14°

Quartieri-Frazioni

La guardia giurata: "Lascio il cuore in Gazzetta"

La guardia giurata: "Lascio il cuore in Gazzetta"
0

 San Lazzaro

Chiara Pozzati
La geografia del mondo si specchia nel viso di «don» Nicola. La pelle ambrata tipica del profondo Sud, dov’è nato. Gli inconfondibili baffetti, gli stessi di quando è partito per la Svizzera prima e per la Germania poi. E la magia in quel timbro di voce caldo, avvolgente che l’ha fatto diventare l’Elvis di casa nostra. Ha girato parecchio Nicola Palumbo, alla soglia dei 67, guardia giurata  vecchio stile. Ma c’è un posto speciale nel cuore di quartiere San Lazzaro. 
Lì, in quella via Mantova che ruggisce di traffico, c’è un luogo in cui Nicola si sente a casa. Angelo custode, ormai un amico per la ciurma di cronisti, fotografi, tipografi, cameramen che va dentro fuori dalla Gazzetta. Dopo quasi dieci anni di onorata carriera, don Nicola – così lo chiamano i veterani del giornale – lascia il suo posto di custode. Sempre impeccabile in divisa, con la fedele pistola alla cintola, non ha rimpianti. 
«La mia vita è ''sottosopra'', ma va bene così. Ho imparato a scambiare il giorno con la notte tanti anni fa. Sono orgoglioso e fortunato, anche se non è stata sempre una passeggiata». 
Prima di essere assunto come guardia giurata notturna, ha macinato parecchi chilometri. 
E’ nato a Cosenza, cuore della Calabria, da una famiglia modesta che non gli ha mai negato nulla: «Mio padre faceva l’infermiere – racconta tra un saluto e l’altro –, mia madre la casalinga». 
E’ partito a neanche 20 anni: «Dopo aver conseguito un diploma da elettromeccanico e conquistato il cuore della bella Maria Teresa – oggi sua moglie –, ho deciso di tentare la fortuna all’estero». 
Ha raggiunto la Svizzera e, armato di olio di gomito e intraprendenza, ha lavorato come cameriere all’hotel Intercontinental di Ginevra. «Ho sgobbato un mese senza sosta, ma devo dire che ho guadagnato più di mance che con lo stipendio promesso. Erano i primi anni ’70 e la vita era dura in quel periodo: i controlli su chi entrava e usciva dal paese erano rigidi, così mi hanno chiesto di rientrare in Italia per poi ricontattarmi in un secondo momento. Sono rientrato a casa e ho coronato il mio sogno». 
Un matrimonio felice poco prima di ripartire, destinazione: Germania. «Dove sono rimasto per 20 anni buoni. Ho vissuto il pregiudizio, lo scossone della caduta del muro. Erano gli anni in cui alcuni tedeschi vedevano negli italiani nemici e sputavano a terra al nostro passaggio». 
Eppure in Germania ha sperimentato mille lavori e ha anche trovato il tempo per fondare una band con altri italiani lontani da casa. 
«Tra i periodi più belli rimangono comunque questi dieci anni passati in Gazzetta. Tra chiavi perdute e ritrovate, fanali e specchietti riparati, ma soprattutto persone che mi hanno fatto sentire a casa». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica alla Latteria dal Beccio

pgn

Musica alla Latteria dal Beccio Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

8commenti

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

CALCIO

A Salò un Parma affamato Diretta dalle 16,30

Manca Baraye, squalificato: al suo posto dovrebbe giocare Scaglia

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

6commenti

ITALIA/MONDO

Esplosione

Catania, crolla palazzina: morta un'anziana, una bimba di 10 mesi in coma 

Sant’Ilario

Rubava il telefono ai giocatori di videopoker: denunciato 35enne

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

Coppa del mondo

Sci: Peter Fill vince il SuperG. Argento per gli azzurri nel Team sprint

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia