Quartieri-Frazioni

Doveva essere un camping: è una discarica a cielo aperto

Doveva essere un camping: è una discarica a cielo aperto
Ricevi gratis le news
1

Chiara Pozzati
Sulla carta avrebbe dovuto accogliere ciurme di turisti armati di tende e pazienza. Un camping all’avanguardia insomma, l’unico a Parma, dopo la chiusura dell’area attrezzata in Cittadella. Peccato sia invece diventato un avamposto della disperazione. Col ciarpame ovunque e le casette di legno violate, depredate, usate per nascondere tonnellate di immondizia e schifezze varie. Mutande abbandonate qua e là, lattine di birra, cocci di vetro, assi in legno smangiate, resti di cibo non ben identificato. Il tutto contornato da un olezzo che lascia poco spazio all’immaginazione. Ecco il triste declino – che pare ineluttabile – del praticello verde, ironia della sorte circondato dalla palizzata in legno, tra via Montebello e via Martiri di Cefalonia.
A poche decine di metri dall’asilo che accoglie i bimbi del quartiere. Un’altra ferita aperta – da anni – nel cuore del Cittadella, ma che in questi giorni torna a bruciare come non mai. «Vediamo gli escrementi umani spuntare dall’erba e di notte solo Dio sa chi viene da queste parti – sbotta una pensionata che conosce a menadito il quartiere -. Doveva essere un’area camping attrezzata, chissà quanti soldi abbiamo speso per realizzare la palizzata e installare le colonnine che avrebbero dovuto erogare corrente e invece...».  E invece, dietro la sbarra perennemente abbassata, c’è una discarica a cielo aperto. La faccenda è piuttosto desolante e provoca disagi anche per la scia di visitatori sgraditi – non solo umani – che lascia. «Se poi si vede sbucare qualche topo, di tanto in tanto, non c’è da stupirsi. Tra schifezze e resti di cibo i roditori vanno a nozze».
Già, senza contare che anche gli habitué «su due piedi» non si formalizzano più di tanto. Tant’è che dalle tre casette di legno – di cui solo una è blindata con un lucchetto da biciclette – arrivano zaffate di tanfo piuttosto riconoscibile. C’è un unico box che si può aprire senza difficoltà e al suo interno è accatastato di tutto.
«E’ una battaglia persa – commenta asciutto Germano, 56 anni, - abbiamo presentato tanti di quegli esposti negli anni che si è perso il conto. Ora però la situazione è degenerata, anche perché non bisogna dimenticare che qui a fianco c’è un asilo parecchio frequentato. Ma il Comune cos’ha intenzione di fare?». C’è poi un’altra questione: a Parma non esiste un’area camping attrezzata, l’unica è quella dal parcheggio scambiatore Ovest, dedicata però ai camper. «Il  campeggio più vicino per turisti in provincia di Parma? E’ a Tabiano – rispondono gentilmente dallo Iat del Comune – in città non c’è nulla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Margherita Beghi

    13 Agosto @ 14.43

    Si continua a parlare di rilancio del turismo, ma forse sarebbe opportuno che i nostri amministratori abbassassero un po' la cresta e si rimboccassero veramente le maniche, partendo dalle cose più semplici e concrete....e caso mai, con un po' di umiltà, andassero ad imparare dove le cose funzionano veramente!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Poliziotti americani presi in un "fuoco incrociato"

usa

I bambini fanno a palle di neve coi poliziotti Video

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Colorno visto dall'elicottero dei vigili del fuoco

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Tra fango e conta dei danni. Visita di Bonaccini all'alba: "Chiederò stato d'emergenza" Foto

1commento

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

3commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

4commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

1commento

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

SOCIETA'

gusto light

La ricetta a tema - I biscottini di Santa Lucia

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS