Quartieri-Frazioni

Via Savani, è allarme per la microcriminalità

Via Savani, è allarme per la microcriminalità
Ricevi gratis le news
0

Damiano Ferretti

«Questa è diventata una “zona franca” dove tutto è concesso: tra prostitute, tossicodipendenti, richieste forzate di elemosina e frequenti risse, la situazione è fuori controllo».
 A parlare sono residenti e negozianti del quartiere Pablo nella zona del temuto «quadrilatero dello spaccio» - come lo chiamano da queste parti - ovvero l’area compresa tra le vie Savani, Anselmi, Lanfranco e Boccaccio, dove il giro della droga pullula senza sosta. C’è chi chiede l’installazione di telecamere di sorveglianza, chi auspica un maggior presidio delle forze dell’ordine e chi, addirittura, pensa di cambiare quartiere perché «al calar del sole c’è il coprifuoco». A farla da padrone (soprattutto vicino ai distributori di benzina Eni ed Euroself di via Anselmi) sono spacciatori e prostitute. Nel cuore di un quartiere da tempo al centro delle polemiche. E con un degrado che sembra irreversibile. «Lo sanno tutti com’è la situazione da queste parti - sbotta Giuseppe Mazza -: ma fino ad oggi nessuno ha fatto qualcosa. Questa è diventata una zona di spaccio in piena regola e servirebbero più controlli da parte delle forze dell’ordine. Dalle 20 in poi, c’è da aver paura a fare due passi in via Lanfranco e in via Anselmi». Scene di ordinario degrado da queste parti che si ripetono però anche alla luce del sole. «La settimana scorsa mentre facevo benzina alle undici del mattino - racconta Sara - un ragazzo dall’aspetto non troppo rassicurante mi si è avvicinato con una siringa e mi ha intimato di consegnarli tutti i contanti che avevo in tasca: per fortuna nel portafoglio avevo solo trenta euro e si è accontentato di quella cifra. Da quel giorno non vengo più sola a fare benzina e mi faccio accompagnare sempre dal mio fidanzato». Una testimonianza in merito arriva anche dal titolare di un’attività commerciale di via Savani: «Le mie clienti si tengono il resto in tasca a portata di mano perché quando passano davanti ai due distributori di benzina, per essere lasciate in pace da alcuni personaggi che stazionano nella zona devono sempre dargli qualcosa. E’ una parte della città  abbandonata e ci sentiamo dei cittadini di serie B».
 Chi parla però lo fa quasi a bassa voce, altri preferiscono non dire nulla per paura. «Bisogna stare sempre con gli occhi aperti e non soltanto nelle ore notturne - assicura Bonfiglio Morini -: spesso ci sono gruppi di persone che magari si fermano a bere e dopo un po’, per colpa dei fumi dell’alcol, vedi che si prendono a bottigliate o a mazzate. A scene di spaccio continuo si assiste anche in via Roncoroni e nel parco, spesso frequentato da mamme e bambini, che si trova tra via Vigotti e via Anselmi».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260