11°

rugby

Alle Zebre il derby d'Italia: 14-12 al Treviso

Meta di Palazzani e tre calci piazzati di Orquera

Zebre vs Benetton

Zebre vs Benetton

Ricevi gratis le news
1

Una meta di Palazzani e tre calci piazzati di Orquera consegnano alle Zebre Rugby il secondo derby stagionale di RaboDirect PRO12 e la prima vittoria interna della propria giovane storia. La Benetton Treviso lascia il “XXV Aprile” di Parma battuta per 14-12, al termine di ottanta minuti che confermano l’equilibrio della gara d’andata vinta dai biancoverdi a Monigo per 20-15. Oltre trenta gli internazionali italiani oggi in campo, tutti impegnati a dimostrare di meritare un posto nella lista dei trenta che verrà annunciata la prossima settimana dal CT Brunel per le prime due giornate dell’RBS 6 Nazioni e che, dopo essersi dati battaglia sul campo, hanno salutato insieme gli oltre 4500 spettatori presenti oggi alla Cittadella del Rugby.

 


La cronaca


La Benetton inizia in attacco, provando a muovere la linea con Berquist, ma sono le Zebre a sfiorare il primo vantaggio al quarto minuto con Orquera, che sbaglia un drop dopo una buona penetrazione di Van Schalkwyk.


Treviso vince una mischia ad introduzione Zebre intorno al sesto minuto ed innesca un pericoloso contrattacco con Botes ma Palazzani riesce a recuperare ed il XV di casa può allontanare la pressione.


All’undicesimo le Zebre recuperano palla a centro campo con Chistolini, muovono velocemente al largo, trovano la difesa trevigiana in inferiorità ed è bravo Van Schalkwyk a calciare il pallone per Palazzani, che apre le marcature dopo l’intervento del TMO: 5-0 per i padroni di casa.


Al quarto d’ora la Benetton lancia un maul da metà campo, costringendo le Zebre al fallo per limitare l’avanzata del pacchetto biancoverde e, dalla punizione che ne nasce, Berquist cerca e trova i pali dalla distanza per il 5-3.


Al ventesimo ancora la Benetton si rende pericolosa nei ventidue avversari, ma l’azione cozza contro una ben organizzata difesa del XV di Andrea Cavinato che costringe Rizzo al tenuto: sulla ripartenza Venditti trova un varco prezioso nella difesa ospite, ma la sfida individuale con il compagno di azzurro McLean lo costringe a sua volta al tenuto.


Benetton si porta in vantaggio al ventiseiesimo, su piazzato di Berquist, che non sbaglia la punizione concessa per un fallo in touche del capitano delle Zebre Bortolami: è 5-6 ed i veneti non riescono ad allungare al trentatreesimo su una punizione per placcaggio in ritardo che Berquist, dalla metà campo, questa volta non trasforma.


Le Zebre perdono al trentaseiesimo l’ala Venditti, che esce dal campo zoppicando dopo un tentativo di penetrazione centrale, sostituito da un altro dei tanti Azzurri di scena oggi a Parma, Giulio Toniolatti.


Il primo tempo si chiude con un lungo ping-pong tattico al piede, poi un fuorigioco della difesa parmense a tempo scaduto regala a Berquist la chance – concretizzata – per mandare le squadre a riposo sul 5-9.


Si riparte e dopo una manciata di secondi le Zebre conquistano una punizione che Orquera, da facile posizione, trasforma riportando il XV di casa ad una sola lunghezza dai cugini veneti mentre inizia a cadere una pioggia insistente.


La squadra di Marius Goosen spinge sull’acceleratore dopo il calcio bianconero, ma la difesa bianconera è attenta e le Zebre recuperano palla e campo con il piede di Orquera, avanzando poi da maul e costringendo al decimo minuto al fallo su propria introduzione il pack biancoverde: Orquera prova ad andare per i pali e riporta in vantaggio il XV di casa, 11-9.


Ma la Benetton non ci sta e si riporta immediatamente al comando del match con Berquist che non sbaglia da facile posizione, 11-12.


Pavanello e compagni insistono nella metà campo avversaria, alla ricerca dell’azione del possibile KO, ma prima perdono il possesso e dopo sono costretti al tenuto, con gli uomini di Cavinato che risalgono il campo mentre si entra nell’ultimo quarto di gara e si riportano a loro volta in vantaggio al ventiquattresimo, con Orquera che centra ancora i pali da posizione defilata per il 14-12 bianconero.


Si riparte e sul calcio d’invio Berryman commette in avanti sui ventidue, offrendo agli ospiti una splendida piattaforma d’attacco che però non viene sfruttata, ma ci pensa McLean a riportare pressione sulle Zebre, la cui difesa però riesce ancora una volta a resistere all’attacco trevigiano.


La Benetton insiste ma perde possesso in più di un’occasione e Toniolatti piazza un placcaggio fondamentale su Botes a cinque minuti dalla fine, costringendo il numero nove azzurro dell’Italia alla perdita di possesso nei propri ventidue. Sulla mischia che segue, Perugini manda in crisi la prima linea veneta e regala un piazzato prezioso a Luciano Orquera, che svirgola.


L’ultimo brivido per le Zebre arriva a novanta secondi dalla fine, con McLean che gioca veloce un mark, muove al largo e lancia Esposito che trova spazio all’ala ma, sul placcaggio di Palazzani, perde l’ovale riconsegnandolo alle Zebre che, da mischia, calciano fuori e possono festeggiare la loro prima vittoria interna dopo la vittoria autunnale di Cardiff.




RaboDirect PRO12, XII giornata


Zebre Rugby v Benetton Treviso 14-12


Marcatori: p.t. 11’ m. Palazzani (5-0); 15’ cp. Berquist (5-3); 26’ cp. Berquist (5-6); 40’ cp. Berquist (5-9); s.t. 1’ cp. Orquera (8-9); 11’ cp. Orquera (11-9); 14’ cp. Berquist (11-12); 24’ cp. Orquera (14-12)


Zebre: Palazzani; Berryman, Ratuvou, Garcia, Venditti (36’ pt. Toniolatti) ; Orquera, Chillon; Vunisa, Van Schalkwyk, Bergamasco Ma. (33’ st. Ferrarini); Bortolami (cap, 33’ st. Biagi), Geldenhuys; Chistolini (16’ st. Redolfini), Giazzon (31’ st D’Apice), Aguero (16’ st. Perugini)


a disposizione: D’Apice, Perugini, Redolfini, Biagi, Cattina, Quartaroli, Toniolatti, Ferrarini


all. Cavinato


Benetton Treviso: McLean; Nitoglia, Loamanu, Sgarbi, Esposito; Berquist, Botes; Barbieri, Zanni (1’ st. Bernabò), Budd (26’ pt. Filippucci); Van Zyl (28’ st. Fuser), Pavanello A. (cap); Cittadini (37’ st. Rouyet), Ghiraldini, Rizzo (24’ st. De Marchi Al.)


all. Goosen


arb. Ruiz (Francia)


RaboDirect PRO12 Man of the Match: Giazzon (Zebre)


Calciatori: Orquera (Zebre) 3/5; Berquist (Benetton Treviso) 4/5


Note: pomeriggio freddo ed umido, terreno in buone condizioni. In tribuna il Presidente federale Alfredo Gavazzi ed i membri del Consiglio. 4500 spettatori circa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • TAPPO

    04 Gennaio @ 18.14

    Magnifico, finalmente una vittoria che avvalora la crescita della squadra, che già si notava. BRAVISSIMI !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un talento parmigiano in finale al Tour Music Fest: The European Music Contest

Palcoscenico

Un talento parmigiano in finale al "Tour Music Fest"

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

 Mangiamusica, gran finale  con le Sorelle Marinetti

Fidenza

Mangiamusica, gran finale con le Sorelle Marinetti Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Sciame sismico in Appennino, le scosse avvertite in tutta la provincia

TERREMOTO

Sciame sismico in Appennino, 17 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non segnalati danni

5commenti

ULTIM'ORA

Uno dei terremoti più profondi in Emilia Romagna

La scossa più forte su un basamento roccioso

2commenti

Le reazioni

La sindaca di Fornovo: "Tanta paura, ma niente danni"

Il sindaco Pizzarotti "La scossa è stata sentita a Parma, ma non è di particolare rilievo"

VIA MILANO

Bocconi avvelenati nel parco dei Vetrai, animali a rischio

La polizia municipale ha circoscritto l'area e sta effettuando rilievi

2commenti

Incidente

Scontro su strada Pilastro, un ferito

2commenti

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

15commenti

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Incidente

Carambola fra tre auto in via Mantova, due feriti

Indaga la Polizia municipale

WEEKEND

Il Mercato del Forte, la torta di verze, November Porc a Zibello: l'agenda di domenica

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

Polizia

Raffica di furti negli appartamenti

Bici rubate e in attesa dei proprietari

Eccellenze

Il Parmigiano trionfa agli "Oscar del formaggio" a Londra

Risultato stellare: porta a casa 38 medaglie

1commento

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La figlia di Totò Riina e una rabbia che offende

di Georgia Azzali

4commenti

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Ris di Parma

Scomparse due mogli di un allevatore: trovate ossa nella stalla

3commenti

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

2commenti

SPORT

SERIE A

Crolla la Juve, l'Inter batte l'Atalanta ed è seconda

SERIE B

Pari fra Salernitana e Cremonese: Parma sempre in testa

SOCIETA'

GENOVA

Uomo aggredito da un cinghiale nei boschi del genovese

LA PEPPA

Pollo e peperoni ripieni

1commento

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto