15°

Novellara

Scoperta piantagione di marijuana: riforniva Parma

Scoperti 2 quintali di droga e 1.600 piante in casa colonica

Piante di marijuana

Piante di marijuana

5

Una sorta di "fabbrica" di marijuana. A scoprirla a Novellara, nel Reggiano, i Carabinieri di Guastalla che, in una casa colonica, hanno rinvenuto e sequestrato 2 quintali di droga, oltre 1.600 piante - coltivate grazie a un impianto di irradiamento, areazione e irrigazione e che al dettaglio avrebbero fruttato oltre 3 milioni di euro - e arrestato due cittadini cinesi di 20 e 21 anni con l’accusa di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti. Le indagini ora proseguono per accertare gli esatti canali di destinazione della marijuana prodotta ricompresi tra la bassa lombarda e le province emiliane di Parma, Modena, Reggio Emilia e Piacenza.


I due, grazie a un sistema di videosorveglianza oltre a monitorare l’intero ciclo produttivo riprendevano anche l'esterno dell’azienda allo scopo di controllare l’eventuale sopraggiungere delle forze dell’ordine.
A insospettire i Carabinieri, il sistema di videosorveglianza approntato in un casolare apparentemente disabitato, privo di recinzione i cui infissi erano coperti con teli in plastica neri. Poi, a un paio di metri dalla porta di ingresso ed in prossimità di una finestra l’odore forte e persistente della marijuana coltivata all’interno. 

Da una perquisizione all’interno del casolare - dove i militari hanno rinvenuto circa 2 quintali di marijuana e oltre 1.600 piante che al dettaglio avrebbero fruttato oltre 3 milioni di euro - è emerso come la struttura fosse stata adibita in buona parte a "fabbrica" di produzione di marijuana e in parte a unità abitativa occupata dai due cittadini cinesi poi arrestati.
Nella camera da letto dei due gli uomini dell’Arma hanno scoperto tre monitor due dei quali proiettavano le immagini delle telecamere esterne l’altro della zona di produzione della marjuana. Nei locali adibiti a coltivazione erano state installate centinaia di luci ad incandescenza sistemate in maniera da simulare una serra.
In altre due stanze erano state installate numerosissime lampade ad incandescenza utilizzate per l’essicazione dell’ingente quantitativo di marijuana. Il tutto corredato da un avveniristico impianto elettrico e di areazione.
Alla luce di quanto accertato i due cittadini cinesi sono stati tratti in arresto e ristretti a disposizione della Procura reggiana titolare dell’inchiesta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    30 Novembre @ 23.44

    Ah ma strano chi lo o avrebbe detto? di solito la sinistra da 30 anni dice che sono gli italiani a costringere e a fornire droga ai poveri spacciatori stranieri...adesso se la coltivano loro la portano loro e la spacciano loro, a parma tutti sanno cosa fanno i signori nigeriani in bicicletta, centinaia di giovani, finti profughi che hanno messo su un business milionario

    Rispondi

    • Vercingetorige

      01 Dicembre @ 11.54

      E siamo ancora fortunati ad avere , come Ministro degli Interni , il capo della destra , Alfano .

      Rispondi

  • Vercingetorige

    30 Novembre @ 19.40

    Sono gli stessi che ci riforniranno anche con la "legalizzazione" , ma , allora , basterà che notifichino la coltivazione ai Monopoli di Stato ( come si fa col tabacco ) per essere in regola con la Legge. La "legalizzazione" , contrariamente a quanto dicono gli "spinellatori" , sarà un grosso affare per la Mafia , che sarà l' unico fornitore dello Stato . La "cannabis" prodotta dall' Officina Farmaceutica Militare di Firenze non basta neanche per un condominio . Mafia , 'Ndrangheta , Camorra , ne hanno già vaste coltivazioni. A Lazarat , in Albania , tutta la città vive di quello , ed , in Albania , lo sanno tutti. Non vendono "spinelli" . La vendono a tonnellate. Oggi attraversa il canale d' Otranto sui veloci motoscafi dei contrabbandieri , o nascosta sui mercantili. Con la "legalizzazione" si potrà sbarcarla , alla luce del sole , nei porti di Bari e di Brindisi. Come "lotta alla Mafia" non c' è male !

    Rispondi

    • federicot

      30 Novembre @ 21.55

      federicot

      informati perchè confondi liberalizzazione e legalizzazione. E non è scritto da nessuna parte che sarà così come dici tu. Credo che sia invece importante affrontare il tema seriamente e pretendere che queste sostanze siano fornite direttamente dallo Stato; sarebbe una mazzata tremenda per le mafie. Prezzi bassi e roba controllata. Quale consumatore scemo comprerebbe altre cose????

      Rispondi

      • Vercingetorige

        01 Dicembre @ 11.48

        I "compratori scemi" sarebbero un sacco ed il mercato clandestino resterebbe . Per esempio per i minori che non potrebbero comprarla legalmente , e , forse soprattutto , perché i "pusher" , come già fanno , venderebbero "roba" con una concentrazione di tetraidrocannabinolo superiore agli "spinelli" legalizzati e mischiata ad altre droghe. Dove credi che lo Stato andrebbe a prendere la "cannabis" da vendere legalmente ? Aspetterebbe che piovesse dal cielo come la manna ? Non potrebbe che comprarla da chi la produce , cioè dalle "mafie" , italiane e straniere , che , infatti , ne stanno coltivano dappertutto . La "legalizzazione" sarebbe un grosso affare per la Mafia ! Non confondo per nulla "legalizzazione" con "liberalizzazione" , ed ho letto con attenzione il Disegno di Legge.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il lago Santo visto dal drone

Fotografia

Il lago Santo visto dal drone Foto

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora

Napoli

Serenate al balcone: i vicini protestano ma "Topolino" canta ancora Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

IL VINO

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

L'INCHIESTA

Maxi traffico di auto, chiesti 88 rinvii a giudizio

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

Il caso

Rifiuti e videopoker nel parco

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lega Pro

Nuove date per i play-off

Spettacoli

Alessandro Nidi: «Sissi diventa un musical»

Salso

Maestro e alunno si ritrovano dopo 50 anni

Sicurezza

A Pilastro spuntano i dossi

Terremoto

Due parmigiane in missione per salvare l'arte dalle macerie

Parma

Investe una donna in via Venezia e si dilegua: caccia all'auto pirata

Il conducente si è fermato dopo l'incidente ma poi è ripartito: ora la polizia municipale lo cerca

1commento

TG PARMA

Corniglio: un tir resta bloccato fra le case Video

Anteprima Gazzetta

Auto di lusso rubate e rivendute all'estero: 88 richieste di rinvio a giudizio Video

Parma

"Spazio verde": quinto furto in tre anni Foto

Ricerca

Top 500: imprenditoria sana, buoni risultati per tutti i settori a Parma Video Foto

Il presidente dell'Upi Alberto Figna spiega i contenuti della ricerca

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

5commenti

Inchiesta

Tecnici Bonatti uccisi in Libia: rischio di processo per 6 persone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

9commenti

GAZZETTA

Enogastronomia: un inserto di 6 pagine

ITALIA/MONDO

NASA

Scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra Foto

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

motori

Ecco Stelvio, il primo suv Alfa Romeo Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv