13°

Quartieri-Frazioni

Mazzera, mago delle batterie e indomito cuore crociato

Mazzera, mago delle batterie e indomito cuore crociato
Ricevi gratis le news
0

Lorenzo Sartorio

Per tutta Parma è l’angelo soccorritore  di tanti  automobilisti.  Chi gira per la città lo può infatti incrociare, più volte al giorno, a bordo della sua auto «giallo-canarino» mentre soccorre qualcuno rimasto in panne a causa di qualche contatto o per via della batteria che, fateci caso, si scarica sempre nei momenti meno opportuni. Per il pianeta «Parma  Calcio», invece, è il presidente-tuttofare del «Parma Club via Golese», uno dei più storici club crociati della nostra città che ha sede presso il circolo «Fulgor Rondine».
Giuliano Mazzera, elettrauto dall’età di 14 anni (adesso ne ha 74), è una figura popolarissima  sia per il lavoro che svolge, ma, soprattutto,  per la spiccata dote di  socializzare con tutti grazie alla sua innata e contagiosa simpatia.  Nativo del Cornocchio,  Giuliano, dopo avere frequentato le prime quattro classi elementari  nella locale scuola, approda alla «Cocconi», in piazzale Picelli, per la quinta elementare.  «La scuola - ricorda Mazzera - era a due passi dalla Colonica dove  i ''povrètt'' , dopo la guerra,  andavano con un ''tgamén'' a prelevare la minestra».
Dopo avere lavorato come apprendista da Pini e Petrolini in viale Mentana e da Costa in viale Tanara, a 24 anni,  Giuliano, si mette in proprio e  apre un’officina, prima in via La Grola ed, in seguito, in via Savani dov'è tutt'ora affiancato dal figlio Ivan. Un viso da monello nonostante le 74 primavere portate da ragazzino, ciuffo ribelle, occhietto vispo, Giuliano, è il punto di riferimento del suo club che può contare  su un altro bel personaggio, un organizzatore straordinario  oltre che un perfetto gentleman: Dino Moroni. Un club, quello guidato da Mazzera,  che non coniuga solo la propria attività con il tifo per la squadra del cuore, ma che in ventisei anni di attività ha organizzato tanti eventi di carattere ludico,  culturale e sociale,  sempre con una particolare e concreta attenzione nei confronti dei più deboli. Infatti,  a più riprese, per la regia dell’impeccabile Dino Moroni, coadiuvato da una pattuglia di simpatiche signore guidate da Paola Silvestri, il «Parma Club Golese», ha concretamente  sostenuto reparti e strutture ospedaliere. Rispecchiando  il carattere gioioso del proprio presidente,  il club organizza  cene, serate danzanti, gite e, ovviamente, le trasferte al seguito dei crociati. Ma è Mazzera il motore della sua associazione con quel suo fare da «pramzàn dal sas», quel suo stile eternamente giovane da ragazzino, con quella passione per la compagnia e  le bisbocciate ed  il poter godere dei piaceri della vita insieme ad amici veri. In 26 anni di  vita  in un club,  i ricordi,  si sprecano sia belli che tristi.  Un episodio, però, che rimarrà impresso nella memoria di Mazzera riguarda una trasferta in Olanda per seguire una partita del Parma. « Quando salimmo sul pullman per ripartire,  non ci accorgemmo di avere lasciato a terra una coppia che, poi, siamo venuti a sapere che si era imboscata nel traghetto e non certo per ammirare il panorama».
 Giuliano, però,  può annoverare anche singolari ricordi legati al  suo mestiere. Una mattina, ad esempio,  fu chiamato d’urgenza un piazza Duomo poiché un carro funebre, con morto a bordo, era rimasto in panne. Ma c'è un altro simpaticissimo  episodio accaduto poco tempo fa in strada D’Azeglio che merita d’essere citato. Era la mattina fredda e piovosa di un giorno feriale. Una bella e giovane signora fa per mettere in moto l’auto ma questa non vuol saperne di partire: la batteria. Una telefonata e, dopo pochi minuti, arriva l’auto gialla con a bordo il buon Giuliano che, alla vista dell’affascinante automobilista,  si sente ancor più operativo. Scarica i cavi, li collega alla batteria della mitica auto gialla  in modo tale da poter fare ripartire la signora con un sorriso smagliante. Ironia della sorte, quando Mazzera fa per avviare  il motore della sua auto, la batteria  è morta. Rimasto in panne,  chiede aiuto all’amico di sempre, il fornaio Walter Ferrari dell’attiguo forno di borgo Gian Battista Fornovo, che lo aiuta a ripartire  per  approdare insieme all’«Oca Morta» per il «bianchino» di metà mattina. Giuliano è un tifoso del Parma con il cuore e, quando mostra  la medaglia d’oro che porta al collo, dono dell’indimenticato presidente Ernesto Ceresini, si commuove. Come dire, che il calcio non è solo tifo, ma qualcosa di molto più. E, questo, Mazzera lo sa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Sciame sismico in Appennino, le scosse avvertite in tutta la provincia

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, almeno 13 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

4commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Incidente

Carambola fra tre auto in via Mantova, due feriti

Indaga la Polizia municipale

WEEKEND

Il Mercato del Forte, la torta di verze, November Porc a Zibello: l'agenda di domenica

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

Polizia

Raffica di furti negli appartamenti

Bici rubate e in attesa dei proprietari

Eccellenze

Il Parmigiano trionfa agli "Oscar del formaggio" a Londra

Risultato stellare: porta a casa 38 medaglie

1commento

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

LIRICA

Festival Verdi, numeri da record

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

3commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

La Samp sgambetta la Juve, bianconeri battuti 3-2

GAZZAFUN

Parma-Ascoli 4-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto