Quartieri-Frazioni

Licenziate dopo 20 anni: ripartono a colpi di uncinetto

Licenziate dopo 20 anni: ripartono a colpi di uncinetto
Ricevi gratis le news
1

Oltretorrente

Margherita Portelli
Sferruzzano a tempo, Marzia e Federica. Sedute sul divanetto nel loro negozio all’angolo fra strada Bixio e via Guasti di Santa Cecilia, danno seguito a una passione che sono riuscite a trasformare in lavoro, nonostante la frenesia dei tempi vada nella direzione opposta rispetto a quella tracciata dai loro ferri. «50 sfumature di lana» è un negozio, ma anche un laboratorio d’artigianato che realizza capi ad uncinetto e a maglia su misura. Vanno controcorrente, le due titolari, che dopo vent’anni di lavoro in fabbrica si sono ritrovate all’improvviso senza lavoro, causa l’acquisto dell’azienda in cui lavoravano da parte di una multinazionale americana. 
Ora realizzano berretti, borse, pizzi, orecchini, maglioni, ma anche cappottini per cani, pantofole e cuffie da notte. La richiesta più strana? Una polo in cotone per un amico a 4 zampe, con tanto di iniziali. «Lavoravamo insieme in un’azienda – racconta Federica Casali -, io ero operaia e Marzia la mia responsabile. Dopo rispettivamente 20 e 23 anni di lavoro, l’estate scorsa ci hanno licenziate, come hanno fatto con gli altri 160 dipendenti. Per qualche tempo abbiamo provato a mandare curricula in giro, ma trovare un nuovo impiego non è facile. Nel frattempo abbiamo iniziato a riprendere in mano i ferri, perché entrambe avevamo da sempre la passione del lavoro a maglia e dell’uncinetto». Figlie d’arte (la nonna di Marzia era magliaia e la mamma di Federica sarta), le due amiche decidono così di provare a fare qualche mercatino qua e là: «L’interesse c’era, la gente comprava e dimostrava di apprezzare proposte che si differenziavano dalla standardizzazione delle grandi catene d’abbigliamento - continua Marzia Risoli -, così abbiamo deciso di investire su noi stesse, e su un patrimonio di tradizione che rischia di andare perduto. Ora siamo entusiaste». La scelta dell’Oltretorrente è venuta da sé: «Un giorno eravamo venute a vedere un piccolo negozietto qui dietro, vicino a via Costituente, ma gli spazi non si prestavano alle nostre esigenze – raccontano -: così un po’ sconsolate decidemmo di andare a bere un aperitivo in centro, e passando da via Bixio ci trovammo di fronte a questa doppia vetrina e al cartello affittasi. È stato un colpo di fulmine. L’abbiamo preso e in pochi mesi arredato con le nostre forze e il nostro gusto, passo dopo passo. Il quartiere è quello giusto, ricco com’è di artigianato e saperi di una volta».La clientela è varia, assicurano «Molti uomini, signore ma anche ragazze. Una volta è capitato che un passante entrasse solo per farci i complimenti – concludono prima di tornare a lavorare a maglia -. La nostra disavventura professionale si è quindi risolta nel migliore dei modi: perché il rapporto con le persone, le due chiacchiere che puoi scambiare, i consigli sulle tecniche, rappresentano un vero valore aggiunto, per i clienti ma anche per noi». Punto, e a capo. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • dada

    07 Giugno @ 15.49

    Brave, brave, le donne si reinventano con disinvoltura rara!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza in centro

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

89 ANNI

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia

Salsomaggiore

«Serhiy Burdenyuk è scomparso: chi l'ha visto?»

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti