13°

26°

Quartieri-Frazioni

Foto dei lettori - San Lazzaro, la differenziata che non funziona

Foto dei lettori - San Lazzaro, la differenziata che non funziona
6

"Altro che dibattimenti sull'inceneritore. A San Lazzaro la differenziata si decompone .... marcisce direttamente in strada" . La foto e il commento sono di una nostra lettrice, Monica, e  si riferiscono a via Emilio Lepido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Pier Giorgio

    04 Agosto @ 13.58

    indovinate un po chi sono le persone non civili!?! Il comune dovrebbe fare formazione su queste persone!!

    Rispondi

  • emmeg99

    04 Agosto @ 09.03

    Non si capisce se quelli che lasciano rifiuti in giro senza regole, ci sono o ci fanno. Nel senso che: o sono deficienti per il fatto che proprio non riescono a capire come deve svolgersi la differenziata spinta, nonostante tutti i cartelli che ci sono in giro (cosa abbastanza semplice da capire), oppure ci marciano pensando di essere piú furbi degli altri, scaricando il disagio sul prossimo che si attiene alle regole. Capire, ad esempio che nei sacchi gialli per plastica e barattolame non va messo il vetro, altrimenti Enia non li raccogli, non ci vuole una laurea. Per far diventare tutti furbi allo stesso modo basterebbe qualche bella sanzione per i trasgressori; i cittadini corretti dovrebbero vigilare ed essere i primi controllori, magari telefonando o mandando foto a chi di dovere. Saluti.

    Rispondi

  • noble

    04 Agosto @ 00.40

    come si vede dell'cartello il posto è PRIVATO, sono d'accordo, non funziona la civiltà, la fotografia non rende onore a la realtà, non si sentono la puzza ne si vedono i buchi delle tane???

    Rispondi

  • il replicante

    03 Agosto @ 23.16

    E’ il sistema di raccolta differenziata che è irrispettoso nei riguardi di tutti i cittadini: 1. Non è rispettoso innanzitutto delle norme del codice della strada, poiché nei giorni dello svuotamento i contenitori vengono collocati sui marciapiedi, anche in quelli di larghezza inferiore al metro e mezzo, impedendo o ostacolando il transito pedonale ed obbligando i pedoni a camminare in “strada”. I contenitori che, tra l’altro, sono muniti di bande catarifrangenti, in presenza di marciapiedi ristretti, devono essere collocati obbligatoriamente sulla carreggiata stradale, in aree opportunamente delimitate da segnaletica che, almeno nei giorni dello svuotamento, dovrebbero essere vietate alla sosta. 2. Concorre in maniera esponenziale al degrado della città per diversi motivi: aumenta a dismisura il numero dei punti di avvicendamento dei contenitori ed i tempi di svuotamento, creando non pochi problemi per il transito dei veicoli soprattutto nelle strade strette. Disagio che si ripete anche ben quattro volte, numero pari alle tipologie di rifiuti da recuperare. 3. Per la vuotatura a mano dei secchielli dell’organico si è ritornati all’utilizzo di automezzi a cassone aperto che appestano l’aria di mezza città. 4. E’ fortemente discriminatorio (non tutti hanno una villa con giardino o si possono permettere lo spazio ed i costi per mantenere in funzione un “vecchio frigorifero” ove collocare almeno nei mesi caldi il contenitore dell’organico) poiché obbliga parecchi cittadini a trattenere all’interno della propria abitazione anche i rifiuti a velocissima decomposizione e/o fortemente maleodoranti ed a conviverci, talora per diversi giorni, con notevole disagio anche per chi alloggia nelle vicinanze (contenitori posti sui balconi o appesi fuori dalle finestre). 5. Aumento della litigiosità fra condomini, e non solo, per i motivi descritti al punto precedente. SI SOSPENDA LA RACCOLTA PORTA A PORTA E SI RITORNI ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CON I DIVERSI CASSONETTI DA SVUOTARE QUOTIDIANAMENTE E POSIZIONATI SULLA CARREGGIATA STRADALE IN AREE OPPORTUNAMENTE DELIMITATE ED ILLUMINATE, E PIU’ FACILI DA CONTROLLARE.

    Rispondi

  • lella

    03 Agosto @ 21.52

    Perchè la raccolta differenziata funzioni, bisogna far pagare solo la quota sui rifiuti non riciclabili, applicando sul sacchetto nero un bollino a pagamento secondo la cubatura del sacco. In questo modo si incentivano i cittadini a separare quello che può essere recuperato, da quello che deve essere distrutto. Invece da noi indipendentemente che un cittadino si prodighi per la raccolta differenziata si vede addebitare la tassa rifiuti sui mQ. dell'appartamento e nemmeno sui suoi occupanti. in questo modo si creano delle enormi disparità due persone anziane che restano nella casa di proprietà pagano il doppio o più di un appartamento più piccolo, ma occupato da più persone (basti pensare all'incidenza di presenze in alloggi occupati da extracomunitari).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Il video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Virginia Raggi balla tra la folla

Youtube

Virginia Raggi balla tra la folla Video

Le ritrovate

L'INDISCRETO

Gossip, la Top 5: le "ritrovate"

Cagnotto, matrimonio da favola

Gossip Sportivo

Cagnotto, matrimonio da favola

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La Gazzetta lancia una sottoscrizione con Cariparma

TERREMOTO

La sottoscrizione della Gazzetta con Cariparma

2commenti

Lealtrenotizie

In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico

borbone parma

In Duomo il battesimo del Principe Carlo Enrico Le foto

C'era anche il re d'Olanda, uno dei padrini

10commenti

polemica

Pizzarotti: "Parma non è ordinata? Provate Piacenza o Reggio..."

35commenti

Passo di Fugicchia

Escursionista colta da malore in quota

Raggiunta dal Soccorso Alpino e trasportata in ospedale in elicottero

incidente

Schianto tra auto e scooter: un ferito a Varsi

QUATTRO CASTELLA

Agricoltore investe col trattore e uccide il figlio di 8 anni

La disgrazia in un fondo nel reggiano. Indagano i carabinieri

1commento

Lega Pro

Evacuo fa gioire il Parma

I gialloblù tornano ad allenarsi domani

4commenti

stessa posa, stesso luogo

Oggi come ieri: sorrisi e nostalgia Gallery Inviateci le vostre foto

1commento

Bufale e sogni

Un giorno inseguendo il fantasma di Angelina Jolie

INCIDENTE

Via Reggio, motociclista ferito

Scuola

Riccò, alla materna il 62% di stranieri

7commenti

auto storiche

Parma-Poggio: una passione senza tempo Foto

VIOLENZA

Salva la barista pestata da un cliente. Ma si becca una denuncia

La titolare del «Laguna»: «Il mio compagno mi ha difesa. Quell'uomo mi aveva colpito con un portacenere»

22commenti

lega pro

Battuto l'Albinoleffe 1-0! Il Parma è quarto Foto Video

Decisiva la rete di Evacuo al 46'. Apolloni: "Serviva più ritmo". Risultati e classifica

3commenti

LUNEDI'

Sicurezza, bellezza, immigrazione, terrorismo, convegno al Wopa

angelina a parma?

Col coccodrillo di Bogolese o a salutare con Dino: la Jolie e l'ironia-avvistamenti Foto

E spuntano anche i fotomontaggi

teatro

Busseto punta sulla leggerezza

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Ma la torta fritta non è blasfema

1commento

EDITORIALE

L'Italia che dice no «perché siamo incapaci»

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Svizzera

Il Canton Ticino "respinge" i frontalieri italiani

TERREMOTO

Amatrice, gatto salvato dopo 32 giorni

SOCIETA'

festa

San Ruffino: è festa per Giulia, campionessa della porta accanto Foto

Spagna

Cartello dal barbiere: "Ammessi uomini e cani. Non le donne". E' polemica

SPORT

Basket

Show Olimpia, Supercoppa biancorossa

400 metri ostacoli

Folorunso, un nuovo acuto: vittoria e primato personale

MOTORI

ANTEPRIMA

Opel, la Karl
diventa Rocks

IL TEST

Kia cee'd,
che sorpresa
il tre cilindri