17°

32°

Quartieri-Frazioni

Quartiere Colombo: giovani incivili?

1

Una polemica sollevata da una lettera alla Gazzetta, sul rapporto fra giovani e meno giovani nel Quartiere Colombo. Ecco il testo:

Caro direttore, desidero portare alla sua attenzione una questione di inciviltà giovanile che si verifica già da diversi mesi e che ha avuto origine l’estate scorsa nel quartiere Colombo nel parcheggio di via Magnanini 2, in Parma. I protagonisti di maleducazione sono un gruppo di giovani che hanno fatto del parcheggio il loro luogo di ritrovo utilizzandolo come discarica di rifiuti, come orinatoio, provocando rumori molesti causati dagli impianti stereo ad alto volume delle loro auto che guidano come se fossero in una pista di Formula 1 e che hanno provocato qualche volta danni alle auto in sosta. Le rigide temperature di questo inverno non hanno dissuaso i giovani dal ritrovarsi proprio sotto le finestre di uno dei 2 condomini antistanti il parcheggio; aggiungo che durante il periodo estivo la situazione peggiora poichè anche una parte del parco giochi situato di fronte il parcheggio è ridotto a discarica rifiuti. Il caso è stato portato a conoscenza dell’assessore alla Sicurezza attraverso l’invio di una richiesta scritta per l’installazione d’impianto di video sorveglianza e della Polizia Municipale al Responsabile di quartiere che ha predisposto dei controlli di pattugliamento, ma che a suo dire, non ha rilevato i presupposti per emettere sanzioni. Noi residenti però, conviviamo ogni giorno con la sporcizia ed il disturbo della quiete da parte di questi ragazzi. Sono consapevole che la nostra situazione non è un caso isolato, anche altri quartieri di Parma soffrono dello stesso problema, ma a nome di tutti i residenti di via Magnanini 2 e della abitazioni circostanti, chiediamo il rispetto delle persone e delle cose, principio fondamentale di civiltà; pertanto ci affidiamo alle autorità  perché sono l’unico strumento  di risoluzione al problema, siamo certi che l’installazione di un impianto di video sorveglianza sia il deterrente per far cambiare comportamento a questi giovani. Mi rivolgo nuovamente all’assessore alla Sicurezza, la prego di porre  due occhi di riguardo al nostro parcheggio e di accogliere la nostra richiesta. Grazie.
Lettera firmata
Parma, 29 dicembre
 

Fin qui la lettera: dite la vostra utilizzando lo spazio commenti nella colonna centrale a fianco di questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Sara

    06 Gennaio @ 13.04

    Vicofertile e i mezzi di trasporto pubblici Io e mio marito viviamo a Vicofertile da quasi quattro anni. Pensavamo che essendo Vicofertile molto vicino alla città ed avendo i vari piani regolatori previsto incrementi nelle costruzioni e quindi incrementi di popolazione in questa zona sarebbero aumentati anche i servizi. L'unica impressione tuttavia sinora è che siano aumentati solo i cantieri e che i servizi siano latitanti. Primo esempio: i trasporti pubblici Utilizzeremmo volentieri i mezzi pubblici o la bicicletta (ma quello è un ulteriore capitolo...) per recarci al lavoro, ma purtroppo non riusciamo a fare coincidere le esigenze dei nostri datori di lavoro con il fatto che ci sia soltanto una corsa in un’ora (e che questa corsa, ad esempio, prima non consentisse di raggiungere la Stazione Ferroviaria in tempi utili per prendere i primi treni per raggiungere le principali città quali Milano e Bologna entro le 8.30/9.00 e per rientrare la sera senza dover utilizzare l’auto, ora addirittura abbia tagliato fuori la stazione). A pochi chilometri da Parma, cittadini del Comune di Parma, ma ci raggiungono mezzi con la stessa frequenza rispetto a comuni a chilometri di distanza. Il 23 passa soltanto una volta ogni ora ed il percorso è addirittura da Noceto a S. Ilario d'Enza, con conseguenze notevoli in termini di ritardi già durante i giorni "normali", e disastrose in caso di pioggia. Per non parlare della neve. Quando in novembre è nevicato non si è visto un autobus passare per 2 ore dopo le 10, per 90 minuti dopo le 13. Quello però purtroppo non è l’unico problema; la fermata più vicina è a 500 metri, in via Roma, e sarebbe anche una bella passeggiata, se ci fosse un marciapiede oppure la strada fosse illuminata la sera… invece no, il marciapiede non c’è (comprensibile, in una strada di “campagna”), l’illuminazione è presente solo sino alle ultime case (comprensibile)… tutto questo rende pericoloso prendere l'autobus in caso di nebbia, pioggia e neve... praticamente quasi tutto l'inverno... Cosa diciamo poi del fatto che non ci sia un marciapiede comodo e nemmeno una piazzola di sosta, e nemmeno l’illuminazione in via Roma, dove c’è la fermata? In diverse occasioni le auto che passano velocemente mi hanno completamente bagnato perchè non c'è modo di ripararsi quando le auto passano sulle pozzanghere ai lati della strada. Abbiamo inviato i nostri commenti più di una volta sul sito della Tep, e ci è stata inviata una lettera di risposta nella quale si specificava che purtroppo non era possibile soddisfare le nostre richieste relative alla programmazione oraria, e che le altre problematiche non erano di loro competenza.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

La domenica pomeriggio al Colle San Giuseppe

FESTE

Un pomeriggio al Colle... foto

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro"

la storia

Il pallone di Totti ce l'ha Thomas: "Non lo vendo, è sacro" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

DOPO IL PALACITI

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

SALA BAGANZA

Investito sulle strisce: gravissimo

1commento

SORBOLO

Scoperti i ragazzi che «giocano» a buttarsi sotto auto e treno

VIA ALEOTTI

69enne travolto da un pirata

università

Lo sfogo di Gallese: "Ecco l'ultimo paradosso del Miur: escludere i migliori"

BASEBALL

Davide, il fuoriclasse che non dimenticheremo mai

VIA TOSCANA

Bertolucci, rubata una bici al giorno. E le telecamere?

1commento

RUGBY

Gavazzi, «ultimatum» alle Zebre

MUSICA

Il dj Luca Giudici: «Sarò al fianco di Clementino»

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

Problemi on line, Majo: "Fisiologico quando c'è richiesta". Per il ritorno a Lucca: prevendita nella sede del Centro di Coordinamento

1commento

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

1commento

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

37commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

1commento

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

Via Amendola: i pusher si allontanano, gli invitati restano. E si arrabbiano

18commenti

baseball in lutto

Lo sport di Parma piange Davide Bassi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TORINO

Neonato abbandonato in strada, muore in ospedale

modena

Sniffano la "droga del diavolo" a una festa, due 30enni in coma

1commento

SOCIETA'

panama

E' morto Noriega, ex dittatore-presidente

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

SPORT

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione