-0°

16°

Carabinieri

Fermati con 60 cuccioli in auto: padre e figlio condannati, 70enne arrestato in Val d'Enza

Indagini dei carabinieri, fermi effettuati in flagranza di reato

Carabinieri: foto d'archivio

Ricevi gratis le news
2

Fermati dai carabinieri durante un posto di controllo, erano stati sorpresi trasportare una sessantina di cagnolini riposti nel vano bagagli di un Voyager ammassati in quattro gabbie di plastica piccole, sporche di feci e urine. Altri cuccioli erano stati chiusi in uno scatolone di cartone e in un trasportino di plastica. Per questi fatti un 70enne e il figlio 39enne erano stati denunciati dai carabinieri per traffico illecito e maltrattamento di animali. Al termine dell’iter processuale, riconosciuti colpevoli, sono stati condannati dal Tribunale di Udine: il padre a cinque mesi di reclusione, il figlio a nove mesi.
Per il 70enne la condanna è divenuta esecutiva: la Procura di Udine ha emesso l’ordine di carcerazione, eseguito dai carabinieri di Bibbiano, che hanno arrestato l’anziano, ora agli arresti domiciliari.
I fatti risalgono alla notte del 17 novembre 2012 quando, durante un normale controllo lungo la statale 13 a Tarvisio i carabinieri scoprirono scoperto il traffico di cani. Padre e figlio erano stati bloccati in via Armando Diaz, alle 3.30. I cuccioli si trovavano nel vano bagagli del Voyager, ammassati in quattro gabbie di plastica, piccole, sporche di feci e urine e senza cibo, nè acqua. Altri erano stati chiusi in uno scatolone di cartone e un’altra parte in un trasportino di plastica. Per il sostituto udinese Letizia Puppa, che aveva coordinato le indagini, i cagnolini, di varie razze, «erano stati sottoposti a fatiche insopportabili per le loro caratteristiche etologiche» ed erano stati trasportati «in condizioni incompatibili con le loro caratteristiche e tali da procurare loro grave stress». Si trattava per lo più di cuccioli con meno di tre mesi, ossia di cani «non sottoponibili alle vaccinazioni obbligatorie» e «fisicamente non pronti ad affrontare lunghi viaggi». L’accusa relativa al traffico illecito era collegata invece al fatto che i cuccioli erano stati introdotti «senza sistema di identificazione e la documentazione sanitaria attestante le prescritte vaccinazioni e l’età». Per questi fatti padre e figlio vennero denunciati. Quindi l’iter processuale che ha visto il Tribunale di Udine condannare i due uomini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • jan solo

    28 Febbraio @ 11.18

    ben 5 anni per decidere la pena che , tanto per cambiare, è un'offesa alla legalità!!!!! invece del carcere, aggiungo duro, a casa tra gli agi e le comodità, per di più con costi per la collettività qualora i Carabinieri dovessero effettuare controlli sistematici. La giustizia in Italia è RIDICOLA!!!!! ma cosa aspettarsi da 20 anni di malgoverno????

    Rispondi

  • Daniela

    23 Dicembre @ 17.59

    Ci volevano solo 4 anni per stabilire la condanna?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

verso le elezioni

Da "W la fisica" a "Poeti d'azione" e "Rinascimento" (Big compresi) Ecco tutte le liste

Chiuso il termine per la presentazione in Viminale dei simboli: tra 48 ore si saprà chi è ammesso

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

1commento

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

11commenti

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti