19°

34°

Quartieri-Frazioni

La protesta di San Prospero: «Abbandonati da tutti»

La protesta di San Prospero: «Abbandonati da tutti»
Ricevi gratis le news
7

Laura Ugolotti

«Siamo a pochi minuti dalla città, ma siamo abbandonati a noi stessi». Gli abitanti di San Prospero sono ormai quasi rassegnati: hanno visto crescere in fretta il loro quartiere. L’insofferenza è palpabile.

«Viene voglia di mollare tutto e andare via» – ci confessa Matteo Artoni, proprietario del Bar Mode. «Prendete il mio bar, ad esempio: nascosto dalla strada, all’interno di un complesso, “Le Fiorite”, che stenta a partire». «La prostituzione, che è dilagante a dir poco, è forse l’ultimo dei problemi, perché queste “signorine” sono, paradossalmente, un deterrente, seppur minimo, a furti e scassi».

Di sera, infatti, a San Prospero, tutto tace e il quartiere resta nelle mani di persone poco raccomandabili. «Io, che pure sono un uomo – ammette un cliente del bar – non giro qui di sera, non mi fido. C’è da aver paura». I furti, dicono, non si contano più, «anche se nell’ultimo mese forse sono un po’ diminuiti».

Case, auto, negozi; persino la parafarmacia è stata oggetto di un tentato scasso. «Molti degli abitanti del quartiere, dei nuovi palazzi che hanno costruito, sono stranieri, vivono nelle case popolari: qui assistiamo spessissimo risse, danneggiamenti». «Non si tratta di razzismo – ci tengono a sottolineare i due – ma di rispetto delle regole. L’integrazione non è facile: gli stranieri legano più tra di loro che con i parmigiani». «Il problema – aggiungono – è che i controlli sono insufficienti, le forze dell’ordine non passano abbastanza. Hanno sicuramente problemi di risorse e personale, ma intanto qui le cose non fanno altro che peggiorare».

E non è solo il problema della sicurezza a far sentire abbandonati i residenti. «Non ci sono servizi – denuncia il barista -. C’è solo un ufficio postale, inaccessibile per i disabili e piccolissimo; non c’è una banca. Non c’è un supermercato, né un mercato settimanale. Per forza poi la gente vive questo quartiere come un dormitorio. Hanno pensato a costruire case, ma non a garantire i servizi minimi per viverci». «Il risultato – aggiunge il cliente del bar – è che ognuno si fa i fatti propri, nessuno si fa carico dei problemi del quartiere. Solo che così i problemi non si risolveranno mai».

 Continuate a scrivere le vostre segnalazioni nello spazio "Dite la vostra" di questo articolo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • strajè

    23 Luglio @ 20.02

    Al cmon av cosideri di vigelo, e alora? L'avete votato e dovrete tenervelo per altri quattro anni

    Rispondi

  • myriam

    21 Luglio @ 14.53

    a San Prospero ormai sembra di essere in Africa,con sempre di piu' stranieri,a loro tutto e' dovuto e si sentono liberi di fare tutto e di piu',urla ,sporcizia ,subbaffittare,ospitare prostitute ecc....,noi italiani siamo emarginati e guai se protestiamo,guai se diciamo di dividere immondizia,di non urlare eccc.erano case residenziali e non popolari,ma di italiani pochi chissa' perche'.Le piste ciclabili poi sono tutte rotte e a pezzi,palestra chiusa,supermercato pronto,ma non aperto,posta ridotta a un buchetto per poche persone e tantissime altre cose che non vanno,anche troppe,persino il pezzo della via emilia tutto pieno di buche!!!!PERCHE??????

    Rispondi

  • Vela

    20 Luglio @ 13.14

    Presso il nostro centro "la vela" ci sono furti, prostitute e drogati. Il comune non autorizza le aperure per cavilli burocratici. La proprietá de "la vela" ha messo a disposizione GRATIS i lcali x ufficio postale, per la banca, per un posto 118 e per il servizio di sicurezza e vigilanza.... Ma dal comune sono sordi.... Intanto i delinquenti stannorendendo possesso del centro..... E tar un anno sará un bronx..!!!!

    Rispondi

  • ivy

    20 Luglio @ 00.21

    Purtroppo noi che abbiamo scelto di vivere nel nuovo quartiere di San Prospero ci vediamo abbandonati a noi stessi mentre il comune ha scaricato nelle case popolare gente di ogni genere. La conseguenza? Furti a ripetizione e paura ad uscire x fare una passeggiata la sera. Visto che le case popolari le pagano anche con i miei soldi, gradirei venissero date a brave persone in difficoltà e non a pregiudicati e quant'altro. E poi pensassero una qualche volta anche ai tanti connazionali in difficoltà e non sempre e solo a chi arriva da fuori! Non é razzismo, ma rabbia verso un sistema troppo tollerante verso chi non lo merita

    Rispondi

  • Andrea

    19 Luglio @ 21.43

    Oltre il 70% di voi ha votato Pizzarotti. Ora godetevelo!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

NEW YORK

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco non ci sta e scrive al ministro dell'Interno

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Fred Nyantakyi resterà a vivere in città: "Parma non lo lasci solo" Video

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

cantiere

Via Mazzini, parte la riqualificazione dei portici Foto

panocchia

Auto fuori strada: liberato il conducente incastrato tra le lamiere

2commenti

via fleming

Urta un veicolo in sosta e finisce con l'auto a ruote all'aria Foto

Alimentare

Sciopero e presidio alla Froneri (ex Nestlé)

1commento

CONFCONSUMATORI

Energia e gas: boom di reclami contro le maxi bollette

Dagli errori di fatturazione alle attivazioni mai richieste: scoppia la protesta

2commenti

Tribunale

Stalker violento condannato a tre anni

carabinieri

Rapina in banca con sequestro a Busseto: arrestati in tre

Inchiesta

Le casalinghe a Parma, pareri a confronto

6commenti

natura

Mamme d'Appennino: la volpe allatta i suoi cuccioli Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

10commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel