20°

35°

Novellara

Scoperta piantagione di marijuana: riforniva Parma

Scoperti 2 quintali di droga e 1.600 piante in casa colonica

Piante di marijuana

Piante di marijuana

Ricevi gratis le news
5

Una sorta di "fabbrica" di marijuana. A scoprirla a Novellara, nel Reggiano, i Carabinieri di Guastalla che, in una casa colonica, hanno rinvenuto e sequestrato 2 quintali di droga, oltre 1.600 piante - coltivate grazie a un impianto di irradiamento, areazione e irrigazione e che al dettaglio avrebbero fruttato oltre 3 milioni di euro - e arrestato due cittadini cinesi di 20 e 21 anni con l’accusa di produzione e detenzione di sostanze stupefacenti. Le indagini ora proseguono per accertare gli esatti canali di destinazione della marijuana prodotta ricompresi tra la bassa lombarda e le province emiliane di Parma, Modena, Reggio Emilia e Piacenza.


I due, grazie a un sistema di videosorveglianza oltre a monitorare l’intero ciclo produttivo riprendevano anche l'esterno dell’azienda allo scopo di controllare l’eventuale sopraggiungere delle forze dell’ordine.
A insospettire i Carabinieri, il sistema di videosorveglianza approntato in un casolare apparentemente disabitato, privo di recinzione i cui infissi erano coperti con teli in plastica neri. Poi, a un paio di metri dalla porta di ingresso ed in prossimità di una finestra l’odore forte e persistente della marijuana coltivata all’interno. 

Da una perquisizione all’interno del casolare - dove i militari hanno rinvenuto circa 2 quintali di marijuana e oltre 1.600 piante che al dettaglio avrebbero fruttato oltre 3 milioni di euro - è emerso come la struttura fosse stata adibita in buona parte a "fabbrica" di produzione di marijuana e in parte a unità abitativa occupata dai due cittadini cinesi poi arrestati.
Nella camera da letto dei due gli uomini dell’Arma hanno scoperto tre monitor due dei quali proiettavano le immagini delle telecamere esterne l’altro della zona di produzione della marjuana. Nei locali adibiti a coltivazione erano state installate centinaia di luci ad incandescenza sistemate in maniera da simulare una serra.
In altre due stanze erano state installate numerosissime lampade ad incandescenza utilizzate per l’essicazione dell’ingente quantitativo di marijuana. Il tutto corredato da un avveniristico impianto elettrico e di areazione.
Alla luce di quanto accertato i due cittadini cinesi sono stati tratti in arresto e ristretti a disposizione della Procura reggiana titolare dell’inchiesta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    30 Novembre @ 23.44

    Ah ma strano chi lo o avrebbe detto? di solito la sinistra da 30 anni dice che sono gli italiani a costringere e a fornire droga ai poveri spacciatori stranieri...adesso se la coltivano loro la portano loro e la spacciano loro, a parma tutti sanno cosa fanno i signori nigeriani in bicicletta, centinaia di giovani, finti profughi che hanno messo su un business milionario

    Rispondi

    • Vercingetorige

      01 Dicembre @ 11.54

      E siamo ancora fortunati ad avere , come Ministro degli Interni , il capo della destra , Alfano .

      Rispondi

  • Vercingetorige

    30 Novembre @ 19.40

    Sono gli stessi che ci riforniranno anche con la "legalizzazione" , ma , allora , basterà che notifichino la coltivazione ai Monopoli di Stato ( come si fa col tabacco ) per essere in regola con la Legge. La "legalizzazione" , contrariamente a quanto dicono gli "spinellatori" , sarà un grosso affare per la Mafia , che sarà l' unico fornitore dello Stato . La "cannabis" prodotta dall' Officina Farmaceutica Militare di Firenze non basta neanche per un condominio . Mafia , 'Ndrangheta , Camorra , ne hanno già vaste coltivazioni. A Lazarat , in Albania , tutta la città vive di quello , ed , in Albania , lo sanno tutti. Non vendono "spinelli" . La vendono a tonnellate. Oggi attraversa il canale d' Otranto sui veloci motoscafi dei contrabbandieri , o nascosta sui mercantili. Con la "legalizzazione" si potrà sbarcarla , alla luce del sole , nei porti di Bari e di Brindisi. Come "lotta alla Mafia" non c' è male !

    Rispondi

    • federicot

      30 Novembre @ 21.55

      federicot

      informati perchè confondi liberalizzazione e legalizzazione. E non è scritto da nessuna parte che sarà così come dici tu. Credo che sia invece importante affrontare il tema seriamente e pretendere che queste sostanze siano fornite direttamente dallo Stato; sarebbe una mazzata tremenda per le mafie. Prezzi bassi e roba controllata. Quale consumatore scemo comprerebbe altre cose????

      Rispondi

      • Vercingetorige

        01 Dicembre @ 11.48

        I "compratori scemi" sarebbero un sacco ed il mercato clandestino resterebbe . Per esempio per i minori che non potrebbero comprarla legalmente , e , forse soprattutto , perché i "pusher" , come già fanno , venderebbero "roba" con una concentrazione di tetraidrocannabinolo superiore agli "spinelli" legalizzati e mischiata ad altre droghe. Dove credi che lo Stato andrebbe a prendere la "cannabis" da vendere legalmente ? Aspetterebbe che piovesse dal cielo come la manna ? Non potrebbe che comprarla da chi la produce , cioè dalle "mafie" , italiane e straniere , che , infatti , ne stanno coltivano dappertutto . La "legalizzazione" sarebbe un grosso affare per la Mafia ! Non confondo per nulla "legalizzazione" con "liberalizzazione" , ed ho letto con attenzione il Disegno di Legge.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

NEW YORK

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Abbraccio tra il padre e Solomon

Delitto San Leonardo

Abbraccio tra il padre e Solomon

Accoglienza

Ecco la giornata dei profughi

Varsi

Colto da malore, grave il sindaco Aramini

Scurano

Il camionista: «Così ho evitato una tragedia»

Felino

Soldi nelle slot invece che ai figli: condannato

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

Personaggi

Dal Crazy Horse alla laurea

CAMPIONI

Emanuele, Filippo e Matteo, i ragazzini d'oro

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

natura

Mamme d'Appennino: la volpe allatta i suoi cuccioli Video

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

10commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel