SALA BAGANZA

«Noi alluvionati di serie B»

Il coordinatore del Comitato 11 giugno 2011 Luberto: «Concessi risarcimenti ad altre realtà ma a Sala Baganza, Collecchio e Fornovo zero assoluto»

«Noi alluvionati di serie B»
Ricevi gratis le news
1

Sono 14 i milioni di euro che arriveranno a Parma e provincia da Stato e Regione per l’alluvione dell’autunno 2014. Il capo dipartimento della protezione civile Franco Gabrielli ha firmato l’ordinanza con cui a Parma vengono assegnati 11 milioni di euro per finanziare gli interventi conseguenti all’alluvione, inoltre 2,6 milioni di euro arriveranno da risorse della Regione Emilia Romagna.
«Come al solito si parla di milioni di finanziamenti e i cittadini non vengono nemmeno nominati»: questo è il commento lapidario del coordinatore del comitato 11 giugno 2011 e coordinatore della rete nazionale «Mai più» Nicola Luberto.
«Per l’ennesima volta la storia si ripete - ha dichiarato Luberto - i soldi di cui si parla andranno a riparare i danni provocati dalla cattiva gestione del territorio, i cittadini, che siano di Sala, di Felino, di Fornovo o di Parma, non vengono mai nominati».
Il coordinatore del comitato Nicola Luberto ha affermato «l’obiettivo prioritario del comitato è stato sicuramente la difesa dei legittimi interessi dei cittadini alluvionati per il diritto ad un risarcimento per i danni subiti dall’esondazione del Rio delle Ginestre nel giugno 2011».
«Risarcimenti che in altre realtà vicine sono stati concessi mentre a Sala Baganza, Collecchio e Fornovo, purtroppo ad oggi, zero assoluto. Accanto a questi vi sono altri obiettivi, come la corretta informazione ai cittadini in materia di Protezione Civile e la messa in sicurezza del territorio per superare le criticità ancora persistenti che creano il timore che si possano ancora verificare danni a cose e persone».
Luberto rivendica le battaglie del comitato: «Per ovviare all’indifferenza degli Amministratori e politici locali, come Comitato ci siamo battuti per far approvare due risoluzioni politiche dall’Assemblea Legislativa del Consiglio Regionale che impegnano la Giunta a trovare propri fondi per completare la messa in sicurezza del territorio e per risarcire almeno in parte i cittadini coinvolti. Inoltre attraverso molteplici contatti avuti con gli Enti preposti alla tutela del territorio, con segnalazioni di criticità persistenti supportate da foto e sopralluoghi, abbiamo suscitato l’interessamento di tecnici che hanno preso a cuore le problematiche sottoposte e che si sono attivati e hanno sviluppato tre interventi operativi che permetteranno di bonificare e mettere in sicurezza idraulica un tratto del Rio delle Ginestre».
Il coordinatore ha sottolineato «il forte impegno e le non poche difficoltà incontrate fino ad ora , sono però ampiamente ricompensate dalla constatazione che quando si hanno a cuore il miglioramento della qualità e della sicurezza del territorio, gli Enti preposti riescono anche a trovare fondi, tra l’altro creando anche un’occasione di reddito per quegli operatori agricoli della zona che saranno chiamati ad intervenire nelle opere programmate. Purtroppo però constatiamo nell’affrontare queste tematiche, la mancanza di una presa di coscienza politica e culturale da parte degli Amministratori locali che hanno ancora un’ impostazione prettamente emergenziale o fatalistica come se si sperasse che la manna cada dal cielo».
Luberto cita come esempi positivi «il Trentino Alto Adige e la Toscana che hanno sviluppato progetti eco sostenibili di difesa attiva, cofinanziati dalla Comunità Europea e da fondi Regionali, coinvolgendo attivamente i cittadini e gli agricoltori come custodi nella prevenzione e la tutela dei territori, potrebbero essere presi come spunto dai nostri Amministratori per uscire dall’immobilismo e dare un segno chiaro di inversione di rotta nelle politiche di sviluppo del territorio, mettendo in primo piano la prevenzione e la manutenzione come strumento primario di riqualificazione e mitigazione dei rischi e delle criticità esistenti- ed ha concluso - c’è ancora molto da fare e come Comitato continueremo a batterci affinchè la sicurezza ambientale diventi un problema prioritario e culturale e che la difesa dei beni comuni e la sicurezza dei cittadini contribuisca a sperare di poter vivere in un paese migliore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ombretta losi

    16 Febbraio @ 08.46

    Ohhhh..l ESIMIO sig. Luberto si è destato??? sè accorto che le istituzioni non hanno fatto nulla per noi?? che la sindachessa, con fare pilatesco, sè sciaqqqqquata le manine?? bentornato alla realta'!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

MANTOVA

Bimbi uccisi: indagato anche il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta la squadra

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260