19°

29°

Salsomaggiore

Gli agricoltori esasperati: "Troppi cinghiali nel Parco"

Sempre maggiore la presenza di ungulati. Preoccupazione anche per l'avvistamento di lupi. "Subiamo ingenti danni, che solo in piccola parte vengono risarciti"

Gli agricoltori esasperati: "Troppi cinghiali nel Parco"

Un cinghiale

Ricevi gratis le news
4

Cresce la presenza di cinghiali nel territorio salsese e con essa aumentano di pari passo anche la preoccupazione e la rabbia degli agricoltori, in modo particolare quella dei residenti nel Parco dello Stirone e nelle zone limitrofe, che vedono compromessa gran parte dei loro raccolti a causa soprattutto degli ungulati.
«Già da anni nel territorio del Parco dello Stirone e delle zone adiacenti gli agricoltori registrano danni sempre più ingenti ai propri raccolti a seguito dell’invasione di cinghiali ma anche di caprioli e di volpi oltre che, ultimamente, anche di lupi – afferma Giuseppe Coppellotti, membro del comitato esecutivo dei Parchi del Ducato delle province di Parma e Piacenza –. I danni provocati soprattutto dai cinghiali non vengono quasi mai risarciti se non in minima parte dalla Provincia. Come membro del comitato esecutivo dei Parchi del Ducato in sede di riunione ho sollecitato più volte il problema che però con mille scuse è stato preso alla leggera se non addirittura trascurato».
Coppellotti prosegue sottolineando come attualmente esista qualche piano di controllo ma questo sia insufficiente e come gli agricoltori della zona siano sempre più preoccupati ed arrabbiati a causa dei danni subiti, sentendosi abbandonati dalle autorità. «Si sarebbero dovute attuare convenzioni con le Atc ma occorrono tempi lunghi ed incerti – conclude Coppellotti –. Ho allora proposto di liberalizzare la caccia agli ungulati per un mese e con le dovute precauzioni: molto probabilmente buona parte del problema sarebbe risolto ma non mi è stata data nessuna risposta».
Dopo quello della presenza dei lupi venuto alla luce nelle scorse settimane, con alcuni esemplari di daino e muflone attaccati ed uccisi, un altro problema affligge dunque il mondo agricolo salsese che ora chiede maggiore attenzione per questo settore.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    06 Maggio @ 12.07

    La natura basta a se stessa.....è sempre stato così!!!!! La gente è ora che smetta di rompere !!!! Di questo passo,mio figlio,potrà vedere solo cinghiali e lupi ,come i dinosauri! da libri e documentari!!!! basta!avete stufato! voi,la caccia e i cacciatori!

    Rispondi

  • annamaria

    05 Maggio @ 00.44

    E bhe, se i lupi hanno mangiato daini e mufloni non va bene? il Sig Coppellotti dice che ci sono troppi animali nel parco e danneggiano gli agricoltori, il lupo aiuta in modo naturale a tenerli sotto controllo (gli animali non gli agricoltori) e questo è sbagliato? ma allora cosa vuole veramente questo signore?

    Rispondi

  • Arnaldo

    04 Maggio @ 08.52

    Cacciatori alla riscossa, gli ungulati sono dannosi all'agricoltura e gli spariamo, la geniale trovata di questo signore, chiaramente sponsorizzato dai cacciatori che chiede di poter aprire la caccia per un mese, 15/05-15/06, le andrebbe bene?Così ammazzano tutti i piccoli, le femmine vanno immediatamente in calore e raddoppiamo le cucciolate, mi chiedo se ci fate o se ci siete e soprattutto se ci avete preso tutti per cretini da corsa?E guarda caso sono ricomparsi, accade periodicamente, i lupi, e diteci, questa volta, dove sono stati avvistati, sulla strada?davanti ad un bar o nel cortile di qualcuno?E cosa ancor più terrificante, hanno lasciato le carcasse dei mufloni e dei daini, che non avete ammazzato voi!Avete dei concorrenti, che si nutrono come madre natura gli ha insegnato e voi che girate armati come dei guerriglieri non lo sopportate, possibile che con tutti i problemi che abbiamo nel nostro territorio, vi ostiniate ancora a rompere le scatole con la storia del lupo di Cappuccetto Rosso, lasciate perdere le armi ed armatevi di buona volontà e cominciamo a pulire fossi, greti dei torrenti e sottobosco così evitiamo frane, allagamenti, esondazioni ecc. o forse siete solo assetati di sangue?

    Rispondi

  • giovanni villani

    04 Maggio @ 08.24

    sono dìaccordo che puo essere un problema ma come lo risolviamo, uccidiamo i cinghiali, poi i lupi, le volpi e dopo i gatti, i cani e tutti gli animali, quando abbiamo finito iniziamo a sparare agli uomini. penso che come tutte le cose ci voglia moderazione, bisogna cercare di liberare il piu possibile le zone degli animali e regolarne la presenza per evitare che la sovrapopolazione generi malattie. ma e difficile, a chi fai fare il piano di abbattimento, a dei cacciatori o agli animalisti, auguri. la soluzione migliore sarebbe spostare le coltivazioni in zone meno interessanti per gli animali. ma per fare questo ci vogliono soldi che non ci sono.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

2commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

3commenti

SPORT

Moto

Travolto dopo l'incidente, paura per Federico Caricasulo

il personaggio

«Chicco» Taverna l'ex rugbista che doma le onde

SOCIETA'

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti