21°

Quartieri-Frazioni

Nuova Racagni: nasce la scuola a consumo "quasi zero"

Nuova Racagni: nasce la scuola a consumo "quasi zero"
7

COMUNICATO

Cedimenti, crepe, infiltrazioni d’acqua e tanti altri guai derivati un po’ dall’età non più verde, un po’ dai problemi strutturali, hanno mandato in pensione la cara vecchia scuola dei Parti Bocchi, che nel suo mezzo secolo di vita ha accompagnato la crescita di migliaia di ragazzi.

Ora però è giunto il tempo della rinascita: proprio ieri, dando corso alle decisioni prese a suo tempo dal Commissario Ciclosi e tradotte in atti concreti dalla Giunta Pizzarotti, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea (GUCE) il bando per la costruzione della nuova “Scuola Paolo Racagni”.
Questo atto segna l’avvio certo e in tempi misurabili della realizzazione del plesso scolastico, che sorgerà esattamente al posto di quello preesistente, che nei prossimi mesi verrà demolito.

Ma non sarà uno dei tanti edifici scolastici più o meno anonimi che siamo abituati a vedere nelle nostre città: la “Paolo Racagni” sarà una scuola “NZEB”, in inglese “near zero Energy building”, tradotto “edificio ad energia quasi zero”, uno dei primi a mettere in pratica la normativa dell’Unione Europea che, dal 2019, prevede che tutti gli edifici pubblici di nuova costruzione dovranno essere “passivi” dal punto di vista del consumo energetico, e produrre tendenzialmente più energia primaria di quella che consumano.

“L’Amministrazione Comunale – spiega l’assessore Michele Alinovi - per la ricostruzione del nuovo plesso scolastico  Racagni, si propone di anticipare questa ambizioso obbiettivo indicendo, per l’affidamento dei lavori, una gara di appalto “a migliorie”: a chi dimostrerà non solo di rispettare i requisiti prestazionali minimi richiesti dal bando, ma di migliorarli sarà riconosciuto un punteggio che peserà fino al 70% sui criteri di aggiudicazione. La proposta progettuale dovrà, oltre a migliorare e ottimizzare l’aspetto architettonico, funzionale e di fruizione degli spazi aperti, innalzare il livello di comfort degli ambienti interni riducendo, nel contempo, il fabbisogno energetico dell’involucro e coprendo il fabbisogno residuo con energia rinnovabile”.

L’obiettivo del Comune è praticamente quello di azzerare (o quasi) la bolletta dei consumi di luce e gas, che ha un peso enorme nella gestione dei plessi scolastici, che sono dei veri e propri “colabrodo” energetici.

Il progetto definitivo che vincerà la gara – è la condizione che il Comune prevede nel bando - dovrà delineare un edificio fortemente “innovativo”, adottare un sistema costruttivo in legno, caratterizzato da un eccezionale grado di coibentazione dell’involucro esterno (pareti, tetto, pavimento, ecc.), da finestre ben coibentate con doppio o triplo vetro basso emissivo, da una costruzione priva di ponti termici, da una ottimale tenuta all'aria dell'involucro e da una un sistema di ventilazione altamente confortevole, in grado di ricambiare tutta l’aria interna una volta ogni mezz’ora, recuperando, nel contempo, l’80% del calore prima di essere espulsa all’esterno.

Il progetto preliminare approvato dalla Giunta prevede la demolizione degli edifici esistenti,  e la costruzione di un nuovo edificio, con le caratteristiche sopra descritte, in grado di ospitare 4 corsi completi di scuola primaria (cioè 20 aule), con locali adibiti a laboratori, uffici, archivi e servizi.Inoltre dovrà avere la cucina con annessa mensa, una palestra adeguata al basket e utilizzabile anche al di fuori dell’attività scolastica, e un auditorium con 150 posti, anch’esso utilizzabile durante le ore di chiusura delle lezioni.

Il Bando – che sarà pubblicato lunedì sul sito del Comune – prevede la suddivisione dei lavori in due stralci: il primo di 8 milioni di euro complessivi per l’edificio scolastico, il secondo di un milione di euro per la palestra.

Il sistema sarà quello dell’offerta “economicamente più vantaggiosa”: il prezzo proposto peserà sul punteggio in misura del 30%, mentre il restante 70% del punteggio dipenderà dalla qualità della progettazione secondo i requisiti previsti dal Comune.
Le imprese interessate avranno 68 giorni di tempo, cioè fino all’8 maggio prossimo, per presentare l’offerta comprendente gli elaborati richiesti.
La scuola nuova sarà a disposizione dei ragazzi del quartiere per l’avvio dell’anno scolastico 2014 – 2015. Per la palestra bisognerà attendere sei mesi in più.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ro

    03 Marzo @ 20.20

    Quindi signor Vercingetorige, l\'impostazione di questo bando non è una cosa fatta bene? Di commenti derivanti da \"imbrusiatura\"elettorale ne ho visti tanti, non proprio dei grillini, comi li definisce lei, visto che è stato riconosciuto da tutti che il M5S è stato il vero vincitore di queste elezioni.

    Rispondi

  • Francesco

    03 Marzo @ 18.42

    SIGNORA ROSY , guardi che le cose fatte bene ( quando lo sono ) , piacciono anche a noi. Per quanto riguarda i commenti che denotano un evidente segno di \"imbrusiatura\" basta che guardi quelli di \"grillini\" e GCR tutte le volte che qualcuno esprime un\' opinione diversa dalla loro......

    Rispondi

  • Ro

    03 Marzo @ 16.34

    Vede signor Vercingetorige, oltre a leggere e qualche volta anche commentare, spesso leggo tutti i vari articoli e relativi commenti, per cui il mio riferimento all\'imbrusiatura di parecchie persone è riferito ai vari commenti nei diversi articoli, diciamo più in generale, non solamente a questo articolo. Quando di fronte a una notizia positiva come quella riportata in questo articolo, dove si evidenzia in modo chiaro una nuova visione delle cose, la ricerca della massima funzionalità premiando la qualità del progetto, il massimo risparmio energetico con la applicazione dei criteri peraltro già adottati in diversi paesi nordici, l\'unica cosa che è riuscito ad evidenziare in modo ironico il signor gigi, è quella di dire che i ragazzi faranno ginnastica nel campetto della scuola quando il tempo lo permette, mi pare la solita visione in malafede e preconcetta. Lei che è un assiduo frequentatore dei vari blog della Gazzetta.it, non ha rilevato commenti che denotano un evidente segno di \"imbrusiatura\" da risultato elettorale?

    Rispondi

  • angela

    03 Marzo @ 01.24

    era ora.....spero tra qualche mese di dire c\\\'e\\\' l\\\'abbiamo fatta...i nostri bambini ora hanno una scuola nuova ma sopratutto sicura...............e i genitori vigileranno sulla ricostruzione.........come hanno fatto in precenza per la chiusura.....................\\r\\n

    Rispondi

  • Francesco

    02 Marzo @ 19.56

    SIGNOA ROSY , prende nota che "molte persone sono parecchio "imbrusiate" ? E, di grazia, dove le ha viste , considerato che, fino a questo momento, 2 marzo 2013 , ore 19,57 , di messaggi su questo articolo ce ne sono due, compreso il suo................

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

13commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa