15°

Quartieri-Frazioni

Pallone e grinta nel nome dell'amicizia

Pallone e grinta nel nome dell'amicizia
0

Chiara Pozzati

Oggi come allora. Con la stessa passione per pallone, parastinchi schizzati di fango e divertimento. Quella «malattia» che colpisce tutti i maschietti che si trovano a giocare in cortile. Prima bimbi, poi adolescenti. Oggi sono lavoratori, studenti, padri, ma anche calciatori. Sono i ragazzi della squadra di calcio  a 5 di Alberi, tra i fiori all’occhiello di quartiere Vigatto. Cresciuti a pane, oratorio e (super)scooter. Hanno iniziato tra assist e scivoloni al campo San Lorenzo di fianco alla chiesa del paese. Campo in piena regola voluto e curato da don Rosolo Tarasconi, storico parroco di Alberi. «Tra noi c’è chi si è allontanato per diversi anni, chi per questioni lavorative, chi di cuore. Ma abbiamo avuto tanti ritorni e pure facce nuove», dicono prima di scendere in campo con la divisa nero-verde. Qualche giro del campo e via: sono pronti a dare un calcio alle preoccupazioni. «E’ il nostro modo per non perdere di vista i valori importanti – dicono - come l’amicizia autentica, la voglia di stare insieme, il sentirsi parte di un quartiere vivo». «Abbiamo iniziato nella stagione 1998-99 all’Aics – spiega Maurizio De Luca, uno dei dirigenti - partendo dalla serie più bassa scalando tutte le categorie». Sono arrivati fino alla semifinale provinciale, «e per qualche tempo ci siamo anche divisi in due squadre: eravamo in tantissimi», ripete. Già perché fra i giocatori c’erano sia «i ragazzi della panchina» che quelli più giovani. «Da due anni partecipiamo al campionato provinciale Uisp categoria amatori – aggiunge De Luca con un pizzico di soddisfazione - e dobbiamo assolutamente ringraziare gli sponsor che ci seguono con passione». In primis «Famija alberese» (7 anni di sponsorizzazione senza batter ciglio), Me.Ber. srl e Tecno-Gaz. «I primi tempi eravamo quasi tutti minorenni, ci ''scarrozzavano'' da un match all’altro il Sapo, l’Iside, Filippo Benedini e due genitori che ricoprivano il ruolo di dirigenti. Si tratta di Giovanni Gualerzi e Vincenzo Beatrici». Il tono è confidenziale: si parla tra nomignoli affettuosi e ricordi «formato» quartiere. Fra i grandi che hanno reso speciale questo spicchio di Parma che si srotola su via Martinella, c’è sicuramente Francesco Saponara. Il Sapo per gli amici, penna delicata dell’Informazione scomparso a soli 36 anni. Impossibile per chi abita ad Alberi non ricordare i momenti condivisi con quest’uomo fuori dal comune «un vulcano di idee col pallino per la scrittura e gli 883». Ricordare non è semplice: anche se un sorriso dolceamaro «in onore degli anni d’oro è impossibile non lasciarselo sfuggire». «Abbiamo fatto di tutto per questa squadra - aggiunge De Luca -  ma fondamentale è stato il sostegno della Famija alberese. Non ringrazieremo mai abbastanza Mario Zambelli che è stato il nostro angelo custode e ci ha sempre appoggiato» . Altri segni distintivi? «Non ci interessa il risultato (quest’anno 2 vittorie e 4 sconfitte) ma divertirci». Figli del calcio vero, quello in cui trionfa il fair play, festeggiano il ritorno di un ex giocatore (Fabio Abevilli) e «altri 5 acquisti ma la filosofia non è cambiata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale su social network

denuncia

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale sui social network

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

12commenti

Lealtrenotizie

Scientifico e tecnici, il «sorpasso»

Scuola

Scientifico e tecnici, il «sorpasso»

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

Lutto

Anna, pilastro del volontariato

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

Lega Pro

Parma, senza Baraye un attacco diverso

Crac

Di Vittorio, primi rimborsi

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

solidarietà

Parma Facciamo Squadra: un risultato (super) da 162.700 euro

Al Regio, cerimonia di consegna dei fondi

Premio "donna sport"

Un "oro" sui libri per la Folorunso: è pure strabrava a scuola

il caso

Tep, la tempesta delle reazioni è politico-sindacale

Dalla Cgil o la Uil fino a Casapound, gli interventi sull'aggiudicazione del servizio di trasporto pubblico fa discutere

4commenti

Fisco

Condomini, l'Agenzia delle Entrate proroga la scadenza al 7 marzo

giudice

Crociati a Salò senza Baraye. Parma multato per lancio di bottigliette

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

roma

Tassisti in piazza, cariche davanti alla sede Pd Video

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

2commenti

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

4commenti

SPORT

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

storie di ex

Adriano, l'ultimo tabellino? Compleanno, festa da 91mila euro

MOTORI

anteprima

Nuova Kia Rio. Eccola in azione Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv