19°

Quartieri-Frazioni

Velocità e incidenti: in via Buffolara esplode la protesta

Velocità e incidenti: in via Buffolara esplode la protesta
1

Chiara Pozzati

«Questa strada non è un kartdromo e nemmeno la tangenziale. Le auto sfrecciano a tutte le ore del giorno e della notte, salvo poi schiantarsi contro i nostri cancelli, le piante, i marciapiedi».
I residenti di strada Buffolara parlano di «tragedia annunciata» e avvertono: «Se va avanti così denunceremo il Comune». Una minaccia? «No, una semplice constatazione: abbiamo inviato più volte segnalazioni al sindaco Pizzarotti, ad Infomobility, ad alcuni assessori. Non abbiamo mai ricevuto risposta, a questo punto passiamo all’azione».
L’ultimo schianto risale alla notte tra mercoledì e ieri. Dopo una carambola solitaria, una Golf è finita contro l’olmo all’altezza del civico 50, a poche decine di metri dal sottopasso «maledetto» che conduce in via Cerati. Il conducente, miracolosamente illeso, era un giovane arrivato da un locale nelle vicinanze. «Quindici giorni fa è successa la stessa cosa, solo che l'auto ha letteralmente sfasciato la cancellata al civico 46. E quindici giorni prima è accaduto di nuovo», attacca una residente inferocita. La rabbia è diffusa, ma le famiglie sul piede di guerra sono quelle che abitano ai numeri 46, 48, 50 e 52: quelle che più volte si trovano le auto dentro cortili e giardini, sul marciapiede, contro le piante.
«Ieri avevo paura a ritirare la posta, una macchina è arrivata a una velocità impressionante e per poco non ha sbandato sul marciapiede». Aneddoti come questo si sprecano. Il tratto da bollino nero è quello compreso tra strada Buffolara e il sottopasso che conduce in via Cerati.
«Di solito chi rompe paga e i cocci sono suoi - spiega un professore che abita lì da quasi 30 anni -. A noi però restano i cocci, ma pure i salassi. Il preventivo per la riparazione del cancello ammonta a circa 5 mila euro. Spesso e volentieri abbiamo a che fare con pirati della strada, che fuggono dopo aver provocato i danni».
Inoltre, due sorelle dirimpettaie assicurano: «Questi continui incidenti nel cuore della notte mettono a dura prova nervi e pazienza, chiederemo i danni fisici e morali». Che questo tratto fosse particolarmente trafficato e pericoloso è fuori da ogni dubbio, «ma noi abbiamo anche suggerito potenziali soluzioni al problema - spiega il popolo di strada Buffolara - perché nessuno fa nulla?». Guai a parlare di dossi: «Le nostre case tremano già abbastanza a causa della ferrovia e del viavai di mezzi pesanti - si sfogano i residenti - coi dissuasori sarebbe un calvario. Ma basterebbe l’autovelox, oppure l’entrata in vigore del senso unico. Perché dobbiamo aspettare la tragedia? Perché nessuno agisce per garantire la sicurezza - e la salute - di chi abita e frequenta via Buffolara?». Tante domande e, per ora, nessuna risposta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • laura

    14 Aprile @ 10.28

    i dossi in cemento non farebbero tremare nulla, anzi, le auto etc. dovrebbero rallentare per non avere danni, il senso unico cosa risolve? che vanno più forte perchè la strada è a solo un senso......conosco la strada, ci abita mia mamma.....è un vero calvario.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

1commento

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

5commenti

collecchio

Lo strazio dell'addio a "Gio", sempre a fianco degli ultimi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

11commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

LONDRA

Ventottenne bolognese ferita ma già dimessa

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano