15°

opinioni

"Amo Salso e non voglio vederla morire"

Terme Berzieri

Terme Berzieri

Ricevi gratis le news
0

Non sono un sostenitore del motto che recita “Non conta come se ne parla, l'importante è che se ne parli”, perché sono convinto che i contenuti, e il loro giudizio, siano importanti. Tuttavia, pur consapevole di aver usato parole pesanti, che possono aver urtato la sensibilità di qualcuno, il mio sfogo nei confronti di una Salsomaggiore che vedo ogni giorno di più morire, inesorabilmente, attorno a me, ha sicuramente avuto il beneficio di aver aperto il dibattito e, forse, scosso qualche coscienza. La mia in primis. Le mie parole rilasciate al cronista sono frutto di un amore vero, genuino, verace, talvolta esagerato, per la terra in cui sono nato. Comprendo il disappunto dei commercianti e dei rappresentanti di categoria, ma garantisco che il mio intervento, sicuramente dai toni teatrali, smodati, eccessivi a causa dell'adrenalina unita alla frustrazione dei momenti immediatamente successivi all’Ultra K Marathon, aveva come obiettivo quello di incentivare una Salso viva, intraprendente, capace di essere accentratrice di iniziative, eventi, possibilità e turismo. La nostra Salso ha tutto ciò che serve per tornare meta invidiata in tutta Italia, se non in tutta Europa. Per rivitalizzare Salso, però, non si possono utilizzare metodi di lavoro del passato, perché Salso, a differenza di un tempo, non regala più nulla. L’amore che tutti proviamo per Salso, mi viene da dire, in questo caso non basta. Bisogna rimboccarsi le maniche e guardare uniti alle sfide che non sono del futuro, ma del presente, di adesso. In questo senso dico, con sincerità e orgoglio, di non essere mai stato a guardare e di essermi sempre dato da fare per il mio territorio. Qui vengo al punto: ho proposto una marea di idee, eventi e iniziative, ne ho realizzati solo in parte proprio perché, indipendentemente dagli interlocutori e dalle amministrazioni che si sono succedute, ho sempre ricevuto risposte tiepide e vaghe, mai condivisioni, meno che mai sostegno. Nonostante tutto, proprio perché mi sento figlio di questa fetta di terra, ancor oggi non mi stanco di portare avanti i miei progetti. Dopo la maratona delle Terre Verdiane, ho incontrato Daniela Isetti, assessore comunale allo Sport e al Commercio; ho chiesto un sostegno affinché le iniziative legate al progetto “Salso in corsa” venissero inserite in un progetto generale che trovasse sostegno e finanziamento dalla Camera di Commercio. A tale proposito l’assessore, nell’ambito di una riunione tra le associazioni commerciali della città, incentrata sulla presentazioni di progetti e strategie da finanziare, mi invitò per esporre le mie idee e strategie. In quella sede, oltre alla scarsa attenzione, trovai le solite generiche osservazioni; mi furono mosse solo vaghe obiezioni, sulla brevità della durata dei miei eventi al fine di ricaduta turistica e sui numeri poco rilevanti di persone coinvolte. Tutto quello che riguardava operazioni sugli investimenti e sulla strutturazione di nuovi servizi non vennero presi in alcuna considerazione. Questo per me significa distruggere, non costruire. Nonostante questo, continuo imperterrito a organizzare i miei eventi; come dissero i senatori romani di fronte all’eventualità di lasciare il Sentato, “Hic manebimus optime”: qui staremo benone. Questo, però, vorrei: un salto di qualità, consapevole del fatto che questo può avvenire solo con un impegno corale, senza invidie. Se manca il coinvolgimento di istituzioni, commercianti, aziende e territorio tutto, nessuna iniziativa potrà andare oltre un’apprezzabile qualità di un gioiello artigianale unico. Io, da parte mia, ci posso mettere i tanti eventi che ho messo in piedi, con fatica e orgoglio, gli stessi con cui i commercianti gestiscono da generazioni le attività salsesi. La Ultra K Marathon, la Salso-Pellegrino e le Staffette sono solo l’inizio di un’operazione che, attraverso la Corri a Salso di fine anno, e la Maratona delle Terre Verdiane del 22 febbraio, vivacizzerà non solo Salsomaggiore ma tutto il territorio che sta tra il Taro e l’Arda, sino al Po.
Eppure, non finisce qui, perché forse sono matto, forse instancabile, forse un sognatore; resta il fatto che, dopo oltre 40 anni di insegnamento di educazione fisica nella scuola, dopo aver girato il mondo come allenatore della Nazionale di atletica leggera, voglio spendere le mie energie per l’unico posto nel mondo che amo davvero, ossia Salsomaggiore Terme. Lo sport oggi può essere ispiratore di aggregazione e corretti stili di vita, beneficio per la salute e promotore di turismo. Per questo il progetto . L’idea è essere nelle scuole elementari e medie attraversate dalla Maratona, con ospiti grandi atleti testimonial, campioni del passato e talenti giovani emergenti, che parlano ai ragazzi della loro crescita umana e sociale attraverso la loro esperienza sul campo, affiancati da importanti professionisti a livello internazionale della medicina sportiva. La parte teorica sarà funzionale alla pratica, con i nostri ragazzi in scarpe da corsa sulle strade del nostro magnifico territorio. Io vorrei un abbraccio della mia città su questi eventi, con appuntamenti collaterali fatti di musica, spettacoli, iniziative, incontri, feste. Do piena disponibilità a rivedere, se necessario, alcune date dei calendari delle gare. Ci sono altre corse che coinvolgono Salso, per esempio la , in programma il 10 giugno sulle nostre colline. Ancora: ho l’ambizione di inserire eventi particolari nell’ambito dei CNU. Poi con il Memorial Pratizzoli diFidenza, si ipotizza di far soggiornare a Salsomaggiore quei ragazzi provenienti da 14 regioni, il 6 e il 7 giugno.
Ma le sorprese continuano, con “Da Polesine a Zibello e un Po di Culatello”: una corsa di 10 km che si snoda per lo più sull’argine del grande fiume, con arrivo a Palazzo Pallavicino di Zibello. Infine, c’è il sogno nel cassetto: “Le notti incantate, di corsa tra acque e castelli”, un’iniziativa che dovrebbe spalmarsi su cinque giorni di gare ed eventi, con epicentro Salsomaggiore. Una vera e propria azione turistica, finalizzata a rivitalizzare commercio, sistema termale e accoglienza alberghiera, nonché l’immagine di Salsomaggiore come luogo del vivere sano. Eppure, questa idea non ha mai trovato alcuna condivisione da parte delle componenti economiche e amministrative. Ecco, quindi, perché ho usato quei toni, di cui mi scuso. Ma qui ci sono i fatti e le idee per un futuro condiviso e di rinascita al quale spero vogliate unirvi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

FESTE

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

Panini & dintorni: scegli il meglio di Parma

GAZZAFUN

Il panino più buono: domani termina la seconda semifinale

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan

FOTOGRAFIA

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Furto alla mensa del Campus

ladri in azione

Furto alla mensa del Campus: niente pasti per studenti e dipendenti Video

protesta

Martedì anche a Parma sciopero dei taxisti (dalle 8 alle 22)

anteprima gazzetta

Il dopo terremoto a Fornovo: "Il peggio sarebbe passato"

dopo terremoto

Due torrini del Battistero danneggiati: area transennata Video

PARMA

Valigia abbandonata vicino al tribunale: arrivano i carabinieri

In seguito ai controlli sono stati trovati solo alcuni documenti

vigili del fuoco

Fiamme in un capannone industriale a Monticelli Foto

TERREMOTO

Continua lo sciame sismico: 19 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non sono segnalati danni

6commenti

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

PARMA

Nominato il nuovo cda della Fondazione Teatro Regio 

Entrano Ilaria Dallatana, Vittorio Gallese, Antonio Giovati e Alberto Nodolini

PARMA

Problemi burocratici: slitta di un giorno il trasferimento della salma di Riina a Corleone

La Procura dà il nulla osta per portare il corpo del boss in Sicilia

VOLANTI

"Colpo" alla concessionaria Reggiani: spariscono due auto e otto pneumatici

Ladri anche in un'azienda di abbigliamento. Due ragazzi cercano di rubare giocattoli ma fuggono a mani vuote

3commenti

Vicino al Regio

Ubriaco cerca di rapinare tre ragazzi

3commenti

Sant'Ilario d'Enza

Calci e pugni al barista per un bottino di 10 euro: denunciati 3 giovani e una minorenne

tg parma

Infortunio sul lavoro: ferito un 48enne a San Polo di Torrile Video

FIDENZA

Tangenziale Sud, oggi via a nuovi lavori

MOSTRA

"Cielo e Terra": a Lesignano le foto di Luca Radici

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La sublime prova d'amore della mamma di Mattia

di Vittorio Testa

1commento

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

bologna

Giallo: donna morta accoltellata in casa nella zona di Igor. S'indaga a 360°

BRUXELLES

Ema ad Amsterdam, Milano beffata al sorteggio. Eba a Parigi (dopo sorteggio). Ema: cos'è (Video)

SPORT

CALCIO

Tavecchio si è dimesso con rabbia e con un "giallo": "Con un gol sarei stato un eroe". Lippi: "Scelse lui Ventura"

2commenti

Atlanta

Georgia Dome raso al suolo, in fumo 214 milioni di dollari Video

SOCIETA'

cecina

Giocatore lancia bottiglia d'acqua per stizza e colpisce una bimba. Tafferugli tra tifoserie

reali d'Inghilterra

Elisabetta e Filippo: 70 anni di matrimonio Video

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

MOTO

Energica Eva EsseEsse9, la special elettrica