10°

20°

Salsomaggiore

Pigazzani chiude la porta: "Non c'è spazio per altri profughi"

Giunta contraria a nuovi arrivi: "Sono già 85". Approvato anche il bilancio. Il vicesindaco alla minoranza: "Non li abbiamo accettati, ce li siamo trovati"

Pigazzani chiude la porta: "Non c'è spazio per altri profughi"

Profughi a Salso

1

«Profughi: non c’è spazio per nuovi arrivi a Salso e Tabiano». A ribadirlo è stato il vicesindaco ed assessore ai Servizi sociali Giorgio Pigazzani, nel rispondere in consiglio comunale ad una interrogazione di «Uniti per Salso&Tabiano», presentata dal consigliere Fabrizio Poggi Longostrevi ed illustrata dal capogruppo Marco Calsegrandi. Documento in cui il gruppo di minoranza ha chiesto se fosse vera la voce di nuovi arrivi, come mai il Comune avesse accettato una presenza così numerosa di profughi e se i Servizi sociali siano attrezzati a gestire la situazione.
Pigazzani ha ricordato come durante il recente incontro in prefettura il Comune abbia sostenuto di aver fatto già in questi mesi la propria parte, esprimendo netta contrarietà a nuovi arrivi. Attualmente come confermato dal sindaco Filippo Frtitelli, i profughi sono 85, di cui una cinquantina a Tabiano.
«Il prefetto si è dimostrato attento alla problematica richiamando alle proprie responsabilità i sindaci degli altri comuni - ha spiegato Pigazzani ricordando come durante l’incontro sia emerso che su 46 comuni in tutta la provincia solo 8/9 hanno dato ospitalità -. Noi non abbiamo accettato i profughi, ce li siamo “trovati” trattandosi di un rapporto diretto fra prefettura e struttura ospitante. Nonostante questo, i nostri uffici e la polizia municipale si sono fin da subito attivati per supportare una situazione delicata. Non sono comunque state segnalati casi di disagio» ricordando come siano state promosse forme di integrazione attraverso la cittadinanza attiva.
«Abbiamo espresso la nostra contrarietà a nuovi arrivi» ha aggiunto il sindaco che ha letto la lettera inviata al prefetto, ricordando come Salso abbia già fatto la sua parte, ed evidenziando come «le modalità di accoglienza non possano prescindere da un iter trasparente con l’ente locale».
Approvato il bilancio
Durante la seduta del consiglio è stato anche discusso ed approvato anche il bilancio consuntivo 2014 del Comune. Il rendiconto finanziario è «passato» con i soli voti della maggioranza, mentre la minoranza ( erano presenti i consiglieri Matteo Orlandi di «Cambiare Salsomaggiore», Franco Bressanin del Movimento 5 stelle, e Marco Caselgrandi di «Uniti per Salso&Tabiano) ha votato contro. Poco meno di un’ora è durata la discussione, che ha visto la minoranza sulla stesse posizioni di quando era stato approvato il bilancio in sede previsionale: «ineccepibile» dal punto di vista dei conti ma «privo di strategia politico- amministrativa».
La maggioranza ha evidenziato come ci sia stato un risparmio di 112 mila euro sulle spese del personale, una diminuzione dei residui passivi e di come si sia riusciti ad abbassare i tempi di pagamento ai fornitori da un anno e mezzo a 45 giorni. Un bilancio che ha visto, numeri alla mano, a fronte di una spesa corrente di circa 18 milioni e 589 mila euro, una chiusura con una avanzo di circa 3 milioni e 969 mila euro, dovuti in parte ad contenimento delle spese gestionali per circa 790.000 euro. L’assessore al Bilancio Maria Chiara Ruina nell’illustrare il documento, ha ricordato come sia stato rispettato il patto di stabilità, «un bilancio in equilibrio, dove sono stati anche considerate le potenziali passività».
Enrica Porta (capogruppo Pd) ha sottolineato come si sia riusciti ad avere un calo dei costi del personale e di avere abbassato a 45 giorni il pagamento dei fornitori, («importante di in questo momento di sofferenza per molte aziende»), e di come si sia riusciti a pagare 5 milioni di debiti e tutte le fatture scadute entro dicembre, respingendo le accuse di immobilità da parte dell’opposizione. Quest’ultima, pur ritenendo «in ordine» dal punto di vista contabile il bilancio, ha evidenziato «come sia anche uno atto politico – ha spiegato Orlandi -. Confermiamo quindi il nostro voto contrario già espresso in sede previsionale dal momento che non ne avevamo condiviso le scelte». «Si tenta di far passare come straordinario ciò che invece è ordinario – ha aggiunto Caselgrandi-: al di fuori dei contesti essenziali come scuola e sociale, le azioni negli altri ambiti sono senza una linea progettuale». Mentre Bressanin ha chiesto «un bilancio più comprensibile per i cittadini, al di là dei numeri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giancarlo

    07 Maggio @ 18.33

    cari amici politici di Salsomaggiore di qualunque colore politico siate, avete dimenticato che la nostra città ha esportato negli ultimi 100 anni centinaia di lavoratori alberghieri che ci fanno onore in tutto il mondo. Io sono uno di questi rientato dagli USA anni or sono. Il fatto che vi siate trovati ad accogliere questi immigrati dipende solo dalle prefetture e dal nostro Governo. Rivolgetevi a loro. Ci sono tante citta in Italia nelle vostre condizioni e piangono meno di voi. Rivolgetevi ai vostri parlamentasri alla UE, visto che l'Europa ha triplicato gli aiuti per i migranti da 3 a 9 (nove) milioni di Euro. Chidetete a Renzi la vostra parte per mantenerli. E piantatale di piagnucolare. per qualche voto in più o menoi; questo é solo un assaggio, rispeto alle previsioni. Avete dimenticato l'Impero di Mussolini e del Re. Ora est il nostro turno, Questa est la storia che si ripete. cordialmente.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Sorbolo: i vini della Botte Gaia

PGN FESTE

Sorbolo: i vini della Botte Gaia Foto

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedì nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fare, vedere, mangiare: ecco l'App Pgn

GIOVANI

L'App Pgn è più ricca: scaricala e scopri le novità

Lealtrenotizie

Si rompe un tubo: strada allagata fra via Montebello e via Galimberti, traffico deviato

parma

Si rompe un tubo: strada allagata fra via Montebello e via Galimberti, traffico deviato Foto

1commento

Carabinieri

Spacciava in Oltretorrente: arrestato

In manette un 31enne tunisino

Parma

Dopo un borseggio abbandona il portafogli fra la merce di un negozio

La Municipale indaga su una donna. Allontanato anche un gruppo di persone sospette che si aggiravano in Ghiaia

LUTTO

Addio a Valenti, lo sportivo

1commento

BORETTO

Sfilano i cavi di un edificio in disuso per rubare il rame: denunciati un parmigiano e un complice Foto

ALLARME

Bocconi killer, un nuovo caso

Parma

Maltempo: allerta della protezione civile fino alle 18

Stazione

Quei tombini instabili che tolgono il sonno

1commento

Calcio

Parma in crisi, la parola ai tifosi

lutto

Fidenza piange il pittore Mario Alfieri

MUSICA

"Canzone per curare le piante": il nuovo singolo dei ManìnBlù Video

Parma

Auto ribaltata a San Ruffino: 4 feriti

lettere 

"Quei ragazzini che lanciano sassi a Traversetolo"

9commenti

SACERDOTE

Da Tabiano alla Siberia, la storia di Don Ubaldo

Parma

«La Marina? Un'opportunità per i giovani»

1commento

CREMONA

La grande commozione all'addio ad Alberto Quaini

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

REPORTAGE

La guerra delle cipolle nella sfida per l'Eliseo

di Luca Pelagatti

ITALIA/MONDO

maltempo

Torna la neve in Lombardia Video

Crisi

Alitalia, Lufthansa: "Nessuna intenzione di acquistarla"

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Eia, qualcuno ha visto Edward?

medicina

Tre tazzine di caffè al giorno diminuiscono il rischio di cancro alla prostata

SPORT

CALCIO

Il Venezia vince la Coppa Italia di LegaPro. Inzaghi: "Ho vinto tanto, ora tocca ai miei ragazzi"

BASEBALL

Gilberto Gerali general manager della Nazionale

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling