-1°

14°

alluvione 2011

Regione, approvata la risoluzione sui risarcimenti

Il documento ha ricevuto il sì dell'assemblea regionale. Meo e Favia: "Ora la Giunta non può tirarsi indietro"

Regione, approvata la risoluzione sui risarcimenti
0

Una risoluzione trasversale che ha ricevuto un sì  trasversale. Oggi l'Assemblea regionale ha approvato il documento che impegna la Giunta Errani a garantire i risarcimenti agli alluvionati di Sala Baganza, Collecchio e Fornovo. Ad annunciarlo sono i due consiglieri regionali Gabriella Meo (Verdi) e l'indipendente Giovanni Favia che hanno firmato il documento insieme a Luigi Giuseppe Villani


“Oggi l’Assemblea legislativa regionale ha approvato due risoluzioni che in sostanza chiedono la stessa cosa e cioè di non dimenticare gli alluvionati di Sala Baganza e di garantire il loro diritto al risarcimento dei danni - spiega la Meo che proprio in aula ha ricordato l’evento alluvionale di tre anni fa - Con il voto odierno, trasversale agli schieramenti politici, abbiamo impegnato la Giunta regionale ad intervenire presso il Governo per rivendicare il diritto al risarcimento dei danni provocati dall’alluvione, per reperire le risorse necessarie alla realizzazione di tutti gli interventi occorrenti per la messa in sicurezza idraulica dei territori dei tre comuni parmensi e, se necessario, a indennizzare con risorse proprie i danni causati dal quel tragico evento, con la sola esclusione dei danni già risarciti da eventuali polizze assicurative.”

“L’alluvione del 2011 – continua Meo – è stata l'unica sul territorio italiano che non ha avuto la dichiarazione di stato di calamità naturale, lasciando i cittadini danneggiati nell’impossibilità di sperare in risarcimenti. E’ questo un passo ulteriore nel lungo cammino intrapreso, assieme ai cittadini dei territori colpiti riuniti nel comitato “11 giugno”, per chiedere che l’evento calamitoso non venga lasciato cadere nell’oblio e la Regione si impegni con la stessa efficacia che ha dimostrato in tutti i gravi casi che hanno colpito il nostro territorio in questi ultimi anni.”

"Si tratta di un risultato molto importante - commenta Favia - e che di fatto smentisce quanto affermato solo pochi giorni fa dall'assessore Gazzolo in risposta a una mia interrogazione. Adesso la Giunta non ha più scuse per continuare ad ignorare una tragedia che ha sconvolto la vita di centinaia di persone". La risoluzione approvata, assieme ad un'altra presentata dei consiglieri di maggioranza, impegna la Giunta anche a "reperire le risorse necessarie alla realizzazione di tutti gli interventi occorrenti per la messa in sicurezza idraulica dei territori dei comuni parmensi di Sala Baganza, Collecchio e Fornovo Taro, e se necessario indennizzare, in prima istanza, con risorse proprie i danni causati dall’alluvione, con la sola esclusione dei danni già risarciti da eventuali polizze assicurative". "In tre anni questi cittadini non hanno avuto un solo centesimo di risarcimento danni - conclude Favia -. Per la Giunta è arriva to il momento di svolgere il proprio dovere fino in fondo. Basta scuse. Come ho sempre detto non erano le risorse il problema più grande da affrontare ma la mancanza di un volontà politica comune. Adesso, con l'approvazione della nostra risoluzione, anche questo ostacolo è stato superato in modo chiaro e netto. Errani e la Gazzolo non possono che prenderne atto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

calestano

Domenica di carnevale a Calestano con la sfilata

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Parma, Frattali out: arriva Davide Bassi in porta

LEGA PRO

Parma, Frattali out: arriva Davide Bassi in porta

svariati casi a Parma

Ed ecco servita la truffa degli estintori (per i negozi)

1commento

il fatto del giorno

Droga, i numeri dell'emergenza Video

L'anteprima sulla Gazzetta di domani

1commento

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

6commenti

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

1commento

INCHIESTA

Strada del Traglione: un viaggio nel degrado

8commenti

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

3commenti

crisi

Copador, settimana decisiva

1commento

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

1commento

fotografia

Il "Mercante" secondo il fotografo Fabrizio Ferrari Gallery

comune

Casa: "Positivo il 2016, ma ci mancano 40 agenti" Tutti i numeri

L'assessore ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

1commento

GAZZAREPORTER

Ancora rifiuti selvaggi a San Leonardo Fotogallery

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

13commenti

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

MILANO

L'Italia della moda si ferma per Franca Sozzani Video

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

6commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia