Quartieri-Frazioni

Il suonatore dalla barzelletta sempre pronta

Il suonatore dalla barzelletta sempre pronta
Ricevi gratis le news
0

CORTILE SAN MARTINO
 Margherita Portelli

Imbraccia la marmitta, tira il fiato, e via di melodie. Se poi avvicina alla bocca un grosso imbuto, allora si appresta a far ballare a suon di kazoo. L’asta del microfono è la gamba di un manichino, e le scarpe con la dentiera sono un’attrazione che non passa mai di moda. Lui, Mario La Franca, suonatore del buonumore, armonicista dalla barzelletta sempre pronta (con un repertorio di 300 storielle non si sbaglia), è l’ultimo portabandiera (insieme al chitarrista Luca Longhi), di un’orchestra centenaria, con un nome che è già tutto un programma. L’orchestra «Mille litri» - che secondo la leggenda fu fondata dal violinista Augusto Migliavacca - è una formazione dialettale di musicisti/cabarettisti che da decenni si dividono fra sagre, borghi e osterie, per intrattenere e far divertire, con la musica e con l’inventiva. Nella sua antica casa di campagna, a due passi da Ravadese, quartiere Cortile San Martino, il direttore dell’orchestra «dei burloni» ha un garage pieno di brillanti invenzioni: dai cartelli che fanno da sfondo scenografico alle esibizioni dell’orchestra «Mille Litri Spa. Società per Azioni disoneste - Capitale interamente bevuto dai soci», alla valigia piena di battute e freddurine, passando per improbabili strumenti musicali, ricavati dai più stravaganti oggetti (come marmitte e imbuti, appunto). «L’orchestra «Mille litri» esiste praticamente da sempre. Ce la siamo tramandata; un tempo eravamo in tanti, ma ora siamo rimasti solo in due: io e il chitarrista Luca Longhi - racconta Mario, 67 anni, parte della banda da oltre 30 -. A cosa fa riferimento il nome non c’è nemmeno bisogno di spiegarlo. Ha presente quando a una festa si vede una tavolata di amici che hanno decine di bottiglie vuote davanti? Ecco, quella è di per sé un’orchestra «Mille litri»». Il desiderio di La Franca è proprio questo: che la «Mille litri» smetta di essere una sola orchestra, ma divenga un modo di dire, e di intendere le feste e il divertimento: «Una filosofia, insomma» sorridono gli occhi celesti di Mario. Per anni la «casa base» dell’orchestra è stata una baracca sul Po, poi distrutta dall’acqua. I fiumi, là, erano di vino ed allegria: si tagliavano i salami, si brindava, e poi si partiva sul furgoncino carico di tutto l’ambaradan di strumenti e allestimenti scenici utili all’esibizione, per finire chissà dove: «A volte si andava a suonare in posti prestabiliti, osterie o sagre, altre volte si improvvisava - ricorda Mario -: magari in mezzo alla campagna passavi vicino a una casa dove c’era gente in festa, così ti fermavi lì ed eri capace di starci fino a notte». Tempi andati? Forse sì, ma a tutt’oggi l’orchestra «Mille litri» sopravvive: «E’ difficile trovare giovani disposti a far andare avanti questa tradizione - racconta il «direttore» -, perché ci vuole libertà assoluta per portare avanti una passione così. Ma intanto, noi, continuiamo a suonare». E, a quanto pare, la secolare band «pramzana» non è ancora passata di moda.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS