22°

Quartieri-Frazioni

Mazzera, mago delle batterie e indomito cuore crociato

Mazzera, mago delle batterie e indomito cuore crociato
Ricevi gratis le news
0

Lorenzo Sartorio

Per tutta Parma è l’angelo soccorritore  di tanti  automobilisti.  Chi gira per la città lo può infatti incrociare, più volte al giorno, a bordo della sua auto «giallo-canarino» mentre soccorre qualcuno rimasto in panne a causa di qualche contatto o per via della batteria che, fateci caso, si scarica sempre nei momenti meno opportuni. Per il pianeta «Parma  Calcio», invece, è il presidente-tuttofare del «Parma Club via Golese», uno dei più storici club crociati della nostra città che ha sede presso il circolo «Fulgor Rondine».
Giuliano Mazzera, elettrauto dall’età di 14 anni (adesso ne ha 74), è una figura popolarissima  sia per il lavoro che svolge, ma, soprattutto,  per la spiccata dote di  socializzare con tutti grazie alla sua innata e contagiosa simpatia.  Nativo del Cornocchio,  Giuliano, dopo avere frequentato le prime quattro classi elementari  nella locale scuola, approda alla «Cocconi», in piazzale Picelli, per la quinta elementare.  «La scuola - ricorda Mazzera - era a due passi dalla Colonica dove  i ''povrètt'' , dopo la guerra,  andavano con un ''tgamén'' a prelevare la minestra».
Dopo avere lavorato come apprendista da Pini e Petrolini in viale Mentana e da Costa in viale Tanara, a 24 anni,  Giuliano, si mette in proprio e  apre un’officina, prima in via La Grola ed, in seguito, in via Savani dov'è tutt'ora affiancato dal figlio Ivan. Un viso da monello nonostante le 74 primavere portate da ragazzino, ciuffo ribelle, occhietto vispo, Giuliano, è il punto di riferimento del suo club che può contare  su un altro bel personaggio, un organizzatore straordinario  oltre che un perfetto gentleman: Dino Moroni. Un club, quello guidato da Mazzera,  che non coniuga solo la propria attività con il tifo per la squadra del cuore, ma che in ventisei anni di attività ha organizzato tanti eventi di carattere ludico,  culturale e sociale,  sempre con una particolare e concreta attenzione nei confronti dei più deboli. Infatti,  a più riprese, per la regia dell’impeccabile Dino Moroni, coadiuvato da una pattuglia di simpatiche signore guidate da Paola Silvestri, il «Parma Club Golese», ha concretamente  sostenuto reparti e strutture ospedaliere. Rispecchiando  il carattere gioioso del proprio presidente,  il club organizza  cene, serate danzanti, gite e, ovviamente, le trasferte al seguito dei crociati. Ma è Mazzera il motore della sua associazione con quel suo fare da «pramzàn dal sas», quel suo stile eternamente giovane da ragazzino, con quella passione per la compagnia e  le bisbocciate ed  il poter godere dei piaceri della vita insieme ad amici veri. In 26 anni di  vita  in un club,  i ricordi,  si sprecano sia belli che tristi.  Un episodio, però, che rimarrà impresso nella memoria di Mazzera riguarda una trasferta in Olanda per seguire una partita del Parma. « Quando salimmo sul pullman per ripartire,  non ci accorgemmo di avere lasciato a terra una coppia che, poi, siamo venuti a sapere che si era imboscata nel traghetto e non certo per ammirare il panorama».
 Giuliano, però,  può annoverare anche singolari ricordi legati al  suo mestiere. Una mattina, ad esempio,  fu chiamato d’urgenza un piazza Duomo poiché un carro funebre, con morto a bordo, era rimasto in panne. Ma c'è un altro simpaticissimo  episodio accaduto poco tempo fa in strada D’Azeglio che merita d’essere citato. Era la mattina fredda e piovosa di un giorno feriale. Una bella e giovane signora fa per mettere in moto l’auto ma questa non vuol saperne di partire: la batteria. Una telefonata e, dopo pochi minuti, arriva l’auto gialla con a bordo il buon Giuliano che, alla vista dell’affascinante automobilista,  si sente ancor più operativo. Scarica i cavi, li collega alla batteria della mitica auto gialla  in modo tale da poter fare ripartire la signora con un sorriso smagliante. Ironia della sorte, quando Mazzera fa per avviare  il motore della sua auto, la batteria  è morta. Rimasto in panne,  chiede aiuto all’amico di sempre, il fornaio Walter Ferrari dell’attiguo forno di borgo Gian Battista Fornovo, che lo aiuta a ripartire  per  approdare insieme all’«Oca Morta» per il «bianchino» di metà mattina. Giuliano è un tifoso del Parma con il cuore e, quando mostra  la medaglia d’oro che porta al collo, dono dell’indimenticato presidente Ernesto Ceresini, si commuove. Come dire, che il calcio non è solo tifo, ma qualcosa di molto più. E, questo, Mazzera lo sa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Torna "Tale e quale show", Conti: "Sono rilassato e mi diverto"

TELEVISIONE

Torna "Tale e quale show", Conti: "Sono rilassato e mi diverto" Foto

Angelina Jolie, perdono Brad se ha imparato lezione

cinema

Angelina Jolie: "Perdono Brad se ha imparato la lezione"

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Notiziepiùlette

Ultime notizie

52 offerte di lavor

LA BACHECA

79 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Madregolo, schianto tra un'auto e una moto: un ferito grave

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

ladri in azione

Sorbolo, foto-cronaca da un tentato furto in abitazione

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

3commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

11commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

14commenti

IREN

Acquedotto: ancora una notte di disagi a Sorbolo e Mezzani

Interruzioni o cali di pressione possibili anche in via Beneceto a Parma

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

42commenti

TRAVERSETOLO

Alla scoperta dell'India con le foto di Natale De Risi

Mostra dal 22 settembre al 30 novembre

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

terremoto

Messico, strage nel crollo di una scuola. Oltre 200 vittime totali

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

SPORT

Moto

Valentino Rossi annuncia: "Ad Aragon ci sarò"

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D