22°

Quartieri-Frazioni

Quartiere Colombo: giovani incivili?

Ricevi gratis le news
1

Una polemica sollevata da una lettera alla Gazzetta, sul rapporto fra giovani e meno giovani nel Quartiere Colombo. Ecco il testo:

Caro direttore, desidero portare alla sua attenzione una questione di inciviltà giovanile che si verifica già da diversi mesi e che ha avuto origine l’estate scorsa nel quartiere Colombo nel parcheggio di via Magnanini 2, in Parma. I protagonisti di maleducazione sono un gruppo di giovani che hanno fatto del parcheggio il loro luogo di ritrovo utilizzandolo come discarica di rifiuti, come orinatoio, provocando rumori molesti causati dagli impianti stereo ad alto volume delle loro auto che guidano come se fossero in una pista di Formula 1 e che hanno provocato qualche volta danni alle auto in sosta. Le rigide temperature di questo inverno non hanno dissuaso i giovani dal ritrovarsi proprio sotto le finestre di uno dei 2 condomini antistanti il parcheggio; aggiungo che durante il periodo estivo la situazione peggiora poichè anche una parte del parco giochi situato di fronte il parcheggio è ridotto a discarica rifiuti. Il caso è stato portato a conoscenza dell’assessore alla Sicurezza attraverso l’invio di una richiesta scritta per l’installazione d’impianto di video sorveglianza e della Polizia Municipale al Responsabile di quartiere che ha predisposto dei controlli di pattugliamento, ma che a suo dire, non ha rilevato i presupposti per emettere sanzioni. Noi residenti però, conviviamo ogni giorno con la sporcizia ed il disturbo della quiete da parte di questi ragazzi. Sono consapevole che la nostra situazione non è un caso isolato, anche altri quartieri di Parma soffrono dello stesso problema, ma a nome di tutti i residenti di via Magnanini 2 e della abitazioni circostanti, chiediamo il rispetto delle persone e delle cose, principio fondamentale di civiltà; pertanto ci affidiamo alle autorità  perché sono l’unico strumento  di risoluzione al problema, siamo certi che l’installazione di un impianto di video sorveglianza sia il deterrente per far cambiare comportamento a questi giovani. Mi rivolgo nuovamente all’assessore alla Sicurezza, la prego di porre  due occhi di riguardo al nostro parcheggio e di accogliere la nostra richiesta. Grazie.
Lettera firmata
Parma, 29 dicembre
 

Fin qui la lettera: dite la vostra utilizzando lo spazio commenti nella colonna centrale a fianco di questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Sara

    06 Gennaio @ 13.04

    Vicofertile e i mezzi di trasporto pubblici Io e mio marito viviamo a Vicofertile da quasi quattro anni. Pensavamo che essendo Vicofertile molto vicino alla città ed avendo i vari piani regolatori previsto incrementi nelle costruzioni e quindi incrementi di popolazione in questa zona sarebbero aumentati anche i servizi. L'unica impressione tuttavia sinora è che siano aumentati solo i cantieri e che i servizi siano latitanti. Primo esempio: i trasporti pubblici Utilizzeremmo volentieri i mezzi pubblici o la bicicletta (ma quello è un ulteriore capitolo...) per recarci al lavoro, ma purtroppo non riusciamo a fare coincidere le esigenze dei nostri datori di lavoro con il fatto che ci sia soltanto una corsa in un’ora (e che questa corsa, ad esempio, prima non consentisse di raggiungere la Stazione Ferroviaria in tempi utili per prendere i primi treni per raggiungere le principali città quali Milano e Bologna entro le 8.30/9.00 e per rientrare la sera senza dover utilizzare l’auto, ora addirittura abbia tagliato fuori la stazione). A pochi chilometri da Parma, cittadini del Comune di Parma, ma ci raggiungono mezzi con la stessa frequenza rispetto a comuni a chilometri di distanza. Il 23 passa soltanto una volta ogni ora ed il percorso è addirittura da Noceto a S. Ilario d'Enza, con conseguenze notevoli in termini di ritardi già durante i giorni "normali", e disastrose in caso di pioggia. Per non parlare della neve. Quando in novembre è nevicato non si è visto un autobus passare per 2 ore dopo le 10, per 90 minuti dopo le 13. Quello però purtroppo non è l’unico problema; la fermata più vicina è a 500 metri, in via Roma, e sarebbe anche una bella passeggiata, se ci fosse un marciapiede oppure la strada fosse illuminata la sera… invece no, il marciapiede non c’è (comprensibile, in una strada di “campagna”), l’illuminazione è presente solo sino alle ultime case (comprensibile)… tutto questo rende pericoloso prendere l'autobus in caso di nebbia, pioggia e neve... praticamente quasi tutto l'inverno... Cosa diciamo poi del fatto che non ci sia un marciapiede comodo e nemmeno una piazzola di sosta, e nemmeno l’illuminazione in via Roma, dove c’è la fermata? In diverse occasioni le auto che passano velocemente mi hanno completamente bagnato perchè non c'è modo di ripararsi quando le auto passano sulle pozzanghere ai lati della strada. Abbiamo inviato i nostri commenti più di una volta sul sito della Tep, e ci è stata inviata una lettera di risposta nella quale si specificava che purtroppo non era possibile soddisfare le nostre richieste relative alla programmazione oraria, e che le altre problematiche non erano di loro competenza.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

9commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»