21°

33°

Quartieri-Frazioni

Mezzo secolo di pizze: festa al Corsaro

Mezzo secolo di pizze: festa al Corsaro
Ricevi gratis le news
2

PARMA CENTRO
Margherita Portelli
La loro «nave» ha attraccato in via Cavour mezzo secolo fa. Da allora, la famiglia di pizzaioli che ha allenato i palati ducali al gusto partenopeo per eccellenza, non ha mai più ripreso il largo. 
I Tagliafierro, originari di Tramonti, in provincia di Salerno, hanno festeggiato i 50 anni della pizzeria «Al Corsaro», che aprì in via Cavour quando ancora quella piccola fetta di centro storico era aperta al traffico. 
La famiglia, allora formata da mamma Raffaella e papà Bonaventura, con i figli Mario Antonio, Carmela, Teresa e Luigi, arrivò a Parma nel 1962, appositamente per aprire un ristorante. 
Allora, la pizza napoletana non esisteva in città. 
«C’erano un paio di pizzerie al tempo, che però la cucinavano diversamente: piccola e nella teglia – ricordano i Tagliafierro -. La nostra sembrava enorme, e i clienti all’inizio erano spaventati. Ora, invece, sono capaci di mangiarsene due». 

Da una fumata in compagnia nacque l’idea del caratteristico bancone a forma di nave. «Io lavoravo come dipendente a Novara, e dopo pochi anni decisi che avrei voluto mettermi in proprio – racconta Mario Antonio, che oggi, a 73 anni, è ancora al lavoro in una delle pizzerie di famiglia -. Scelsi Parma appositamente perché un amico mi suggerì che in questa città non era ancora arrivata la vera pizza napoletana. Mentre chiacchieravamo, dando un’occhiata al pacchetto di Nazionali che stavamo fumando, ci venne l’idea del bancone».
Dopo dieci anni in via Cavour, Mario Antonio aprì la Duchessa, in piazza Garibaldi, che oggi è gestita dalla sorella Carmela, per poi allargarsi ancora di più con «Al Petitot», zona stadio Tardini. 
In via Cavour, oggi, rimangono Luigi e Teresa.
 Tutti seduti sulle panche di legno, sovrastati dai remi appesi e circondati dalle foto autografate dei tanti artisti che nei decenni sono passati da «Al Corsaro», i quattro fratelli raccontano i particolari di una vita passata a infornare pizze. 
«Un lavoro duro, certo, ma di cui non potrei fare a meno» taglia corto Mario Antonio, instancabile primogenito. 
«Ci sono cresciuto in questo mondo. Già quando avevo sette anni, ero più qui che a casa» aggiunge Luigi. 
«Abbiamo messo a tavola generazioni di parmigiani, una dopo l’altra» spiegano Carmela e Teresa. 
Ora, a perpetuare il mestiere di famiglia, ci sono anche i figli di Mario Antonio. Ma, a ben guardare, i quattro «capitani», non hanno alcuna intenzione di abbandonare la nave. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    19 Novembre @ 22.24

    ...<<Qui in via Cavour abbiamo messo a tavola...>> Eh, sì, proprio IN VIA Cavour, dopo che hanno EDIFICATO un ATROCE dehor che occupa indebitamente il bel mezzo della Strada, un tempo proprietà esclusiva dei parmigiani.

    Rispondi

  • brucaliffo

    14 Novembre @ 14.35

    Frequento il Corsaro dal 1971 in occasione del dopo-teatro al Regio. Credo di aver mangiato migliaia di pizze, e non solo, ed credo che ancora oggi sia assolutamente la migliore per digeribilita', qualita' delle materie prime e perfezione nella cottura ! COMPLIMENTI !!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

concorso

Una corona per Miss Parma: chi sarà la più bella del reame?

Finta ricerca su Star Wars finisce su 3 riviste scientifiche

cinema

Finta ricerca su Star Wars finisce su tre riviste scientifiche

William, Harry e quell'ultima breve telefonata con Diana

documentario

William e Harry: "Quell'ultima telefonata con mamma Diana" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Rapina un'anziana sul treno durante la sosta a Parma, arrestato

tg parma

Rapina un'anziana sul treno durante la sosta a Parma: arrestato Video

Aveva anche molestato altri viaggiatori e spaventato tutti azionando il freno d'emergenza

DELITTO DI VIA SIDOLI

«Elisa voleva andare a un concerto, io ho perso la testa»

2commenti

parma

Lascia la figlia addormentata in auto sotto il sole: denunciato

L'INCHIESTA

Viale Vittoria, è sempre emergenza spaccio

23commenti

MERCATO

Dezi e Insigne jr, doppio colpo del Parma

1commento

tortiano

Vede scappare i ladri sull'auto della cliente. Ora il lieto fine

Fraore

Black out programmato. Ma nessuno lo sapeva

1commento

fontevivo

Schianto tra furgone e bicicletta: un ferito

RUGBY

Ufficiale: le Zebre tornano «federali»

SALA

E' morta la Milla, regina della torta fritta

Traversetolo

Escluso dai servizi scolastici chi non paga

1commento

langhirano

Un "dolce" Festival del Prosciutto: arriva Ernst Knam Foto

Incredibile

Straordinaria scoperta nel Po: trovata la mandibola di un leone

5commenti

Lutto

Alberto Greci, una vita per il museo Lombardi

Ricercato per condanna a Parma, arrestato a confine Trieste

MILANO

Sala: "Il Pd ha sbagliato a non dare credito a Pizzarotti"

Il sindaco di Parma alla Festa dell'Unità a Milano si schiera con Gori sull'immigrazione: "Lo Stato faccia di più"

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I misteri delle bollette: le multe al tempo della crisi

di Michele Brambilla

2commenti

AMARCORD/1

Quando c'era "Un disco per l'estate" Video

di Vanni Buttasi

ITALIA/MONDO

trentino

Ferito da orso: ordinata la cattura. "E abbattimento se necessario"

3commenti

torino

Assalti ai bancomat, presi i banditi mascherati da Trump Video

SPORT

Calciomercato

Cassano: "Lascio Verona: non mi dà stimoli. Ma non mi ritiro"

QUI PINZOLO

Bongiovanni: «Alleno il Parma a tavola»

SOCIETA'

il caso

Preziosa Bibbia in ebraico, Klaus Davi attacca la biblioteca Palatina

degrado

Venezia: e ora i turisti si tuffano (anche) dal ponte di Calatrava

1commento

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori