22°

32°

Quartieri-Frazioni

Circolo Argonne, da trent'anni con la voglia di stare insieme

Circolo Argonne, da trent'anni con la voglia di stare insieme
Ricevi gratis le news
0

Lorenzo Sartorio

L'Argonne è una zona collinare della Francia nord orientale al confine tra Lorena Champagne -Ardenne. Terra di foreste, è famosa per la battaglia che prese il suo nome che avvenne tra il 26 settembre e l’11 novembre 1918 lungo il fronte occidentale nella prima guerra mondiale. In questa battaglia epica gli alleati sconfissero i tedeschi riconquistando  il territorio  occupato dall’impero «crucco». All 'Argonne, la nostra città ha dedicato una strada ed un circolo che sorge proprio nella stessa via. Il «Circolo Argonne», fondato negli anni ottanta grazie ad una lungimirante intuizione di Mario Cabassa, diventò operativo a tutti gli effetti nel 1982. Alloggiato in un'ex casa colonica con tanto di stalle, porta morta, «portegh», aia e pollaio, in funzione fino agli anni cinquanta quando la zona era ancora campagna, il Circolo, ora conta oltre 200 soci e svolge una preziosissima  attività sociale a favore del quartiere. Infatti, è frequentatissimo, di giorno, dagli anziani e, alla sera, da un nutrito  gruppo di giovani che ha portato linfa vitale al sodalizio. Presidente  dell’Arci – Argonne, da sei anni, è Gianpio Baroni, uomo mite, calmo, riflessivo che guida questa realtà tra le non poche difficoltà che attualmente incontrano  tutti, o quasi, i circoli cittadini. Settant'anni, parmigiano di via Paullo, figlio di Angelo muratore e Lina «rezdora», un fratello maggiore Paolo, tipografo, Gianpio,  a 14 anni,  conosce il mondo del lavoro ed è assunto in un’officina come tornitore.  A vent'anni la svolta decisiva della sua vita con l’assunzione da parte dell’Amministrazione Provinciale come infermiere presso l’ospedale psichiatrico di Colorno. Baroni, una volta chiusa  la struttura colornese, rimane  sempre nell’ambito  dei  servizi sociali nel frattempo passati sotto la gestione dell’Ausl. Padre di Mirko, magazziniere presso l’Ipercoop, un nipote diciottenne che si è iscritto alla Scuola di teatro di Milano, Gianpio, da quando è in pensione,  si dedica «anima e core» al volontariato. Infatti,  figura tra i fondatori, con Antonio Bianchi e Gian Carlo Veneri, di «Help for Chidren» l’associazione umanitaria che periodicamente ospita nella nostra città bimbi provenienti da zone di guerra o dove la situazione ambientale è notevolmente compromessa come Chernobyl. E' stato  volontario, sempre nel settore dei servizi sociali, anche dell’Assistenza Pubblica tant'è  che la sua presidenza l'ha voluta connotare all’insegna della solidarietà nei confronti  della persone  meno fortunate e bisognose nonchè delle fasce più deboli ed indifese come gli anziani ed i  bambini.  Una grande passione di Gianpio sono i viaggi. Un viaggio, però, che Baroni non dimenticherà mai è quello che effettuò alcuni anni fa nei  campi profughi Saharawi dove si  rese conto in diretta della sofferenza «di questo magnifico popolo - dice-  assolutamente non integralista, dove la donna è rispettata, dove l’analfabetismo è quasi nullo, dove si respira la grande cultura di un popolo che, pur tra tremende difficoltà a causa dei continui dissidi con il Marocco, ha impreziosito il deserto con la propria cultura e le proprie tradizioni. Un popolo antico insediatosi in questa area alla fine del VII secolo d.C.». Già, il Sahrawi, dove  Gianpio pensa di poter ritornare al più presto per portare il proprio aiuto di volontario e di parmigiano che crede in quei valori incrollabili che si rifanno alla libertà, alla pace e alla libera convivenza tra i popoli. Un notevole spazio esterno immerso nel verde dove i soci possono giocare a carte nel periodo estivo, una bella sede ricavata  da un’ampia  ex stalla dove sono ancora presenti i segni dell’antica civiltà  contadina, un funzionale bar autogestito dai soci e dalle socie, una squadra di calcio  che disputa il campionato «Amatori», l'«Argonne»,  organizza anche gite sociali e periodicamente conviviali presso ristoranti tipici  in occasione di feste particolari come accaduto lo scorso anno per il 30° di fondazione. Ed è stato questo evento  che ha gratificato maggiormente il «presidentissimo» il quale, entrato  nel circolo proprio nel 1982, ha attraversato  questi trent'anni di attività, prima come socio e quindi come guida di una realtà che,  anche oggi, è punto di riferimento per tutto il quartiere. E' la mancanza di spazio per poter ampliare l'attività che angustia  Baroni. «Se potessimo fruire - sostiene-  dei locali che, di recente, si sono liberati in questo plesso  potremmo  organizzare  altri eventi  offrendo,  così,  maggiori attrattive ai nostri soci». Un ambiente sereno, l'«Argonne»,  con un presidente «pater familias»  coadiuvato  da una squadra di solerti collaboratori : il vice presidente Giorgio Ranieri, il tesoriere Roberto Morini ed i consiglieri Giorgio Bossi, Franco Bassi, Cesare Costa e Giacomo Mavilla. Un  torrido sabato pomeriggio di fine agosto, numerosi soci impegnati nella giornaliera briscola mentre, nel bar, una gentile  banconiera mesce «bianchini» e bibite. Tutt'intorno verde, silenzio e quell'antica  casa rurale che sembra rivivere i suoi fasti agresti immersa in quella grassa campagna ad un tiro di schioppo dalla città, ora trasformata in un parco circondato da eleganti palazzine.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti