22°

Quartieri-Frazioni

Fognano-Golese: il quartiere boccia il centro per lavoratori stranieri

Ricevi gratis le news
7

Monica Calamandrei

No al centro di accoglienza per lavoratori extracomunitari che l’amministrazione vorrebbe realizzare a Fognano all’interno dello stesso stabile che oggi ospita il circolo anziani. «Il centro anziani resterà dove si trova - ha assicurato l’assessore alle Politiche sociali Paolo Zoni rivolgendosi agli abitanti della zona e Marino Giubellini, assessore al patrimonio aggiunge - l’obiettivo è quello di ristrutturare tutto l’edificio ormai sempre più degradato, grazie ad un bando regionale che, per gli interventi a favore degli stranieri, finanzia il 50% delle spese, (su un totale stimato di 1 milione e 8mila euro) permettendoci quindi di allargare anche lo spazio destinato agli anziani che altrimenti avremmo dovuto lasciare decadere».

Ma lunedì sera a scaldare gli animi dei cittadini, riuniti all’interno della sala civica di Baganzola, non è stata solo la proposta di un centro in cui inserire lavoratori immigrati, ma soprattutto la decisione del Comune di non trasformare lo spazio in questione in un centro culturale per gli abitanti del quartiere. Inoltre verrebbero chiusi i centri di Martorano e Casalbaroncolo. «Sono ormai 10 anni che, senza aver mai ricevuto una risposta, chiediamo all’amministrazione di realizzare in quello stabile un centro di aggregazione per gli abitanti di Fognano - ricorda il presidente Luigi Gandolfi - e ora ci presentano una soluzione che non coinvolge per niente il quartiere». E mentre il Comune attende una risposta dalla regione, che entro la primavera dovrebbe decidere se finanziare o meno questi lavori, i tecnici stanno già lavorando al progetto preliminare: «Recuperando la vecchia stalla e il vecchio fienile - spiega l’architetto Patrizia Arduini - abbiamo ricavato 29 posti letto, alcuni spazi comuni e un piccolo monolocale dove abiterà il custode».

Ma le perplessità degli abitanti sono davvero tante: come potranno convivere gli anziani con gli immigrati? Resteranno davvero solo una trentina di posti disponibili o alla fine entrerà chiunque creando una sorta di ghetto con problemi di sicurezza, spaccio e droga? E le case circostanti manterranno il loro valore patrimoniale, o questo potrà diminuire? Una cosa è certa: la lotta dei residenti contro il centro di Accoglienza non finisce qui, ma prima di scendere in piazza si aspetterà la risposta della Regione sul finanziamento dei lavori per il nuovo centro ampliato del quartiere Golese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • laura

    08 Febbraio @ 14.15

    Sig. Melegari comunque parlando di questo presunto problema con vari cittadini di Fognano è emerso in modo palese che si aggrappano a tutte le presunte giustificazioni perchè fondamentalmente sono razzisti dichiarati. Non ho niente da aggiungere, se non che c'è veramente da vergognarsi ad abitare a Fognano!

    Rispondi

  • giordana

    28 Gennaio @ 15.04

    Egr.Sig.Fava,Le sarei grato se volesse elencare in modo dettagliato quali potrebbero essere i"gravi rischi" derivanti dall'accoglienza di 30 lavoratori stranieri (non 30 immigrati clandestini) da parte del nostro quartiere. Trovo poi alquanto ridicola e priva di qualsiasi ragionevole fondatezza l'affermazione secondo cui i suddetti lavoratori troverebbero difficolta' ad integrarsi con gli abitanti della frazione. Dobbiamo smetterla di alimentare queste pericolose fobie e di non dar retta a chi,addirittura "consigliere" di questo fantomatico Impegno per Parma ci propone queste corbellerie.

    Rispondi

  • riccardo

    28 Gennaio @ 13.11

    Se alcuni abitanti di Fognano temono che 30 lavoratori immigrati possano "turbare" le loro tranquille giornate, consiglio loro di mettere il naso fuori da casa un più spesso in modo da capire come i tempi stiano rapidamente cambiando e di stare tranquilli perchè la sicurezza è garantita da questo "buon governo" che loro stessi hanno votato.

    Rispondi

    • massimiliano melegari coordinatore quartiere di fognano

      07 Febbraio @ 15.52

      Voglio precisare i motivi che ci hanno spinto a redigere un documento che è stato firmato da moltissime persone nel quartiere, contro il progetto presentato dall'amministrazione comunale, che prevede la realizzazione di un dormitorio di secondo livello per extra comunitari a Fognano. 1) Le iniziative di solidarietà e sussidiarietà che possono nascere a favore di persone bisognose , sono bene accette, ma la soluzione prospettata va nella direzione opposta creando un ghetto, contro tutti i principi di integrazione , e risponde a vecchie logiche ormai superate e controproducenti, infatti l'amministrazione comunale si contraddice, in quanto ha realizzato un progetto CASA INSIEME che prevede insediamenti plurifamiliari per anziani, giovani e extracomunitari. 2) L e promesse si mantengono in quanto la precedente amministrazione prevedeva per questo quartiere un piano di sviluppo e di riqualificazione denominato "Polo Parma Nord" che certo non puo' prevedere al suo interno nessun dormitorio ne ghetto. 3)Le esigenze di sviluppo e di aggregazione di giovani ed anziani devono essere sostenute, ricordo che il quartiere ha in termini percentuali la concentrazione di popolazione piu giovane di tutti i distretti, e certo questo progetto non PUO'ASSOLUTAMENTE AIUTARE quanto sopra esposto. Mi auguro che L'amministrazione comunale rifletta e ci fornisca proposte alternative e coerenti con gli indirizzi programmatici enunciati dagli stessi amministratori in questi anni Massimiliano Melegari Coordinatore Comitato Fognano

      Rispondi

  • giordana

    28 Gennaio @ 11.33

    abito a Fognano, Sig. Fava non riesco a capire che problemi catastrofici possa portare una struttura che dà asilo a persone "extracomunitarie" che lavorano, tra l'altro la struttura sarà gestita da un custode. Mi viene proprio da pensare che Fognano sia una piccola comunità che ha vissuto lungo la via Cremonese, e non ha mai messo il naso fuori da questo piccolo mondo, ma sopratutto non si è mai confrontata con il mondo.Sig. Fava non la prendiamo troppo alla larga col deprezzo delle abitazioni, perchè Fognano non è Roma! Invece di pensare sempre agli extracomunitari perchè non fate una riflessione sulla mafia e la camorra che hanno appalti ovunque, e quella sì che è pericolosa.

    Rispondi

  • Matteo Fava

    23 Gennaio @ 16.58

    No al centro Immigrati.Fognano non diventerà un dormitorio anche di extracomunitari.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

La Gregoraci a Ranzano

gazza...gossip

La Gregoraci a Ranzano

2commenti

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Spettacolo

Salute: Lady Gaga rinvia la data milanese del 26 settembre (e il tour)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

IL RISTORANTE

"Artaj", osteria moderna all'insegna della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

5commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

Calcio

Per il Parma un altro ko

8commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

8commenti

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

40commenti

dopo Parma-Empoli

Lucarelli: "Tante ingenuità, ma puniti oltre misura" Video

1commento

TARDINI

Terzo stop di fila, Parma ko anche con l'Empoli

Nocciolini si fa parare un rigore. La "rivoluzione" di D'Aversa non basta

5commenti

IL VIDEOCOMMENTO

Grossi: "Castigati da Caputo, inseguito a lungo dal Parma"

1commento

tg parma

Furgone come ariete: spaccata alla Moto Ducati di Pilastrello

2commenti

tamponamento

Incidente in Tangenziale Nord (via Venezia): in due al Ps Foto

nella notte

Incidente, schianto contro un traliccio in via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

montecchio

La stalker dell'ufficio accanto: denuncia e divieto di avvicinarsi all'ex amante

boretto

Si schianta al limite del coma etilico, denunciato. E rischia multa fino a 10mila euro

SPORT

calcio

Cori sulla sua virilità a Lukaku, tifosi dello United accusati di razzismo

MotoGp

Vale torna in pista a Misano. Il padre: "Ottimista per Aragon"

SOCIETA'

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

la storia

Quei 50 antifascisti parmensi nella guerra di Spagna Foto

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

MULTISPAZIO

Dacia Dokker Pick-Up: chi non lavora...