-0°

16°

Quartieri-Frazioni

Montanara "caldo" per i 5 Stelle: contestazioni all'incontro col quartiere

Montanara "caldo" per i 5 Stelle: contestazioni all'incontro col quartiere
Ricevi gratis le news
31

Alla fine le proposte e le segnalazioni sono emerse: a partire dalle criticità dell'edilizia scolastica di quartiere alla necessità di ristrutturare il Podere Cinghio. Ma la tappa della Giunta 5 Stelle al Montanara (presenti la vicesindaco Paci e l'assessore Marani) è stata segnata anche da forti contestazioni, sia in sala civica, sia all'esterno, dopo che qualcuno dei partecipanti ha preso la direzione della porta in segno di protesta.

Contestazioni sin dall' "antipasto", quando la Paci e Marani hanno fatto una panoramica sulle politiche della Giunta per la città. "Vogliamo parlare del quartiere", hanno detto in tanti. E quando la psicologa Laura Castaldini ha spiegato la modalità del lavoro per gruppi, il clima si è riscaldato parecchio. Non le ha  mandate a dire Ferdinando Orlandi, l'ultimo presidente di quartiere: "Per me è un insulto. I progetti partecipativi fatti dai quartieri non sono nemmeno stati presi in considerazione, questo è diventato un anno zero". La risposta della Paci: "La vostra esperienza passata rimettiamola al servizio dei cittadini: comunicateci quello che è stato fatto e andiamo avanti". Direttamente fuori dai gruppi è rimasto Paolo Greci, presidente dell'associazione di commercianti "Montanara insieme", visto che "da oltre un mese chiedo un incontro con l'assessore Casa per una prossima manifestazione ma non mi riceve".

Fuori dalla sala civica sono stati invece bloccati alcuni rappresentanti 5 Stelle, tra cui il consigliere comnunale Roberto Furfaro, a cui diversi abitanti del quartiere hanno manifestato - anche animatamente - il disappunto sull'incontro ("Vogliamo che l'Amministrazione risponda sul merito delle cose durante la serata, non rimandando a fra qualche mese") ma anche sull'atteggiamento del movimento su Casa Pound: "Non avete preso di petto la questione". La risposta di Furfaro: "Una delle nostre prime delibere vieta l'uso di luoghi pubblici ad associazioni che sviluppano omofobia, odio razziale o violenza". Bene, gli hanno risposto, "ma concretamente come la fate rispettare?". 

 

Prossimo incontro, quello con gli abitanti del Parma Centro: appuntamento mercoledì 7 novembre alle 20.30 nella sala riunioni del Circolo Dipendenti Comunali in viale Mentana 31/a.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    07 Novembre @ 18.32

    Un vecchIo detto inglese se ben ricordo recita così " SE NON FAI PARTE DELLA SOLUZIONE VUOL DIRE CHE FAI PARTE DEL PROBLEMA"

    Rispondi

  • Paolo Oppici

    07 Novembre @ 15.58

    @francesco mannella. Le consiglierei caldamente si mettere un po' di ordine nel suo italiano, e pure nelle sue idee. Qua non mi risulta siamo nella caserma del signor Grillo, quindi si armi di santa pazienza e si acconci a leggere anche qualcosina che non sia perfettamente in linea con il Capo. Le risulterà strano, ma esistono persone che non idolatrano il comico di Genova e i suoi emuli locali. Si chiama democrazia, sa com'è...

    Rispondi

  • FRANCESCO

    07 Novembre @ 09.25

    Non ero presente alla riunione (abito addirittura in una frazione fuori comune di Parma) ma devo ammettere che leggendo l'articolo mi son fatto l'idea di un incontro basato su contestazioni (basta vedere il solo titolo). Mi sembra, invece, che alcuni lettori presenti (ops, scrittori di commenti) dicano l'esatto contrario..... Personalmente non so più cosa pensare e a chi credere.

    Rispondi

  • Capitano

    06 Novembre @ 21.56

    Premetto che non ero alla riunione del quartiere Montanara, avendo però abitato da sempre a Parma e per alcuni anni proprio nel quartiere Montanara, ho contattato quattro amici che vi hanno partecipato, per sapere da loro come è andata questa riunione. Le impressioni che mi sono state riferite in modo unanime da queste persone che ho sentito singolarmente, sono state di una riunione che ha sortito effetti positivi, a parte poche persone, che agli occhi dei miei interlocutori, hanno dato l'impressione di essere prevenute, come il signor Orlandi e pochi altri. Mi hanno anche riferito di una signora che all'inizio, dopo avere espresso alcuni pareri negativi, ha fatto l'atto di abbandonare la riunione, salvo poi accomodarsi nelle ultime posizioni e constatare che il tutto procedeva per la maggior parte dei convenuti, con soddisfazione. Mi permetto quindi di evidenziare che dall'attenta rilettura dell'articolo, io che non ho partecipato alla riunione, ricevo una sensazione di contestazione abbastanza marcata nei confronti di chi ha l'ha promossa, mentre sentendo alcuni dei partecipanti, mi è stata riferita tutt'altra cosa. Non ho la pretesa di insegnare niente ha nessuno, ne tantomeno di avere la verità in tasca, anche voi però, accettate in modo più autocritico le segnalazioni che vi vengono dai vari lettori, anche se capisco che quanto asserito da @la verità può essere stato inteso come una provocazione. Provate però a valutare in modo obiettivo i vari punti dell'articolo, a parte le poche righe iniziali dove dite che le proposte alla fine sono emerse, tutti gli altri punti, il 95 % dell'articolo sono segnalazioni di contestazioni:"la tappa della Giunta 5 Stelle al Montanara (presenti la vicesindaco Paci e l'assessore Marani) è stata segnata anche da forti contestazioni, sia in sala civica, sia all'esterno", "Contestazioni sin dall' "antipasto", "E quando la psicologa Laura Castaldini ha spiegato la modalità del lavoro per gruppi, il clima si è riscaldato parecchio", "Non le ha mandate a dire Ferdinando Orlandi", "Direttamente fuori dai gruppi è rimasto Paolo Greci, presidente dell'associazione di commercianti "Montanara insieme", "Fuori dalla sala civica sono stati invece bloccati alcuni rappresentanti 5 Stelle, tra cui il consigliere comnunale Roberto Furfaro, a cui diversi abitanti del quartiere hanno manifestato - anche animatamente - il disappunto sull'incontro". Scusate, ma uno che non era presente che idea si fà? E' andata bene che non li hanno picchiati. Mentre a sentire altri partecipanti, la rappresentazione non è proprio questa. Diciamo che in base alla valutazione di alcuni lettori, non ne è venuta fuori una delle migliori pagine del Verismo, inteso come la fedele corrispondenza con il sentire e il parlare della totalità dei soggetti che vengono rappresentati. Grazie per l'attenzione e buon lavoro.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    06 Novembre @ 20.11

    Ripasso delle nostre regole per il signor Mannella - 1) Non spetta a lei definire "stupidate" le idee di un altro lettore: quindi, se non vuole perdere tempo, si abitui a rispettare chi non la pensa come lei o i suoi prossimi commenti voleranno nel nostro capiente cestino. Quanto allo spam, si fidi di noi o si scelga un altro sito. 2) La sfido a indicare esempi di nostra faziosità nei confronti della giunta Pizzarotti. Ancor più ridicolo questo rilievo su questo sito, dove pareri pro e contro si fronteggiano nel modo più libero e paritario 3) Che poi ci siano attivisti sguinzagliati sul web, neppure io ne dubito. Ma anche su questo, mi creda, siamo in regime di par condicio....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

incidente in curva

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

1commento

Criminalità

Borseggi, la paura viaggia sull'autobus

4commenti

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

BUROCRAZIA

Strade pronte, ma restano chiuse

2commenti

LA STORIA

Aurora, 18enne con disabilità: «Nessun sogno è precluso»

2commenti

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

SALUTE

Un test del sangue per otto tipi di tumore

Ko a Cremona

Anno nuovo, Parma vecchio

3commenti

Animali

«Delon sbaglia: non si uccide il proprio cane»

2commenti

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

10commenti

LA PEPPA

La ricetta della domenica - Quiche di carciofi

SERIE B

Cremonese-Parma 1-0: crociati sconfitti a pochi minuti dalla fine sotto gli occhi di Lizhang Foto Video

Nel primo tempo squadre equilibrate, poi i crociati calano. La Cremonese aumenta il pressing e fa gol con Cavion

9commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

kabul

Attacco all'hotel Intercontinental

SPORT

tennis

Australian open, gli ottavi: Seppi eliminato. Stasera gioca Fognini

SCI

Schnarf, il podio che non t'aspetti

1commento

SOCIETA'

IL DIRETTORE RISPONDE

Opinioni a confronto sui lupi

BLOG

Il "Bugiardino dei libri" di Marilù Oliva - 3

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti