-4°

Quartieri-Frazioni

«Per colpa di quel dosso rischiamo di essere travolti»

«Per colpa di quel dosso rischiamo di essere travolti»
1

Margherita Portelli

Quattro famiglie «ostaggio» di una strada.
A compromettere la tranquillità di alcuni residenti di Alberi, in particolare, è un dosso di strada Martinella che quotidianamente centinaia di automobilisti aggirano, invadendo una porzione di asfalto teoricamente non transitabile, e mettendo a rischio la sicurezza dei pedoni e di chi, su quella strada, vorrebbe immettersi, in auto o in bicicletta.
All’altezza del civico 169, pochi passi oltre il centro del paese in direzione Vigatto, il problema persiste da anni.
«Abbiamo fatto diversi esposti in Comune per segnalare la cosa - spiega Tiziana Brandano -. Le auto che arrivano dalla città per evitare il dosso transitano su un tratto di asfalto che è oltre la carreggiata. E spesso anche chi arriva da Vigatto, non vedendo nessuno giungere nell’altra direzione, fa una sorta di pericoloso “slalom” tra le corsie per evitare il dosso. Il risultato è che noi siamo in pericolo ogni volta che, in bici o in auto, ci affacciamo dal nostro stradello per immetterci: rischiamo di essere travolti».
In effetti non bastano le dita di una mano per contare le macchine che in  una  ventina di minuti si cimentano in questa audace - e assai pericolosa - manovra.
«Inoltre la cosa ha procurato anche danni materiali - aggiunge Cristiana Bacchini -: io ho dovuto rifare il marciapiede privato che costeggia la mia casa già due volte, perché è capitato che diverse auto, passandoci sopra, lo distruggessero».
Questo disagio viabilistico (di pochi, ma non da poco) è già stato segnalato tante volte alle autorità.
«A suo tempo avevo scritto all’ex primo cittadino Pietro Vignali, e altrettanto ho fatto con il sindaco Federico Pizzarotti, poco dopo la sua elezione - specifica Mario Miano -; qualcuno è venuto a dare un’occhiata alla situazione, però non è mai stato risolto nulla».
Ma quali potrebbero essere le soluzioni?
«Allungare il dosso non crediamo che abbia molto senso, perché comunque le macchine continuerebbero a invadere questa porzione di asfalto, essendo la carreggiata molto stretta - commentano i residenti -. Per un marciapiede, che tra le altre cose risolverebbe anche il problema del collegamento pedonale da qui al centro del paese, ci hanno detto che non ci sono soldi. Quindi per risolvere la questione l’unica soluzione rimane quella di collocare prima e dopo il dosso, a lato della strada, dei dissuasori di parcheggio che impediscano anche il transito, esattamente come hanno fatto a Vigatto, nei pressi del dosso vicino alla chiesa».
«Non dovrebbe essere una spesa eccessiva - concludono gli abitanti della zona - e basterebbe a risolvere un grosso problema di sicurezza stradale».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    02 Novembre @ 20.22

    anche a pannocchia parcheggiano in strada ma nessuno fa niente,e non si sa il perché in città ti multano se bevi una coca cola nel piazzale . a pannocchia forse riesci anche a fare i tuooi bisogni in strada.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: sabato il funerale a Langhirano Video

IL FATTO DEL GIORNO

Massese pericolosa, Brambilla: "Il rimpallo di responsabilità è inaccettabile" Video

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

SISMA E GELO

Il Soccorso Alpino di Parma salva famiglie intrappolate sotto due metri di neve Video

I tecnici di Parma operano sull'Appennino di Ascoli Piceno per raggiungere le frazioni isolate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

2commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

14commenti

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

carabinieri

Borseggia anziano sul bus: arrestato un senegalese

5commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

sabato

Per tenere viva la Curva Nord torna la riffa dei Boys

1commento

Gazzareporter

Massimo Mari: "Parma, inverno"

Wopa

I genitori omosessuali fra difficoltà e pregiudizi

Presentato libro a Parma in un dibattito moderato da Chiara Cacciani

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

1commento

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

1commento

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TRAGEDIA

Le immagini terribili dell'hotel Rigopiano Gallery

FRANCIA

Bimba di 14 mesi sbranata dal rottweiler della sua famiglia

SOCIETA'

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

Pescara

Cantante del "Volo": "Dovevo essere all'hotel Rigopiano"

SPORT

Moto

La nuova Yamaha di Rossi: le foto

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta