22°

Carabinieri

Rapine in gioielleria: una della banda vive a Parma

Rapine in gioielleria: una della banda vive a Parma
Ricevi gratis le news
1

Colpivano in doppia coppia, una distraeva il gioielliere di turno, l’altra coppia arraffava tutto: la "banda del 22", sgominata ora dai carabinieri, era composta da cinque persone, tre arrestate e due denunciate. La loro specialità erano i furti nei negozi di preziosi e lo facevano con una tecnica collaudatissima, visto che gli arrestati avevano alle spalle furti messi a segno nel Nord e Centro Italia, in Emilia-Romagna a Reggio Emilia, Ferrara, Ravenna; in Liguria a Genova, in Lombardia a Mantova, in Umbria a Perugia.
Il 22 febbraio il primo colpo contestato alla banda di giostrai, che portò via monili per 6.000 euro dalla Bottega Orafa di Portomaggiore e altri 7.000 euro in oro dalla gioielleria Aguiari di Portomaggiore. Due denunce da cui è partita l’indagine dei Cc delle Compagnie di Copparo e Portomaggiore. Gli uomini dell’Arma, coordinati dal pm Ciro Alberto Savino, hanno iniziato subito ad indagare e concentrare l'attenzione su alcuni sospettati. A complicare il tutto, il fatto che i giostrai si spostano spesso, con diversi cambi di auto. La svolta delle indagini è arrivata il 4 giugno, quando quattro dei cinque componenti della banda sono stati arrestati in flagranza dopo il furto alla gioielleria Pimpinati di Codigoro. Fuori, ad aspettarli, c'erano i carabinieri. In quell'occasione i quattro erano stati processati e condannati per direttissima, e poi rimessi in libertà.
Da quel momento, immaginando di essere nel mirino degli inquirenti, avevano smesso di agire insieme. E in effetti le indagini si erano intensificate, portando ad attribuire ai cinque componenti altri colpi: oltre a quelli di Portomaggiore e Tresigallo, un altro furto a Casalgrande (Reggio Emilia), messo a segno a gennaio, ancora una volta il giorno 22. Inoltre il giorno stesso dell’arresto, il 4 giugno, avevano tentato altri due furti a Mesola e Copparo.
Gli elementi raccolti, come hanno spiegato il comandante della Compagnia di Copparo, capitano Fabrizio Gubbiotti, e il comandante del Norm di Copparo, luogotenente Domenico Marletta, hanno permesso al pm Savino di chiedere e ottenere dal gip Silvia Marini tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, eseguite oggi a Gonzaga (Mantova) e Borgo Panigale, alla periferia di Bologna.
In carcere sono finiti Alessandro Cancelli, 36 anni, nato a Siena e residente nel campo nomadi di Padova, ritenuto il capo della banda; Chantal Argentini, 22 anni, nata a Scandiano (Reggio Emilia) e residente nel campo nomadi di Parma; Anthony Piatti, 28 anni, nato a Scandiano e residente a Brescia, tutti già conosciuti dalle forze dell’ordine. In più sono state indagate a piede libero Sabrina Minguzzi, 29 anni, già arrestata il 4 giugno, e B.M., 22 anni. Le loro foto sono state diffuse su tutto il territorio, soprattutto nel Nord Italia, dove si sospetta abbiano compiuto altri furti. Sono inoltre in corso accertamenti su un colpo perpetrato con modalità simili il 6 settembre ai danni della gioielleria Tebaldi di Ferrara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • corra

    16 Settembre @ 07.07

    ma che strano ,guarda caso tutti nomadi non l'avrei mai immaginato.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

9commenti

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Economia

Rinnovato il contratto tra Number1 logistics Group e Barilla

"Obiettivi aziendali ma anche condivisione di valori"

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

BORGOTARO

Venturi: «Punto nascita, chiusura inevitabile»

1commento

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

E' da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al nostro sondaggio

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»