Quartieri-Frazioni

Via Adenauer, la strada dove i disabili affondano nel fango

Via Adenauer, la strada dove i disabili affondano nel fango
Ricevi gratis le news
1

di Enrico Gotti

Con la neve, via Adenauer è diventata una strada di fango. È la strada d’ingresso per la nuovissima sede dell’Efsa. Ma è anche l’unica via d’accesso e il solo parcheggio per centinaia di persone, fra cui molti anziani e disabili, che ogni giorno si servono della piscina di viale Piacenza. Il cantiere, che ha ristretto la carreggiata e tolto posti auto, è stato aperto nell’ottobre del 2011 e la fine dei lavori sembra ancora lontana.

In un mare di fango
La mamma di una bambina disabile si è rivolta alla «Gazzetta» per raccontare la rabbia di tanti genitori: «Sabato scorso ho portato mia figlia al corso di acquaticità. Il fondo stradale era un mare di fango nel quale siamo sprofondate con la seggiola a rotelle - racconta Silvana Gorreri -. Abbiamo sporcato i locali della piscina e al ritorno a casa abbiamo dovuto lavare e pulire carrozzina, abiti e scarpe. Lungo la strada non è possibile parcheggiare e con il brutto tempo non si può percorrere con la seggiola a rotelle». La piccola piscina intitolata ai caduti di Brema, di gestione comunale, è una struttura fondamentale per tante famiglie. Di fianco c’è la sede Efsa, nuovissima, che svetta sulla città. Il palazzo dell’authority europea sembra uno spicchio di formaggio, mentre la strada che porta alla piscina ha buchi come il gruviera. L’impianto è aperto dalle 8 alle 23, ospita i corsi per bambini e per gli adulti, ed è la più utilizzata in città dalle fasce deboli, anziani e disabili. «Nonostante sia stata segnalata da tempo la precaria situazione della viabilità e dei parcheggi, la strada è ancora nelle stesse condizioni - dice la mamma della bambina che frequenta i corsi di nuoto -. Parma si vanta di essere una città a misura di disabile: è invece una vergogna che le persone che già vivono nella difficoltà debbano affrontare anche questi problemi».

Il parcheggio dell'Efsa
«Di fianco a questa strada c’è un altro mondo, parlo della sede dell’Efsa dove c’è un parcheggio con decine e decine di posti, naturalmente vuoto. Il manto stradale è asfaltato, pulito, senza neve, asciutto, meglio del salotto di casa» dice la signora Gorreri, che nell’ottobre del 2011 ha chiesto al Comune che il parcheggio fosse aperto anche ai frequentatori della piscina.

«Nessuno si preoccupa»
«Avevo chiesto la possibilità di accedere temporaneamente a tale parcheggio in attesa che la strada fosse riasfaltata: naturalmente questa ipotesi non è stata realizzabile, non si sporca il salotto buono di casa con le orme delle seggiole a rotelle. Almeno i lavori in via Adenauer fossero terminati in tempi brevi. Ma i mesi passano e nessuno si preoccupa» si sfoga la donna. Alla sua richiesta al Comune aveva risposto, a fine novembre, un ingegnere che nel frattempo non lavora più in municipio, perché aveva un contratto a tempo legato al mandato dell’ex sindaco. L’ingegnere aveva assicurato che la proposta sarebbe stata presa in considerazione, ma ancora oggi la strada ha pochi parcheggi e quelli che ci sono si allagano con poco. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paolo

    23 Febbraio @ 10.44

    Siamo alle solite storie italiane, da una parte un gioiello e di fianco lo scandalo. Sono sempre le fasce più deboli che ne pagano le conseguenze. Ora vediamo quanto ci mettono a mettere a posto quella carraia!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS