-6°

Quartieri-Frazioni

"Buche in via Emilio Lepido: San Prospero è invivibile"

"Buche in via Emilio Lepido: San Prospero è invivibile"
0

Damiano Ferretti

«Sia di giorno che di notte siamo costretti a convivere con rumori e vibrazioni che provocano crepe e cedimenti d’intonaco nelle nostre case: viviamo in perenne allerta e ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni. Quando torneremo a dormire la notte?».
Lo sfogo  arriva direttamente da un folto drappello di residenti  di San Prospero che rilanciano sull’annosa questione dei cinque punti di via Emilio Lepido in cui si sono creati dei veri e propri cedimenti e erosioni dell’asfalto, dovuti ad alcuni lavori di scavo (interventi alla rete elettrica, al servizio di fognature e di posizionamento di cavi telefonici) effettuati a partire dagli anni 2000 da Comune e Telecom. 
Una situazione  di disagio segnalata più volte alle autorità competenti con il risultato di ottenere soltanto «il classico rimpallo delle competenze tra i vari enti coinvolti», ricordano amaramente gli stessi residenti. Il tratto di strada in questione, di competenza Anas, si trova in via Emilio Lepido ed è compreso tra il chilometro 197+097 e 197+242, tra via Capra (in prossimità del circolo Il Castello) fino alla scuola elementare Zerbini. 
«In appena 145 metri - sbotta Giovanni Mazzoli - si sono originati ben cinque cedimenti dell’asfalto che contribuiscono, in particolare a causa del traffico pesante, considerata anche la vicinanza del nuovo casello autostradale di Campegine, a rendere invivibile il paese, creando frequenti danni alle abitazioni e al nostro sistema nervoso: a causarli sono i camion che passano sopra queste  buche, una situazione di degrado che si aggrava giorno dopo giorno e l’ultima manutenzione risale al 2009». 
E proprio nel maggio di quell’anno crollò il cornicione della palazzina al civico 122, che comprende oltre a due abitazioni anche un ufficio postale, un bar, un negozio d’arredamenti e il circolo Frontiera 70: la tragedia venne evitata perché il crollo avvenne durante le ore notturne. Una delle principali cause - evidenziano i residenti - sarebbe da imputare proprio alle continue vibrazioni a cui è sottoposto l’edificio. 
Non si contano più ormai le crepe e i cedimenti d’intonaco che negli ultimi anni si sono formati nelle case che si trovano nel centro di San Prospero: nella pizzeria «Da Peppino» si è formata una lunga crepa sul pavimento che si protrae per gran parte del locale e al primo piano l’intonaco sta cedendo in più stanze mentre al bar Figarò - che ha aperto i battenti a maggio - si notano già parecchie crepe.
«Da anni ormai non vado più nel solaio della chiesa perché c’è da aver paura», assicura don Giovani Coruzzi, arciprete della parrocchia di San Prospero. 
«A causa del continuo transito dei camion - ricorda Mirella Marchini - non si riesce a dormire la notte né tantomeno ad avere un po’ di quiete durante il giorno perché quando le ruote finiscono dentro le buche, il rumore prodotto è uguale allo scoppio di una bomba, per non parlare delle continue vibrazioni del terreno che, anche con le finestre chiuse, sono davvero insopportabili».  
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Il ritratto

Tragedia di Cascinapiano, parlano gli amici di Filippo: "Era speciale"

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

VIABILITA'

Cascinapiano, i residenti: "Chieste strisce pedonali e più luci: inascoltati"

2commenti

tg parma

Greci, dai Nuovi consumatori alla candidatura alle comunali Video

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: un ferito grave

Parma

Violenze e foto shock alla ex che lo ha lasciato: 28enne patteggia

tribunale

Molestò operaia durante la campagna del pomodoro: condannato caporeparto

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

"buona scuola"

La docente materana vince la causa: iIlegittimo trasferimento a Parma

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

1commento

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

15commenti

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

gazzareporter

Piazzale Borri, quelle dichiarazioni di (zero) amore...

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

1commento

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

SANT'ILARIO D'ENZA

Soldi e gioielli in freezer per "salvarli" dal mercurio: anziana truffata

mafia del brenta

Sequestrato il "tesoro" di Felice Maniero

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

tg parma

Lotta al doping, il Ris di Parma indagherà sul caso Schwazer

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video