18°

Quartieri-Frazioni

«Per colpa di quel dosso rischiamo di essere travolti»

«Per colpa di quel dosso rischiamo di essere travolti»
1

Margherita Portelli

Quattro famiglie «ostaggio» di una strada.
A compromettere la tranquillità di alcuni residenti di Alberi, in particolare, è un dosso di strada Martinella che quotidianamente centinaia di automobilisti aggirano, invadendo una porzione di asfalto teoricamente non transitabile, e mettendo a rischio la sicurezza dei pedoni e di chi, su quella strada, vorrebbe immettersi, in auto o in bicicletta.
All’altezza del civico 169, pochi passi oltre il centro del paese in direzione Vigatto, il problema persiste da anni.
«Abbiamo fatto diversi esposti in Comune per segnalare la cosa - spiega Tiziana Brandano -. Le auto che arrivano dalla città per evitare il dosso transitano su un tratto di asfalto che è oltre la carreggiata. E spesso anche chi arriva da Vigatto, non vedendo nessuno giungere nell’altra direzione, fa una sorta di pericoloso “slalom” tra le corsie per evitare il dosso. Il risultato è che noi siamo in pericolo ogni volta che, in bici o in auto, ci affacciamo dal nostro stradello per immetterci: rischiamo di essere travolti».
In effetti non bastano le dita di una mano per contare le macchine che in  una  ventina di minuti si cimentano in questa audace - e assai pericolosa - manovra.
«Inoltre la cosa ha procurato anche danni materiali - aggiunge Cristiana Bacchini -: io ho dovuto rifare il marciapiede privato che costeggia la mia casa già due volte, perché è capitato che diverse auto, passandoci sopra, lo distruggessero».
Questo disagio viabilistico (di pochi, ma non da poco) è già stato segnalato tante volte alle autorità.
«A suo tempo avevo scritto all’ex primo cittadino Pietro Vignali, e altrettanto ho fatto con il sindaco Federico Pizzarotti, poco dopo la sua elezione - specifica Mario Miano -; qualcuno è venuto a dare un’occhiata alla situazione, però non è mai stato risolto nulla».
Ma quali potrebbero essere le soluzioni?
«Allungare il dosso non crediamo che abbia molto senso, perché comunque le macchine continuerebbero a invadere questa porzione di asfalto, essendo la carreggiata molto stretta - commentano i residenti -. Per un marciapiede, che tra le altre cose risolverebbe anche il problema del collegamento pedonale da qui al centro del paese, ci hanno detto che non ci sono soldi. Quindi per risolvere la questione l’unica soluzione rimane quella di collocare prima e dopo il dosso, a lato della strada, dei dissuasori di parcheggio che impediscano anche il transito, esattamente come hanno fatto a Vigatto, nei pressi del dosso vicino alla chiesa».
«Non dovrebbe essere una spesa eccessiva - concludono gli abitanti della zona - e basterebbe a risolvere un grosso problema di sicurezza stradale».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giuliano

    02 Novembre @ 20.22

    anche a pannocchia parcheggiano in strada ma nessuno fa niente,e non si sa il perché in città ti multano se bevi una coca cola nel piazzale . a pannocchia forse riesci anche a fare i tuooi bisogni in strada.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze

feste e giovani

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze Gallery

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

3commenti

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Teramo-Parma

0-0 a teramo

Parma 1 punto avanti al Pordenone, obbligati a vincere il derby  Foto

Frattali: "Parata decisiva? Era ora". Scavone: "Il mio gol? Era regolare" (Video: le interviste) - Le altre partite (Pordenone e Padova hanno perso)

2commenti

INCIDENTE

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

Paura a bedonia

Ventenne cade con la moto: arrivano il soccorso alpino e l'elisoccorso

teramo-parma 0-0

D'Aversa: "Ci manca il gol? Non è un periodo felice. Comunque buona gara" Video

1commento

roccabianca

Ritrovato il 50enne scomparso: era al Pronto soccorso

promozione

Festa Pallavicino: è promosso in Eccellenza Gallery

sorbolo

Filmate le gare in scooter a mezzanotte. Il sindaco: "Ora convochiamo i genitori" Video

3commenti

musica e cultura

A Parma l'opera scende in piazza (per riqualificare l'Oltretorrente)

L'idea di una soprano islandese

3commenti

elezioni

Ecco la nuova squadra di Pizzarotti

7commenti

Via Volturno

Nuova spaccata in una panetteria

social

Le sigle "rock" del salsese Copelli diventano virali

Laminam

Incontro tra cittadini e Comitato «L'aria del Borgo»

gazzareporter

Borgo Guazzo, cronache dalla discarica.....

1commento

Traversetolo

Il sindaco sposta il comizio del 1°Maggio: il Pd insorge

4commenti

Ragazzola

Un comitato per «proteggere» il ponte sul Po

Alimentare

Parmacotto, previsti 60 milioni di ricavi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Perché ci sono sempre meno preti

1commento

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

3commenti

ITALIA/MONDO

politica

Primarie Pd: in Emilia Romagna alle 17 hanno votato in 163.899. Le foto di Parma

3commenti

milano

Pirata della strada tradito da una telefonata a casa: "Sono in ospedale"

1commento

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

Caravan, i 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

formula 1

Gp di Russia: vince la Mercedes (di Bottas.) Le due Ferrari sul podio

serie a

"Buu" razzisti a Cagliari: Muntari abbandona il campo Gallery

MOTORI

Economia

E' Fiesta l'auto piu' venduta d'Europa Video

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento