-5°

Quartieri-Frazioni

Montanara "caldo" per i 5 Stelle: contestazioni all'incontro col quartiere

Montanara "caldo" per i 5 Stelle: contestazioni all'incontro col quartiere
31

Alla fine le proposte e le segnalazioni sono emerse: a partire dalle criticità dell'edilizia scolastica di quartiere alla necessità di ristrutturare il Podere Cinghio. Ma la tappa della Giunta 5 Stelle al Montanara (presenti la vicesindaco Paci e l'assessore Marani) è stata segnata anche da forti contestazioni, sia in sala civica, sia all'esterno, dopo che qualcuno dei partecipanti ha preso la direzione della porta in segno di protesta.

Contestazioni sin dall' "antipasto", quando la Paci e Marani hanno fatto una panoramica sulle politiche della Giunta per la città. "Vogliamo parlare del quartiere", hanno detto in tanti. E quando la psicologa Laura Castaldini ha spiegato la modalità del lavoro per gruppi, il clima si è riscaldato parecchio. Non le ha  mandate a dire Ferdinando Orlandi, l'ultimo presidente di quartiere: "Per me è un insulto. I progetti partecipativi fatti dai quartieri non sono nemmeno stati presi in considerazione, questo è diventato un anno zero". La risposta della Paci: "La vostra esperienza passata rimettiamola al servizio dei cittadini: comunicateci quello che è stato fatto e andiamo avanti". Direttamente fuori dai gruppi è rimasto Paolo Greci, presidente dell'associazione di commercianti "Montanara insieme", visto che "da oltre un mese chiedo un incontro con l'assessore Casa per una prossima manifestazione ma non mi riceve".

Fuori dalla sala civica sono stati invece bloccati alcuni rappresentanti 5 Stelle, tra cui il consigliere comnunale Roberto Furfaro, a cui diversi abitanti del quartiere hanno manifestato - anche animatamente - il disappunto sull'incontro ("Vogliamo che l'Amministrazione risponda sul merito delle cose durante la serata, non rimandando a fra qualche mese") ma anche sull'atteggiamento del movimento su Casa Pound: "Non avete preso di petto la questione". La risposta di Furfaro: "Una delle nostre prime delibere vieta l'uso di luoghi pubblici ad associazioni che sviluppano omofobia, odio razziale o violenza". Bene, gli hanno risposto, "ma concretamente come la fate rispettare?". 

 

Prossimo incontro, quello con gli abitanti del Parma Centro: appuntamento mercoledì 7 novembre alle 20.30 nella sala riunioni del Circolo Dipendenti Comunali in viale Mentana 31/a.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco ferrari

    07 Novembre @ 18.32

    Un vecchIo detto inglese se ben ricordo recita così " SE NON FAI PARTE DELLA SOLUZIONE VUOL DIRE CHE FAI PARTE DEL PROBLEMA"

    Rispondi

  • Paolo Oppici

    07 Novembre @ 15.58

    @francesco mannella. Le consiglierei caldamente si mettere un po' di ordine nel suo italiano, e pure nelle sue idee. Qua non mi risulta siamo nella caserma del signor Grillo, quindi si armi di santa pazienza e si acconci a leggere anche qualcosina che non sia perfettamente in linea con il Capo. Le risulterà strano, ma esistono persone che non idolatrano il comico di Genova e i suoi emuli locali. Si chiama democrazia, sa com'è...

    Rispondi

  • FRANCESCO

    07 Novembre @ 09.25

    Non ero presente alla riunione (abito addirittura in una frazione fuori comune di Parma) ma devo ammettere che leggendo l'articolo mi son fatto l'idea di un incontro basato su contestazioni (basta vedere il solo titolo). Mi sembra, invece, che alcuni lettori presenti (ops, scrittori di commenti) dicano l'esatto contrario..... Personalmente non so più cosa pensare e a chi credere.

    Rispondi

  • Capitano

    06 Novembre @ 21.56

    Premetto che non ero alla riunione del quartiere Montanara, avendo però abitato da sempre a Parma e per alcuni anni proprio nel quartiere Montanara, ho contattato quattro amici che vi hanno partecipato, per sapere da loro come è andata questa riunione. Le impressioni che mi sono state riferite in modo unanime da queste persone che ho sentito singolarmente, sono state di una riunione che ha sortito effetti positivi, a parte poche persone, che agli occhi dei miei interlocutori, hanno dato l'impressione di essere prevenute, come il signor Orlandi e pochi altri. Mi hanno anche riferito di una signora che all'inizio, dopo avere espresso alcuni pareri negativi, ha fatto l'atto di abbandonare la riunione, salvo poi accomodarsi nelle ultime posizioni e constatare che il tutto procedeva per la maggior parte dei convenuti, con soddisfazione. Mi permetto quindi di evidenziare che dall'attenta rilettura dell'articolo, io che non ho partecipato alla riunione, ricevo una sensazione di contestazione abbastanza marcata nei confronti di chi ha l'ha promossa, mentre sentendo alcuni dei partecipanti, mi è stata riferita tutt'altra cosa. Non ho la pretesa di insegnare niente ha nessuno, ne tantomeno di avere la verità in tasca, anche voi però, accettate in modo più autocritico le segnalazioni che vi vengono dai vari lettori, anche se capisco che quanto asserito da @la verità può essere stato inteso come una provocazione. Provate però a valutare in modo obiettivo i vari punti dell'articolo, a parte le poche righe iniziali dove dite che le proposte alla fine sono emerse, tutti gli altri punti, il 95 % dell'articolo sono segnalazioni di contestazioni:"la tappa della Giunta 5 Stelle al Montanara (presenti la vicesindaco Paci e l'assessore Marani) è stata segnata anche da forti contestazioni, sia in sala civica, sia all'esterno", "Contestazioni sin dall' "antipasto", "E quando la psicologa Laura Castaldini ha spiegato la modalità del lavoro per gruppi, il clima si è riscaldato parecchio", "Non le ha mandate a dire Ferdinando Orlandi", "Direttamente fuori dai gruppi è rimasto Paolo Greci, presidente dell'associazione di commercianti "Montanara insieme", "Fuori dalla sala civica sono stati invece bloccati alcuni rappresentanti 5 Stelle, tra cui il consigliere comnunale Roberto Furfaro, a cui diversi abitanti del quartiere hanno manifestato - anche animatamente - il disappunto sull'incontro". Scusate, ma uno che non era presente che idea si fà? E' andata bene che non li hanno picchiati. Mentre a sentire altri partecipanti, la rappresentazione non è proprio questa. Diciamo che in base alla valutazione di alcuni lettori, non ne è venuta fuori una delle migliori pagine del Verismo, inteso come la fedele corrispondenza con il sentire e il parlare della totalità dei soggetti che vengono rappresentati. Grazie per l'attenzione e buon lavoro.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    06 Novembre @ 20.11

    Ripasso delle nostre regole per il signor Mannella - 1) Non spetta a lei definire "stupidate" le idee di un altro lettore: quindi, se non vuole perdere tempo, si abitui a rispettare chi non la pensa come lei o i suoi prossimi commenti voleranno nel nostro capiente cestino. Quanto allo spam, si fidi di noi o si scelga un altro sito. 2) La sfido a indicare esempi di nostra faziosità nei confronti della giunta Pizzarotti. Ancor più ridicolo questo rilievo su questo sito, dove pareri pro e contro si fronteggiano nel modo più libero e paritario 3) Che poi ci siano attivisti sguinzagliati sul web, neppure io ne dubito. Ma anche su questo, mi creda, siamo in regime di par condicio....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

1commento

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

16commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto