci di marciapiede e corridoi... Cosa si sta facendo???? Si sta già facendo e si stanno gettando le basi per dare una scuola ai bambini numerosi del quartiere???? DA ANNI SI E' PARLATO DI UNA RISTRUTTURAZIONE CHE PREVEDESSE UN POLO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI MATERNA -ELEMENTARE- MEDIE assolutamente necessario e auspicato per il quartiere.... sicuramente una soluzione ottimale e la risoluzioni di numerosissimi problemi che a cascata potrebbero partire dall'eliminazione di un Asilo Nido Bolle di Sapone di via Olivieri, ubicato in una zona che di accogliente ha ben poco in una sorte di condominio tra caseggiati e privo di spazi verdi. Per il Nido si potrebbe valutare un giusto trasferimento in locali più idonei e confortevoli quali potrebbero essere quelli dell'attuale scuola materna ARLECCHINO recentemente ristrutturata e provvisto di spazi sicuramente più consoni ed accoglienti per bambini che dell'asilo fanno la loro seconda casa. La scuola materna potrebbe quindi di conseguenza confluire nel polo che potrebbere prevedere la continuità didattica dei bambini del quartiere : dalla materna alle elementari e dalle elementari alle medie .Il tutto eliminerebbe anche i problemi di disclocazioni per i bambini uscenti dalle elementari che si vedono vagare per la città alla ricerca di una scuola media comoda da raggiungere e con la certezza dell'iscrizione immediata .. I ragazzini uscenti dalla Racagni possono essre smistati tra :Scuola Ferrari, Frà Salimbene e Parmigianino. Le prime due con un elevata richiesta di iscrizioni e con il conseguente aumento, per sopperire il più possibile alle richieste, degli alunni per classe che arriveranno ad essere anche 28 /29 con la conseguente difficoltà nella didattica… già difficile di per sé…. Problema che non stiamo qui ad affrontare. La seconda , la Parmigianino , che peraltro risulta essere priva del servizio mensa. … a questo si aggiunge anche il problema e i disagi per le famiglie per il raggiungimento delle scuole locate in città che è vero ma sicuramente , vedi Frà Salimbene, non proprio agevoli da raggiungere . Ci si potrebbe dilungare a lungo ma credo che gli organi competenti possano avere ben chiaro tutto questo tanto da poter fare le giuste valutazione. Sicuramente il polo scolastico toglierebbe tanti problemi …. Già …. Fare uno sforzo per dare ai nostri bambini/ragazzi una sistemazione definitiva, decorosa e dare al quartiere finalmente una propria fisionomia ,,, partendo dai giovani….

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

9commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

16commenti

METEO

Arriva una nuova ondata di caldo africano

Già finita tregua, da mercoledì temperature tornano sopra media

1commento

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

1commento

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti