21°

Quartieri-Frazioni

Quel ragazzo scartato dall'esercito "per fame"

Quel ragazzo scartato dall'esercito "per fame"
0

Lorenzo Sartorio
 Una somiglianza «travolgente» con Anthony Quinn, anche se uno è nato «dedlà da l’acua» e l'altro a Chihuahua, in Messico. Sergio Capelli, presidente  del «Nuovo Circolo Solari»,   di  «Zorba il greco»  non solo ha il volto, ma anche la grinta. Anche perchè  per guidare un circolo, di questi tempi e  con tutte  le difficoltà, di grinta, per non dire di altri attributi, ce ne vuole   tanta.
 Settantasette anni portati con grandissima disinvoltura, Sergio nasce in strada Bixio, in una di quelle casette che si affacciavano   sull'antica fabbrica «Barbieri», poi «Robuschi»,  quasi a Barriera. Una famiglia onesta, ma umile e povera,  quella di Sergio: quattro fratelli, il padre Delfino, di origini montanare, che fa lo stampatore, la mamma Luisa «rezdóra» a tempo pieno sempre alle prese ad inventarsi qualcosa per dare da mangiare  a pranzo e a cena  alla sua famiglia.
 Allo scoppio della guerra, i Capelli si trasferiscono  a Basilicanova per evitare che le bombe di «Pippo» cadano sulle loro teste.  Terminata la guerra, il ritorno a Parma in un appartamentino di borgo Cocconi, a due passi dalla scuola elementare che frequenta il piccolo Sergio: la «Cocconi» in piazzale Picelli. Un borgo che dire popolare è poco,  quello dove risiedono i Capelli, un borgo dove si affacciano  ben  nove osterie.
La più frequentata è il «Nigorfumm»,  così chiamata per il colore delle pareti forse mai imbiancate  e quello che bicchieri che venivano lavati (si fa per dire) in un «sój». Sergio non è portato per gli studi e   le condizioni familiari  lo inducono a cercarsi  subito un lavoro che trova a 11 anni come garzone della pasticceria di Romeo Fava in strada D’Azeglio di fronte  a bórogh ädj Äzon (borgo Gian Battista Fornovo).
Dopo qualche anno passa a tutt'altro lavoro ed è assunto come apprendista dal vetraio Ghirarduzzi  sempre in «bórogh ädj Äzon». Riceve la famosa cartolina gialla per il servizio di leva e si presenta al Distretto Militare per la visita medica: scartato per disturbi di cuore. «A s'éra tant mägor e gràcil che al dotor la scambiè la fama p’r al mäl äd cór. Mo l’éra fama».
 Il felicissimo matrimonio, nel 1956, con Maria Veneri, una simpatica «rezdóra» nata nei « capanón äd via Goléz» ed ora provetta cuoca  del circolo dove prepara  solo piatti dell’antica tradizione parmigiana: «riz e vérzi», «buzéca», cotiche con i fagioli «anolén», «tordè», lessi con  gli immancabili « picàja » e «pjén».
Dopo qualche anno  alle dipendenze di alcune vetrerie, Sergio    si mette in proprio e diventa socio della «Vetreria Chiavarini». L’approdo al «Solari»  risale agli anni settanta grazie allo zio Renzo Balestrieri, socio storico del sodalizio,  del quale Sergio è eletto presidente  nel 2004. Una «famiglia» un po' numerosa, il «Solari», con i suoi 150 iscritti  fra i quali i decani novantenni Gino Magnani e Gino Bassi,  ma anche  tanti giovani  che, apprezzando  i piatti della Maria, hanno riscoperto i gusti dei loro nonni. Un aiutante della Maria  è  Luigi («Piedidolci»),  «il nostro cameriere tuttofare  dai gloriosi trascorsi nei più importanti bar e ristoranti parmigiani - dice Capelli - al quale noi tutti siamo affezionatissimi».
Al «Solari » alla mattina, nelle domeniche invernali,  si può gustare come aperitivo un bollente brodino ristretto, magari impreziosito  con una nuvoletta di lambrusco,  e  una pista da ballo all’aperto ricorda tanto i mitici anni sessanta.
  Momenti belli e  tristi in questi anni di presidenza? «Il momento più triste - ricorda Sergio - è coinciso  con la morte del fraterno amico Luciano Mainardi, anima del nostro circolo, mentre  momenti belli sono stati  quando abbiamo ospitato i bambini bielorussi di Chernobyl e quando abbiamo consegnato la maglietta crociata di Nakata ad un giovane disabile.   Se da noi uno entra per litigare gli indichiamo subito la porta, ma se una persona,  anche senza una lira,  ha fame, dal nostro circolo, esce sazia».
 Quello che preoccupa Capelli è il rischio di  chiusura per i circoli dopolavoristici più piccoli, centri sociali  molto importanti per la città: «Sarebbe necessario creare un fondo di solidarietà nell’ambito dell’Arci, alla quale siamo affiliati». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito"

gossip

La tata dell'ex Spice Girl Mel B: "Relazione a tre con suo marito" Foto

Ghepardo, turista imprudente

VIDEO

Il ghepardo attacca la turista e cerca di azzannarla

Scocca l'ora di nove bellissime 50enni:  Cindy Crawford

L'INDISCRETO

Riuscireste a dire di no a queste nove bellissime 50enni?

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Pedone investito in via Spezia: è grave

incidente

Pedone investito in via Spezia: è grave

Lutto

Trovato morto in casa l'avvocato Alberto Quaini

lega pro

D'Aversa: "Ora deve tornare a scattare la scintilla dell'entusiasmo" Video

FORNOVO

Pochi iscritti alle elementari, è polemica

cibo on the road

Castle Street Food, continua l'assedio a Fontanellato Gallery

l'agenda

Una domenica tra feste di primavera, aquiloni e treni storici

LANGHIRANO

Il comandante dei vigili: «Massese pattugliata»

2commenti

gazzareporter

Un lettore: "Ma i vigili controlleranno anche le Harley Davidson?"

SORBOLO

Quegli attori anti-truffa che educano i cittadini

Finto carabiniere

Truffati altri due anziani

Lavori pubblici

Ecco il rinato «Lauro Grossi»

EMILIAMBIENTE

Massari: «Piena fiducia nel cda»

cadute

Incidenti in moto a Noceto e Berceto, grave una 46enne di Salso Video

Sanità

Visite «bucate», arrivano le prime multe

7commenti

verso il 25 Aprile

"Bella ciao!": in centinaia a celebrare la Resistenza delle donne Foto

unione parmense

Il wifi copre la Pedemontana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

I vecchi partiti? Meglio di oggi

2commenti

EDITORIALE

Francia: l'Isis cerca di dirottare il voto

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

televisione

Morta a 56 anni Erin Moran, la Joanie di Happy Days

1commento

nairobi

Difende gli animali, spari contro la scrittrice Kuki Gallmann: ferita

WEEKEND

foto dei lettori

Aspettando la 1000 Miglia: lo sguardo di Paolo Gandolfi Foto

la peppa propone

Ricetta della domenica - Tortino tricolore: uno spuntino patriottico

SPORT

calcio

Dramma per Vidal: cognato ucciso a colpi di pistola alla testa

Ciclismo

Michele Scarponi è morto, post toccante della moglie

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"