-2°

Quartieri-Frazioni

Piombo e stampa, nostalgia e tanti ricordi

Piombo e stampa, nostalgia e tanti ricordi
Ricevi gratis le news
1

 MONTANARA
Chiara Pozzati
«Ho fatto il mestiere più bello del mondo: ancor’oggi conosco l’arte del fondere pensieri in piombo». Paolo Guercini, storico linotipista del Messaggero, oggi tra i negozianti più amati di quartiere Montanara, si racconta e svela i segreti di quella tipografia «officina» che ha vissuto per 25 anni. La famiglia Guercini ha sfornato tutti mastri tipografi («su 43 uomini, solo uno è «finito» ragioniere», scherza). Suo nonno è stato il primo a collaudare una Linotype in Italia, poi è venuto il turno di suo padre, quindi il suo. Guercini era l’enfant prodige. Arrivato al Messaggero a 18 anni, una media di 27 mila lettere all’ora, ha visto fin da subito il suo futuro nella linotype. Tra quel ronzio incessante, il ticchettare furioso sulla tastiera, il «cric» delle matrici. «Il nostro era un lavoro d’ascolto – racconta con occhi sognanti – anche perché dovevi perennemente capire cosa accadeva nella Linotype. Dovevi esser pronto a balzare a terra per evitare gli schizzi di piombo fuso da un momento all’altro». Una grande famiglia, quella dei giornali, dove lui è approdato ancora bambino. «In pochi mesi sono diventato la mascotte di tutti, sapevo farmi benvolere ed ero circondato da colleghi straordinari». Prima di entrare nell’universo della stampa, però, ha sperimentato anche quello della tipografia commerciale. In particolare nella Mengarelli, tipografia ufficiale del Pci. «Il mio primo lavoro? Un manifesto che preannunciava il comizio di Togliatti in piazza San Giovanni di Roma».
 «Ho imparato il mestiere di linotipista quand’ero ancora un apprendista. Sfruttavo le pause caffè del mio superiore per guardarla da vicino. Il braccio che scendeva e saliva, le matrici, i ''punzoni'' per gli spazi: rimanevo incantato di fronte a questa meraviglia della meccanica. Thomas Edison la definiva l’ottava meraviglia del mondo, ne sono assolutamente convinto. A fine giornata il mio capo mi pagava solo quando non perdeva alle scommesse sui cavalli ma io ero felice lo stesso». Ha lavorato in Vaticano ma anche a La Fiaccola, prima di approdare al Messaggero. C’è chi è nato con la camicia «e chi indossava quella bianca – spiega con orgoglio -: eravamo i veri signori della tipografia». Con l’avvento dei computer, Guercini ha visto crollare tutto il suo mondo. «Hanno ucciso un’arte e il primo strumento che ha permesso una reale e capillare diffusione dei giornali», commenta amaro. Ma a guardare la sua dolce metà il sorriso gli spunta generoso: «Mi sono innamorato di una parmigiana e in quartiere Montanara mi trovo benissimo». Tra i fondatori della Montanara Card, l’intraprendente romano adottato da Parma si dice comunque soddisfatto. Anche grazie a quelle nipoti principesse «che mi hanno riempito la vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • emma

    14 Settembre @ 16.38

    io sono la nipote di paolo guercini mio nome e' sofia guercini

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande