-2°

Salute-Fitness

L'Aido: combattere la disinformazione

Ricevi gratis le news
0

 Il calo delle donazioni non è preoccupante per Stefano Cresci, presidente provinciale Aido, visto che è dovuto principalmente alla diminuzione della mortalità nei reparti di rianimazione. 

Ma Cresci è consapevole del fatto che bisogna agire su quel circa 20% di persone che ancora si rifiutano di donare i propri organi o quelli dei propri famigliari.
Il pericolo della disinformazione 
 «La disinformazione nelle persone crea delle paure irrazionali - commenta Cresci -. E' lì che noi dobbiamo agire, spiegando ai cittadini tutto quello che c'è da sapere con dei dati precisi. La legge sull'accertamento della morte, in Italia, è una delle più rigorose. E se dopo un evento tragico si possono salvare delle persone, perché non farlo?». 
Mortalità in diminuzione
 Per Cresci, comunque, la diminuzione delle percentuali di donazione deriva da parecchie cause. 
«La principale è che i reparti di rianimazione funzionano sempre meglio e la mortalità si è abbassata. E per fortuna - spiega il presidente dell’Aido -. Esiste poi sempre una percentuale di opposizioni esercitate dalle famiglie. Su base regionale è un dato stabile attorno al 32%, mentre a Parma è leggermente inferiore e di questo siamo contenti. Sicuramente è un dato ribassabile, ma legato alla cultura, non solo dei nuovi italiani che spesso sono restii, ma di italiani stessi che non sono informati sull'argomento».
Il futuro
 I dati a Parma, per il futuro, sono comunque confortanti. «A oggi sono 24 mila gli iscritti all’Aido provinciale - afferma Cresci -. Sono una percentuale molto alta e sono tutti potenziali donatori. Ogni maggiorenne ha possibilità di esprimere la propria opinione attraverso alcune dichiarazioni ufficiali: l’iscrizione all’Aido, il consenso (o l’opposizione) registrato al registro Sit dell’Ausl (sistema informativo centro nazionale trapianti) oppure la dichiarazione scritta di proprio pugno mantenuta nel portafoglio con tutti i dati anagrafici». 
Al di là dei dati positivi, però, il bisogno di organi è costante: «Noi siamo sempre preoccupati: ogni anno in Italia muoiono 600 persone in lista di attesa, perché un organo non arriva in tempo. E questo dipende anche dal fatto che qualcuno si è opposto alla donazione. Per migliorare le cose, la nostra strategia è quella di informare sempre di più la popolazione. Ma questa azione di sensibilizzazione non deve provenire solo dal mondo del volontariato, ma anche dalle istituzioni. Organizziamo progetti con le scuole da 15-20 anni e anche quest’anno si ripeteranno coinvolgendo 4 mila studenti della provincia».C.Z.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio a Sergio Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni

lutto

Addio a  Sergio Della Monica, fondò i Planet Funk: aveva 58 anni Video, la celebre "Who Said"

1commento

Rebel Circle al Be Movie

FESTE PGN

Rebel Circle al Be Movie Foto

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo: Andrea Delogu

L'INDISCRETO

Cinque bellezze che bucano il piccolo e grande schermo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani speciale su cani, gatti & Co.

INSERTO

Oggi speciale su cani, gatti & Co. con la Gazzetta di Parma

Lealtrenotizie

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

BEDONIA

Furto all'agriturismo La Tempestosa

Lutto

Addio a padre Simoncini, ultimo gesuita di Parma

incidente

Pedone investito a Ramiola

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

Viabilità

Colorno, verifiche ai ponti dopo la piena

BORGOTARO

Addio ad Arnaldo Acquistapace

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

elezioni

Scuole seggio, chiuse dal 3 al 6 marzo. Per universitari fuorisede trasporti con tariffe agevolate

PARMA

Renzi: "Da noi proposte concrete, dagli altri invenzioni"

4commenti

Via MAMELI

Rubano alcolici per rivenderli ai ragazzi: arrestato 27enne marocchino, fuggito il complice Video

Il malvivente è stato fermato da un carabiniere libero dal servizio

5commenti

anteprima gazzetta

60 anni della legge Merlin, cosa è cambiato nella prostituzione (a Parma)

tg parma

Edicola in stazione ultimo giorno: da oggi saracinesca chiusa Video

METEO

Perturbazione in arrivo: previste piogge e neve fra collina e montagna

Sarà colpito prima il centro-sud, poi anche il nord Italia (Emilia-Romagna compresa)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Tajani l'europeista incubo di Salvini

di Vittorio Testa

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

ITALIA/MONDO

modena

Colpì una 15enne col manganello, chiesto processo per poliziotto

1commento

scienza

Creato negli Stati Uniti un embrione ibrido pecora-uomo

SPORT

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

calcio

Galliani: "Li insolvente? No, ha presentato le credenziali"

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

roma

Via vai di calvi in negozio: droga nascosta nei bigodini, arrestato parrucchiere

MOTORI

MOTORI

Mazda CX-5 subito amici: il Suv dal feeling immediato

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto