11°

29°

Quartieri-Frazioni

Foto dei lettori - San Lazzaro, la differenziata che non funziona

Foto dei lettori - San Lazzaro, la differenziata che non funziona
6

"Altro che dibattimenti sull'inceneritore. A San Lazzaro la differenziata si decompone .... marcisce direttamente in strada" . La foto e il commento sono di una nostra lettrice, Monica, e  si riferiscono a via Emilio Lepido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pier Giorgio

    04 Agosto @ 13.58

    indovinate un po chi sono le persone non civili!?! Il comune dovrebbe fare formazione su queste persone!!

    Rispondi

  • emmeg99

    04 Agosto @ 09.03

    Non si capisce se quelli che lasciano rifiuti in giro senza regole, ci sono o ci fanno. Nel senso che: o sono deficienti per il fatto che proprio non riescono a capire come deve svolgersi la differenziata spinta, nonostante tutti i cartelli che ci sono in giro (cosa abbastanza semplice da capire), oppure ci marciano pensando di essere piú furbi degli altri, scaricando il disagio sul prossimo che si attiene alle regole. Capire, ad esempio che nei sacchi gialli per plastica e barattolame non va messo il vetro, altrimenti Enia non li raccogli, non ci vuole una laurea. Per far diventare tutti furbi allo stesso modo basterebbe qualche bella sanzione per i trasgressori; i cittadini corretti dovrebbero vigilare ed essere i primi controllori, magari telefonando o mandando foto a chi di dovere. Saluti.

    Rispondi

  • noble

    04 Agosto @ 00.40

    come si vede dell'cartello il posto è PRIVATO, sono d'accordo, non funziona la civiltà, la fotografia non rende onore a la realtà, non si sentono la puzza ne si vedono i buchi delle tane???

    Rispondi

  • il replicante

    03 Agosto @ 23.16

    E’ il sistema di raccolta differenziata che è irrispettoso nei riguardi di tutti i cittadini: 1. Non è rispettoso innanzitutto delle norme del codice della strada, poiché nei giorni dello svuotamento i contenitori vengono collocati sui marciapiedi, anche in quelli di larghezza inferiore al metro e mezzo, impedendo o ostacolando il transito pedonale ed obbligando i pedoni a camminare in “strada”. I contenitori che, tra l’altro, sono muniti di bande catarifrangenti, in presenza di marciapiedi ristretti, devono essere collocati obbligatoriamente sulla carreggiata stradale, in aree opportunamente delimitate da segnaletica che, almeno nei giorni dello svuotamento, dovrebbero essere vietate alla sosta. 2. Concorre in maniera esponenziale al degrado della città per diversi motivi: aumenta a dismisura il numero dei punti di avvicendamento dei contenitori ed i tempi di svuotamento, creando non pochi problemi per il transito dei veicoli soprattutto nelle strade strette. Disagio che si ripete anche ben quattro volte, numero pari alle tipologie di rifiuti da recuperare. 3. Per la vuotatura a mano dei secchielli dell’organico si è ritornati all’utilizzo di automezzi a cassone aperto che appestano l’aria di mezza città. 4. E’ fortemente discriminatorio (non tutti hanno una villa con giardino o si possono permettere lo spazio ed i costi per mantenere in funzione un “vecchio frigorifero” ove collocare almeno nei mesi caldi il contenitore dell’organico) poiché obbliga parecchi cittadini a trattenere all’interno della propria abitazione anche i rifiuti a velocissima decomposizione e/o fortemente maleodoranti ed a conviverci, talora per diversi giorni, con notevole disagio anche per chi alloggia nelle vicinanze (contenitori posti sui balconi o appesi fuori dalle finestre). 5. Aumento della litigiosità fra condomini, e non solo, per i motivi descritti al punto precedente. SI SOSPENDA LA RACCOLTA PORTA A PORTA E SI RITORNI ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CON I DIVERSI CASSONETTI DA SVUOTARE QUOTIDIANAMENTE E POSIZIONATI SULLA CARREGGIATA STRADALE IN AREE OPPORTUNAMENTE DELIMITATE ED ILLUMINATE, E PIU’ FACILI DA CONTROLLARE.

    Rispondi

  • lella

    03 Agosto @ 21.52

    Perchè la raccolta differenziata funzioni, bisogna far pagare solo la quota sui rifiuti non riciclabili, applicando sul sacchetto nero un bollino a pagamento secondo la cubatura del sacco. In questo modo si incentivano i cittadini a separare quello che può essere recuperato, da quello che deve essere distrutto. Invece da noi indipendentemente che un cittadino si prodighi per la raccolta differenziata si vede addebitare la tassa rifiuti sui mQ. dell'appartamento e nemmeno sui suoi occupanti. in questo modo si creano delle enormi disparità due persone anziane che restano nella casa di proprietà pagano il doppio o più di un appartamento più piccolo, ma occupato da più persone (basti pensare all'incidenza di presenze in alloggi occupati da extracomunitari).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

L'INIZIATIVA

Parma città creativa dell'Unesco: nasce la Fondazione

L'organismo è aperto. Per ora ne fanno parte Comune, Fiere, Upi, Cciaa e Università

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima