24°

Salute-Fitness

Papilloma virus: nuovo vaccino targato Parma

Papilloma virus: nuovo vaccino targato Parma
0

Un nuovo vaccino, polivalente e a basso costo, contro l’Hpv (il Papilloma virus umano), l’agente infettivo responsabile del tumore al collo dell’utero, è allo studio nei laboratori parmigiani del dipartimento di Biochimica e Biologia Molecolare, grazie alle ricerche di Simone Ottonello e Angelo Bolchi, insieme a Nadia Moretto (attualmente ricercatrice presso la Chiesi Farmaceutici) e alla dottoranda Elena Canali.  «Siamo sulla buona strada: abbiamo ottenuto un primo prototipo, depositato il relativo brevetto e pubblicato i primi risultati sulla rivista Vaccine, ora stiamo lavorando a un vaccino ancora più efficace e alla sua formulazione» conferma Ottonello.

La proposta di iniziare questo studio, a cui ha contribuito anche l’attuale responsabile dell’HPV Biology Group dell’International Agency for Research on Cancer (Organizzazione Mondiale della Sanità) è giunta ai biologi molecolari parmigiani dal German Cancer Research Center di Heidelberg, il centro ricerche di Harald zur Hussen, che per primo ha individuato il collegamento tra Hpv e tumore al collo dell’utero e che proprio per questo nel 2008 ha ricevuto il Nobel per la medicina. L’interesse per l’approccio sviluppato dai ricercatori dell’Università di Parma è stato motivato dagli incoraggianti risultati da essi ottenuti in collaborazione con Chiesi Farmaceutici nello sviluppo di un vaccino contro l’Alzheimer (vedi box). Ora tedeschi e parmigiani figurano come coinventori in una domanda di brevetto per il vaccino di prima generazione e presto Elena Canali partirà per Heidelberg per sperimentare sui topi un vaccino di seconda generazione, che sembra ancora più promettente.

«Nel corso di studi precedenti» continua Ottonello, «avevamo messo a punto un metodo per esporre specifici peptidi (frammenti proteici costituiti da 10-15 amminoacidi), sia in forma singola, sia concatenata, all’interno di una piccola proteina batterica che funzionando come una sorta di impalcatura molecolare faceva in modo che questi assumessero una corretta struttura e funzionalità. La Chiesi Farmaceutici, nella persona del vicedirettore Ricerca e Sviluppo Bruno Imbimbo, ci ha spinto ad applicare questa tecnica ai vaccini, e in particolare a un prototipo di vaccino peptidico ricombinante contro la malattia di Alzheimer. Ora stiamo utilizzando la stessa tecnologia, con peptidi differenti, per il vaccino contro l’Hpv e stiamo valutando proposte per vaccini diretti verso altre patologie, ma anche per nuove applicazioni nell’ambito della diagnostica».

Nel caso dell’Hpv la sfida è quella di ottenere un vaccino a costo inferiore, ma a spettro d’azione più ampio, rispetto ai due vaccini attualmente in uso (che sono piuttosto costosi e offrono una buona protezione nei confronti di solo quattro ceppi di Hpv): «esistono oltre cento ceppi diversi di Hpv e almeno una decina di essi, distribuiti in modo geograficamente non uniforme, possono provocare il tumore al collo dell’utero» puntualizza Ottonello, che rivela come uno degli obiettivi principali di questo studio sia proprio quello di utilizzare un vaccino di questo tipo anche nei paesi in via di sviluppo. «Per questo ci siamo concentrati su una proteina della superficie virale che è molto conservata in tutti i ceppi di Hpv e in essa abbiamo individuato 5 possibili peptidi bersaglio, ognuno dei quali, in forma singola o concatenata per un totale di 15 diversi prodotti ricombinanti,  è stato valutato come potenziale vaccino. Abbiamo determinato la capacità di ogni peptide di indurre la produzione di anticorpi contro l’Hpv ottenendo risultati positivi in tutti i casi. In un caso poi si è osservata la produzione di elevate quantità di anticorpi neutralizzanti, cioè gli anticorpi che bloccano il funzionamento del virus (gli altri anticorpi possono essere utili per diagnosticare l’infezione ma non impediscono al virus di attaccare le cellule)». E’ proprio concentrandosi su questo peptide, derivato dalla proteina «L2» dell’Hpv che si sta mettendo a punto il nuovo vaccino. «Il primo prototipo si è dimostrato efficace sui topi, ora speriamo che il secondo sia come pensiamo ancora più potente: se sarà così, già entro l’estate si potrà iniziare la sperimentazione sulle scimmie (non a Parma, ndr) e per il 2010 un’industria indiana sarebbe pronta a iniziare uno studio pilota sull’uomo».

Intanto il gruppo di Ottonello e Bolchi sta lavorando a nuove impalcature molecolari di origine microbica e a nuove modalità di formulazione (e somministrazione), tra cui una basata su un microrganismo vivo contenente il gene corrispondente al peptide candidato per il vaccino Hpv: «si potrebbe pensare di somministrare direttamente il microrganismo, reso innocuo, nell’uomo e indurre così la produzione di anticorpi anti-Hpv con un notevole risparmio rispetto alle attuali tecnologie».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Bimbi

virale

Il padre che veste quattro baby in un sol colpo Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Medico aggredito e rapinato del Rolex nel suo studio

SAN LAZZARO

Medico aggredito e rapinato del Rolex nel suo studio

3commenti

Chimica

Finproject sigla l’accordo per acquisire la Solvay di Roccabianca

Medesano

Omicidio-suicidio a Felegara, il ricordo degli amici: "Due coniugi legatissimi"

Consorzio

Prosciutto di Parma: cresce la produzione, risultati positivi nel 2016

VIA VERDI

Arrestato studente con 60 grammi di «fumo»

TRAVERSETOLO

Il rock «di centrodestra» del Primo Maggio

1commento

Ozzano

Vandali al cimitero: auto danneggiate

Calcio

Parma, l'abbraccio dei tifosi

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

TORNOLO

Don Massimo lascia le sue cinque parrocchie

"Quarta Categoria"

Oggi un derby "Special": Reggiana-Parma

TERENZO

L'Asiletto, i bimbi a scuola dalla natura

Incidente

Via Montanara, scontro tra quattro auto

Un ferito non grave trasportato al Maggiore. La strada chiusa per un'ora

1commento

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

4commenti

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Recuperiamo (almeno) la speranza

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

BARI

Neonata abbandonata in spiaggia e morta: fermata una 23enne

Terrorismo

"Metti una bomba a Rialto": arrestati jihadisti in centro a Venezia

2commenti

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

RICETTA

Come preparare i brownies al cioccolato bianco e fondente

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon