-2°

progetto

San Polo: una nuova centrale idroelettrica nell'Enza?

San Polo: una nuova centrale idroelettrica nell'Enza?
Ricevi gratis le news
3

Una centrale idroelettrica vicina al ponte sull’Enza che collega San Polo e Traversetolo. Sul progetto si sta lavorando da tempo e, se andrà in porto, potrà diventare un’impresa ad azionariato diffuso, che realizzerebbe anche interventi utili per la manutenzione strutturale del ponte. Lo ha detto il sindaco di San Polo d’Enza, Mirca Carletti, parlando al pubblico di Pontenovo durante una serata dedicata al tema del risparmio energetico.
Nel corso della serata intervengono Giovanni Ferrari, consulente Paes (Pianificazione ambientale energetica sostenibile) e Alberto Sirotti, che insegna diversi accorgimenti per ridurre i consumi di luce, acqua e gas in modo semplice
Fra un intervento e l’altro, il sindaco spiega gli investimenti e i progetti del Comune per ridurre i consumi e usare energia pulita. Sono stati realizzati tetti fotovoltaici in edifici pubblici ed entro l’anno andranno in porto investimenti per la sicurezza di pedoni e ciclisti, per incentivare la mobilità alternativa. Quest’estate sarà rifatto il riscaldamento della scuola elementare. “Usciremo a breve con un bando sull’illuminazione pubblica, sulla falsariga di Montechiarugolo e Montecchio”, aggiunge la Carletti: annunciato anche qui un risparmio consistente sulla bolletta della luce del Comune.
Non è l’unica inziativa da realizzare in collaborazione con i privati. A questo punto infatti il sindaco ne rivela un’altra: “Un progetto ambizioso per la costruzione di un’altra centrale idroelettrica, oltre a quella già esistente di un privato”. Si tratta di un progetto recente, degli ultimi mesi: se tutto andrà in porto, l’impianto sarà realizzato vicino al ponte sull’Enza, con interventi utili anche per bloccare l’erosione dei piloni che lo sostengono. “L’intervento sarà privato ma ad azionariato diffuso – aggiunge la Carletti parlando al pubblico – con la possibilità per tutti di investire e diventare azionisti di una società che farà energia pulita per i cittadini”.
Interpellata da Gazzettadiparma.it, Mirca Carletti non vuole aggiungere molto altro e sottolinea che saranno fatte campagne informative e assemblee pubbliche più avanti. Il sindaco rivela soltanto che l’iter è ben avviato, è stato illustrato alle Province interessate e si saprà se parte o no entro fine giugno, quando scadrà un bando nazionale per ottenere finanziamenti ad hoc, molto importanti per un progetto di questo tipo.
L’impianto nascerebbe sulla sponda reggiana del torrente, di poco a valle del ponte fra le province di Reggio Emilia e Parma. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Macchia

    03 Giugno @ 23.05

    Basterebbe leggere il virgolettato del sindaco: “Un progetto ambizioso per la costruzione di un’altra centrale idroelettrica, oltre a quella già esistente di un privato” ma siccome, in Italia, è necessario sottolineare l'ovvio, dirò che OVVIAMENTE si tratta di una delle tante centrali mini-indro che vengono realizzate negli ultimi anni. Dette mini-idro sfruttano piccoli o piccolissimi salti d'acqua (la traversa vicino al ponte) ed hanno una potenza nominale che si aggira tra i 250-450 kW (kiloWatt, non MegaWatt) o poco di più. Si tratterà quindi di una centralina che si affiancherà a quella già esistente in sponda reggiana (ftp://ftp.provincia.re.it/via/spolo/). Comprendo la necessità politica del sindaco che per una cosa del genere, parla di progetto "ambizioso" ma si tranquillizzi Stefano, non ci sarà bisogno né di "centinaia di milioni a spese del popolo come fanno da sempre" né di fare un "esposto in procura della repubblica chiedendo un indagine".

    Rispondi

  • Vercingetorige

    03 Giugno @ 17.03

    NON DITEMI CHE TORNA , in edizione riveduta e corretta , il progetto della Diga di Vetto , di cui tanto abbiamo parlato cinquant' anni fa ( senza venirne a capo) .

    Rispondi

  • Stefano

    03 Giugno @ 15.46

    reinard.alfa@gmail.com

    Che facciano bene i conti su costi e benefici perchè se risulta un ennesimo spreco o se vanno avanti nel progetto senza dare spiegazioni faccio esposto in procura della repubblica chiedendo un indagine . A S.Polo l'enza è asciutto da aprile a novembre e a parte un paio di mesi all'anno non ha portata sufficiente nemmeno all'ipotetico fabbisogno idrico del paese, figuriamoci per alimentare una centrale, a meno che non voglia costruire una centrale per alimentare i fari del comune. Se intendono spendere centinaia di milioni a spese del popolo come fanno da sempre, e godere dei vari tagli di nastro e dire che hanno dato il nome tal dei tali alla centrale si sbagliano. Se va fatta va fatta come si diceva a suo tempo a Vetto, non dove non c'e' acqua. Se chiedo a mio nipote se farebbe una diga dove c'e' acqua tutto l'anno o dove c'è solo per pochi mesi che cosa risponderebbe secondo lei caro sindaco di san polo d'enza?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

9commenti

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

nuoto

Europei, tris d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

SOCIETA'

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5